Nubifragio del 17 giugno, chiesto lo stato di calamità a San Giorgio a Liri

4 luglio 2013 0 Di admin

Dopo il violentissimo nubifragio che lo scorso 17 giugno ha flagellato il territorio del comune di San Giorgio a Liri, causando notevolissimi danni a privati e commercianti, in particolar modo al settore agricolo, l’amministrazione comunale, su proposta dell’assessore dottor Pasquale Ciacciarelli, ha chiesto ufficialmente alle Autorità competenti che vengano riconosciuti e risarciti i danni subiti.
“Il disastroso evento meteorologico di giugno – ricorda l’assessore Ciacciarelli – ha causato conseguenze disastrose per il paese, in particolare nelle zone rurali con danni alle strutture aziendali agricole, alle macchine da lavoro, agli allevamenti zootecnici, alle derrate, ai foraggi, agli impianti serricoli e alle colture in campo aperto”.
Il notevole danno subito è stato già manifestato in municipio da agricoltori ed imprenditori agricoli operanti nel comune di San Giorgio a Liri i quali hanno evidenziato che il danno va ad aggiungersi al drastico momento di crisi economica nazionale generale che sta mettendo in ginocchio le aziende agricole.
Danneggiamenti sono stati causati anche al patrimonio pubblico in particolare cedimenti del manto stradale.
“Confidiamo nel riconoscimento dei danni subiti ed il loro risarcimento – conclude Ciacciarelli – perché sussistono i presupposti necessari e perché il Comune non ha la capacità finanziaria di fronteggiare da solo le spese necessarie a fronteggiare le emergenze che si sono determinate”.
La richiesta è stata trasmessa alla Regione Lazio e alla Prefettura di Frosinone e, per conoscenza, a tutti gli enti interessati.