Riordino delle province, Abbruzzese: “Bene apertura del Governo su modifiche del decreto”

17 novembre 2012 0 Di redazione

“Mi auguro che dalla riunione che si terrà martedì al Senato tra il ministro Patroni Griffi e i capigruppo della Commissione Affari Istituzionali, possano emergere delle proposte fattive che vadano a modificare il decreto sul riordino delle Province. L’attuale decisione di salvaguardarne solo una cinquantina, non rende infatti giustizia alle peculiarità di tanti territori, come nel caso del Lazio”. Lo riferisce con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.
“Non critico pregiudizialmente il percorso intrapreso dal Governo, ma mi aspetto che, come ha sottolineato il ministro affermando non più tardi di ieri che si tratta di un primo step, si possano prevedere degli emendamenti. Allo stato attuale – ha detto Abbruzzese – condivido la posizione del Pdl, sostenuta dal senatore Tofani che ha presentato una pregiudiziale di costituzionalità su tale decreto”.
“Le ipotesi di revisione già emerse dal dibattito locale avvenuto in questi giorni tra le forze politiche, imprenditoriali e sociali del territorio, dimostrano ampliamente – ha puntualizzato Abbruzzese – che ci sono i margini per poter rivedere i parametri attualmente previsti sui tagli delle Province. Numeri che, stando anche ai dati dell’ultimo censimento Istat, potrebbero far riconsiderare il fatto che Frosinone mantenga lo status di capoluogo”.
“Mi preme ribadire che questa mobilitazione riguarda non solo la difesa dei territori, ma tutto l’indotto che si genera dall’economia e dai servizi e che produce ricadute importanti anche da un punto di vista occupazionale” – ha concluso Abbruzzese.