Macchina rimossa, addetto al carroattrezzi aggredito a Lanciano. L’Ira del sindaco Pupillo

6 settembre 2013 0 Di redazione

“Con uno sforzo non indifferente, – scrive in una nota stampa il sindaco di Lanciano Mario Pupillo – da diverse settimane la Polizia Municipale è impegnata nell’opera di rimozione dei veicoli per consentire la pulizia delle strade della nostra Città.
Nello specifico sono state elevate più di 200 contravvenzioni e più di un centinaio sono stati i veicoli rimossi soltanto nell’arco dell’ultimo mese.
Anche su questo aspetto, quindi, del decoro cittadino e della qualità della vita, peraltro intimamente connesso ai noti negativi effetti dell’abbandono indiscriminato delle deiezioni canine, l’Amministrazione comunale ha inteso dare un forte segnale di convinta adesione alle istanze di quei cittadini che si mostrano sensibili all’igiene ed alla pulizia degli ambienti collettivi.
Per questo motivo, il sindaco Pupillo condanna, con sdegno, l’aggressione ricevuta stamani, verso le ore 6:30, dal titolare della ditta che, in Via Spataro, al seguito degli operatori della polizia municipale, stava rimuovendo i veicoli in divieto di sosta con il proprio carro attrezzi.
Si tratta di un gesto, indiscutibilmente incivile, ma che denota pure un assoluto quanto incomprensibile dispregio per le persone che lavorano per il bene ed al servizio della collettività.
L’aggressore, rifiutatosi di accollarsi gli oneri della rimozione del proprio veicolo che ostacolava l’azione della spazzatrice, ha ritenuto di poter sferrare un pugno al conducente del carro attrezzi, procurandogli lesioni guaribili in 15 giorni. La presenza degli operatori di P.M. ha evitato più gravi conseguenze ed è costata al ventenne M.G. una denuncia a piede libero per lesioni personali, violenza e resistenza a pubblici ufficiali.
Nello stigmatizzare l’evento dannoso, come ogni altra azione che si ponesse d’intralcio alle operazioni volte a garantire la regolarità del servizio di nettezza urbana, il sindaco torna ad appellarsi al senso di responsabilità di tutti ed a chiedere il rispetto delle norme disciplinanti il conferimento dei rifiuti e la massima collaborazione con chi si prodiga quotidianamente per rendere migliore la nostra Città”.