pubblicato il23 agosto 2012 alle 16:49

Carenza idrica a Lanciano, il sindaco vieta l’uso dell’acqua per cose non indispensabili

Annaffiatura di orti e giardini privati, irrigazione dei campi, lavaggio autovetture e simili, lavaggio di spazi di aree private, riempimento di vasche e piscine e ogni altro utilizzo improprio che non sia primario, sono tutte attività vietata nel territorio di Lanciano per ordine del sindaco Mario Pupillo. Un provvedimento che si è reso necessario a causa del perdurare della carenza idrica che non permette neanche lo svolgere delle attività primarie. L’ordinanza resta in vigore fino al 30 settembre.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07