Pietro Mennea, la “Freccia del Sud” ricordato da un Barlettano

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. vincenzo ha detto:

    Caro Salvatore
    sono veramente commosso della lettera che hai scritto sull’amicizia che da noi è stata intesa in senso positivo e non fondata sull’individualismo possessivo -produttivistico.
    la nostra è stata una vera amicizia personale condivisa sin da piccoli e con le persone a noi più care, un’amicizia vera senza discontinuità, libera, nel senso che non ci è mai stata imposta da nessuno, ma motivata, nel senso che si è fondata sulle qualità e volontà intelligente di noi amici tra questi includo anche Adriano, difficilmente altri potranno capire il senso della stessa e dei giorni belli trascorsi come Tu stesso hai ricordato.
    Ti ringrazio per essere venuto a Roma e ci sentiamo a presto dal Tuo amico Vincenzo.

  2. vincenzo ha detto:

    Attenzione agli sciacalli che si fanno passare per parenti o per conoscenti ma che di pietro mennea non conoscono nulla e non possono raccontare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *