Calendario storico dell’Anmi Barletta, mezzo di solidarietà e amore per la Patria

8 dicembre 2012 0 Di redazione

Rappresenta da 5 anni l’appuntamento attorno al quale ruota l’intera attività dell’associazione Anmi di Barletta ma la sua presentazione è attesa anche perché è mezzo di solidarietà concreta verso lo spaccato disagiato della società. Il Calendario storico 2013 dell’Anmi verrà presentato ufficialmente venerdì 14 dicembre 2012 nell’Aula Magna dell’ 82° rgt. fant. “TORINO “ della Caserma “ R. STELLA “, a Barletta. “Anche quest’anno – dichiara in una nota stampa il presidente Anmi Barletta Sebastiano Lavecchia – il nostro Calendario Storico, nel raccontare uno spaccato di vita associativa passata e recente, corredato da ben 73 significative immagini, determina amore nel nostro corpo di appartenenza, fraternità e senso di collaborazione con le Associazioni d’Arma presenti sul nostro territorio, momenti significativi, talvolta dolorosi, di vita cittadina e senso e dovere di Patria”.
Innumerevoli le autorità che parteciperanno all’incontro moderato da Giuseppe DIMICCOLI, giornalista della “ GAZZETTA del MEZZOGIORNO “.
Nel corso dell’evento, la SOLIDARIETà, espressa dai “ Costruttori di Solidarietà “ presenti, anche per questo Natale, alimenterà la speranza dei più poveri unitamente a Enti preposti a tali scopi sul nostro territorio.
“Carissimi, – ha concluso Lavecchia – con questo evento, andrò a concludere quella esaltante cavalcata che dal 2005 mi ha visto ai vertici di un’ Assodarma, impegnato, oltre a tenere alto e vivo il ricordo dei nostri caduti, ad impegnarmi in quelle azioni benefiche in cui, Voi tutti, mi avete accompagnato con la Vostra preziosa presenza e l’ausilio delle Vostre penne.
Sento che anche per questa occasione, in veste di ideatore, promotore e organizzatore di questo evento, sarete al mio fianco, per colorare, di viva speranza, un Natale povero e privo di sorrisi.
Il Natale dei più poveri, degli indigenti, degli ultimi.
Io, da parte mia, con l’orgoglio di sempre, confidando in tutti Voi, sarò a riceverVi e principalmente a ringraziarvi”.