Pensionato 62enne in manette, in casa custodiva un arsenale di armi da guerra e comuni

6 marzo 2013 0 Di admin

Nell’ambito dei controlli sul rispetto delle norme che disciplinano la detenzione delle armi, disposti dal Comando Provinciale di Campobasso, i Carabinieri della Stazione di Civitacampomarano, unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Larino, hanno perquisito l’abitazione di D.P.G., 62enne pensionato del luogo, rinvenendo e sequestrando un vero e proprio arsenale illegalmente detenuto, tenuto in perfetta efficienza, composto da :
una pistola semiautomatica “Mauser” cal. 7,65 dell’anno 1937, completa di 5 serbatoi;
un revolver di fabbricazione tedesca dell’anno 1920, con marca, calibro e matricola illeggibili;
un revolver di fabbricazione statunitense marca “Iver Johnson Arms & cycle works” dell’anno 1920 con calibro e matricola assenti;
2 revolver marca “Smith & Wesson”, con calibro e matricola assenti;
2 balestre, rispettivamente marca “Browning” e “Archery sport”;
2 caricatori per fucile M1 Garand completi ciascuno di 5 cartucce traccianti cal. 7,62 NATO;
1 nastro per mitragliatrice con 44 bossoli cal. 7,62 NATO;
oltre 4000 munizioni da caccia di vario calibro e marca;
906 cartucce per pistola di vari calibro e marca;
5 metri di miccia detonante.
L’uomo è stato arrestato per detenzione illegale di armi e munizioni da guerra e comuni e, su disposizione della Procura di Larino, sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.