Tifoso ucciso a Pescara, l’assassino si costituisce nel giorno del funerale

5 maggio 2012 0 Di redazione

Si è consegnato oggi sull’A14 alla Squadra Mobile di Pescara, Massimo Ciarelli il rom 29enne che la sera del primo maggio ha ucciso con due colpi di pistola Domenico Rigante, il tifoso del Pescara di 24 anni, scambiandolo per il fratello gemello con cui, qualche giorno prima aveva litigato ed era stato picchiato. Le manette sono scattate proprio mentre a Pescara i tifosi si stringevano intorno al feretro per l’ultimo addio a Domenico.