pubblicato il16 novembre 2013 alle 20:21

Il papà di Nicholas Green scrive al Puntoamezzogiorno ringraziando Cassino: “Abbiamo lasciato un pezzetto di Nicholas con voi”

“Gentili Signori, – scrive in una nota a Il Punto a Mezzogiorno Reginald Green, il papà di Nicholas, il bimbo di sette anni ucciso nel 1994 in Sicilaia in un tentativo di rapina – Grazie per aver aggiunto un ulteriore attestato di benevolenza all’incontro che ho avuto con i membri del consiglio comunale della vostra calorosa ed amichevole cittadina – e, tra l’altro, con il proprietario della gelateria Green Garden e sua moglie, la cui generosità di cuore li fa sentire vicini a Nicholas”. Appena qualche giorno fa, la coppai statunitense che commosse il nostro paese per la triste vicenda e per la generosità dimostrata nel donare gli organi del figlio per salvare bambini italiani, ha fatto dono di un quadro alla città di Cassino. La città Martire, infatti, si è legata alla vicenda dando ad una piazza proprio il nome del piccolo Nicholas. “Da parte mia, sento che mia moglie Maggie ed io abbiamo lasciato un pezzetto di Nicholas con voi, esattamente come penso al Campanile dei Bambini come ad un pezzo dell’anima dell’Italia presso le coste dell’Oceano Pacifico. La campana centrale fu donata da Papa Giovanni Paolo II e le altre 140 campane provengono da tutto il mondo, ma principalmente da famiglie italiane che volevano solamente dire ‘grazie’ al piccolo Nicholas. Cordiali Saluti”.
Reg Green

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07