Corsa campestre, il Cus si candida anche per i campionati italiani del 2015

19 marzo 2014 0 Di admin

Una delegazione del Cus Cassino, unitamente al rettore Attaianese e a Loredana Vittiglio, ha partecipato nei giorni scorsi ai campionati italiani master di corsa campestre che si sono svolti a Mercato San Severino. Il Magnifico e il presidente del Cus Carmine Calce, unitamente ad Agostino Terranova e al dirigente sportivo Cus Sergio Calce – che hanno anche preso parte alla gara – hanno avuto modo di testare l’organizzazione dell’evento. «L’idea – spiega il professor Calce – è quella di portare tale competizione nella città di Cassino il prossimo anno in vista dell’appuntamento con i campionati mondiali del 2016». Proprio nella città martire, lo ricordiamo, si terranno difatti tra due anni i campionati mondiali di corsa campestre. L’ufficialità, com’è ormai noto, è giunta alla fine del 2013 durante il vertice della Fisu a Bruxelles in eurovisione su Eurosport. «È un progetto – spiega il rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – che abbiamo concepito in occasione dei Cnu e che portiamo avanti. Un lavoro di sinergia tra mondo accademico, sportivo e istituzionale che proietta l’Università sulla città e la città su di noi. La nostra vittoria è il riconoscimento del lavoro che viene da lontano, dai Cnu. Sono state premiate le nostre capacità organizzative. Sarà un’altra grande occasione per la città. Se con i Cnu – riferisce ancora Attaianese – abbiamo realizzato la pista di atletica ora possiamo ampliare l’offerta degli impianti sportivi con la creazione di un sistema di piste ciclabile e pedonale che vanno da uno all’altro punto di sviluppo della città: il nuovo ospedale e la Folcara». Della ricaduta infrastrutturale che potrà esserci sulla città parla anche il presidente del Cus Carmine Calce: «Con i Cnu abbiamo migliorato l’offerta degli impianti sportivi, questa è un’altra grande opportunità per la città. Con i campionati mondiali di corsa campestre del 2016, oltre ad avere i migliori atleti universitari del mondo a Cassino, siamo certi di lasciare un segno tangibile della nostra attività sul territorio. Proprio per tale motivo ci candidiamo ad ospitare anche i campionati italiani nel 2015: un evento propedeutico in modo da farci trovare preparati per i mondiali 2016». Il verdetto sarà noto entro la fine del 2014.