pubblicato il17 ottobre 2013 alle 09:07

Discarica abusiva di rifiuti speciali sequestrada dalla Forestale ad Ortona

Convalidato dal GIP del Tribunale di Chieti il sequestro di una discarica abusiva di rifiuti speciali, eseguito nei giorni scorsi dal Corpo Forestale dello Stato in località Madonna della Croce, zona rurale del Comune di Ortona.
Nel corso di un’attività operativa a tutela dell’ambiente, il personale del Comando Stazione di Ortona ha sottoposto a sequestro un’area di 35 mila metri quadrati, nella quale erano depositati rifiuti solidi speciali di varie tipologie, per un quantitativo superiore a cinquecento metri cubi: rifiuti provenienti dal settore edilizio, rottami ferrosi, pneumatici, carcasse di autoveicoli, container, materiale plastico e materiali riconducibili ad espianti di vigneti.
Sono state deferite alla Procura della Repubblica di Chieti due persone, proprietarie del terreno, e sono ancora in corso accertamenti tesi ad individuare i soggetti che, a vario titolo ed a più riprese, hanno concorso alla realizzazione e gestione della discarica.
Si elude la normativa di settore, che impone a chiunque gestisca rifiuti o siti di deposito specifiche autorizzazioni, si determina un potenziale rischio di inquinamento del suolo e delle falde acquifere sottostanti, causato dall’azione degli agenti atmosferici sui rifiuti abbandonati in modo incontrollato, si creano desolanti spettacoli che, forse più di ogni altra cosa, sviliscono il bene ambiente.
rifiuti-ortona

faccedivita.it

forestale-rifiuti-ortona

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07