Regionali 2013 – Fardelli : “Mille incontri e non uno da mille”. Inizia l’ultima settimana di propaganda

18 febbraio 2013 0 Di redazione

Mille incontri e non uno da mille. Chiarissimo e diretto lo slogan che sta accompagnando gli ultimi giorni di campagna elettorale di Marino Fardelli, il giovane candidato alle elezioni del Consiglio regionale del Lazio. “Quella che si è appena aperta, è la settimana più intensa di tutta la campagna elettorale. Pochi giorni ancora per incontrare famiglie, donne, giovani, lavoratori, per incontrare testimonianze, per portare le mie ragioni, le mie proposte. Ho scelto mille incontri e ho voluto evitare di riempire saloni enormi e sfarzosi per far sì che ognuno degli elettori potesse rappresentare una voce, un volto, non un numero”. Marino Fardelli, candidato con la lista civica per Giulia Bongiorno Presidente, afferma che “nonostante sia una campagna elettorale difficile, provo entusiasmo perché trovo accoglienza e calore”. Il candidato che ha basato la sua campagna elettorale sul concetto del recupero del rapporto tra cittadini e politica lancia un appello agli elettori molto chiaro: “Ho basato queste settimane sulla rappresentanza, sulla presenza casa per casa, famiglia per famiglia. Il mio cammino l’ho iniziato e lo continuerò in questi ultimi giorni ancora più intensamente. Ora chiedo a voi di sostenere questa azione oltre il 24 e 25 febbraio”. Con il coraggio di un giovane capace e caparbio, Marino Fardelli che in queste settimane ha scelto la sobrietà e il rispetto dell’ambiente, si lascia andare ad alcune considerazioni: “Siamo arrivati quasi al termine, nella consapevolezza di aver riacceso il motore della partecipazione. Abbiamo riscoperto la condivisione di valori indissolubili. Molti elettori proprio in queste ultime settimane hanno deciso di uscire dal torpore degli ultimi mesi e di partecipare, consapevoli che saremo chiamati tutti ad una scelta che determinerà il domani del nostro territorio”. L’appello per lo sprint finale, è diretto soprattutto agli indecisi: “Abbiamo l’obbligo morale di spendere ogni energia continuando, così come abbiamo fatto finora, a spiegare a tutti coloro che sono ancora indecisi, che la posta in palio è veramente alta. Dobbiamo dare il segnale chiaro ed inequivocabile che noi cittadini ci siamo”. Marino Fardelli invita dunque a non restare a casa e “a non lasciare ad altri le decisioni che interessano le nostre vite e la nostra terra, piuttosto a recarsi a votare e a farlo con la libertà di scegliere il miglior rappresentante per il bene della provincia”. L’agenda di Fardelli è colma di impegni fino alla serata di venerdì.