Asilo nido comunale a Cassino. Trovato l’accordo con i sindacati

27 novembre 2012 0 Di redazione

“Abbiamo deciso di mantenere la gestione diretta dell’asilo nido comunale fino alla fine dell’anno scolastico in corso, spostando di fatto i termini del bando da gennaio al prossimo anno.” A dichiararlo, a margine della concertazione con i sindacati che si è tenuta questa mattina in Comune, è il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone. “Abbiamo sempre sostenuto – ha continuato il sindaco – che l’asilo nido è senza ombra di dubbio un punto qualificante dell’azione amministrativa e sono certo che con questo tipo di soluzione saremo in grado di realizzare un progetto educativo – organizzativo innovativo ed all’avanguardia che vada a migliorare la qualità del servizio offerto. Contestualmente abbiamo stabilito che manterremo, anche quando verrà espletato l’iter per la gestione dell’asilo nido, un plesso di proprietà la cui gestione sarà diretta da parte del Comune.” Grande soddisfazione è stata manifestata anche dall’assessore alla cultura Danilo Grossi: “innanzitutto voglio ringraziare i sindacati per essere rimasti al tavolo delle trattive, consentendo, attraverso una serie di riunioni, a tutti noi di giungere a quella che possiamo definire la migliore delle soluzioni. Siamo convinti, infatti, che attraverso la gestione pubblica integrata in convezione con il completamento delle procedure di gara già in essere, sarà possibile fornire ai piccoli utenti ed alle loro famiglie un servizio ancora migliore. La questione dell’asilo nido era molto sentita in città ed essere giunti a questo tipo di conclusione non può che far piacere, a dimostrazione di come quando c’è sinergia tra le parti in causa si raggiungono sempre i risultati voluti. A tal proposito mi preme sottolineare che con questo tipo di soluzione l’Amministrazione Comunale, non solo non ha fatto un passo indietro, ma addirittura ne ha fatti tre in avanti perché il numero di posti a disposizione per il nido dal prossimo anno scolastico, salirà dagli attuali 60 ad 85 con la possibilità, inoltre, di inserire anche un sezione primavera. Quindi ci sarà anche un ampliamento del servizio con la possibilità di estendere lo stesso, qualora i posti non venissero tutti occupati da bambini appartenenti a famiglie residenti a Cassino, anche a comuni limitrofi.” A concludere la conferenza stampa è stato il presidente della seconda commissione consiliare, Andrea Velardocchia, che ha sottolineato l’impegno dell’istituzione che presiede nel garantire questo tipo di servizio. “Esprimo soddisfazione – ha dichiarato Velardocchia – non solo a nome di tutti i membri della commissione che presiedo, ma anche di tutti i consiglieri di maggioranza. Dopo una fase iniziale, anche dura, di concertazione siamo giunti, grazie anche all’opera svolta dai sindacati, ad una soluzione che siamo certi rilancerà il servizio asilo nido già partire dal prossimo anno.”