Centrale a carbone di Civitavecchia, domani Legambiente partecipa a presidio al Ministero dell’Ambiente

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Rinaldo Sorgenti ha detto:

    Davvero anacronistica questa avversione preconcetta, strumentale e fuorviante al Carbone, il primo combustibile utilizzato al Mondo e soprattutto in tutti i Paesi più ricchi e sviluppati del Pianeta per la produzione elettrica, quel bene fondamentale alla base del benessere e dello sviluppo conosciuto dai Paesi avanzati nell'ultimi secolo.

    Ma come si fa a demonizzare un modernissimo impianto come quello di TorValdaliga Nord, che è al top della tecnologia mondiale, visitato da tecnici da tutto il mondo per constatarne la validità?

    Le emissioni di tale impianto sono la metà di quelle previste ed autorizzate dalla restrittiva normativa europea per tali impianti produttivi ed invece di compiacersene, questo viene demonizzato.

    Se si volesse dare un minimo di "logica" ai concetti espressi nell'articolo qui sopra, bisognerebbe allora invocare la dismissione di qualsivoglia attività produttiva ed anche soprattutto le emissioni dovute al traffico veicolare (impedendo la circolazione in tutto il Lazio, ma che dico in tutta Italia, Europa, Mondo e poi anche le cospicue emissioni dovute al riscaldamento civile e poi quelle di numerose attività produttive industriali, ma anche quelle dovute all'agricoltura e … "felicemente" tornare indietro nei secoli alle miserevoli condizioni di vita precedenti alla rivoluzione industriale!!!

    Quanto indicato nell'articolo lascia intendere che non si abbia il minimo di conoscenza di cosa voglia dire produrre elettricità e l'importanza di questa, illudendosi magari che la si possa alternativamente produrre dal Solare FV e dall'Eolico, in un Paese peraltro e fortunatamente poco ventoso come il nostro.

    Insomma, demagogia e disinformazione in … libera uscita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *