Basket: La Virtus TSB Cassino cede, 62-56, a Rimini

9 dicembre 2014 0 Di redazionecassino1

Ancora una volta la terra romagnola è risultata avara di soddisfazioni per i colori rossoblu. E dopo la sconfitta in Coppa Italia dello scorso anno , adesso è arrivata la sconfitta incredibile per com’è maturata , ma giusta nei contenuti e nell’esito Contro i Crabs di Rimini. Tutto giusto dunque, Rimini si porta a casa l’intera posta con merito, dal momento che Trionfo e soci devono soltanto recitare il mea culpa per una partita letteralmente buttata alle ortiche!
Una occasione sprecata di incamerare altri due punti in classifica e non sono ammissibili giustificazioni allorquando in due quarti interi di gioco , terzo e quart,gli uomini di Vettese hanno realizzato la miseria di 18 solo 18 punti. Pazzesco.
Eppure la partita era stata gestita con acume tattico ineccepibile dal coach cassinate , che ricordiamolo doveva far fronte all’assenza di due pezzi da novanta, Castelluccia ed Ingrosso ed aveva un Valentino a mezzo servizio, allorquando alla fine del secondo minitempo le due squadre andavano negli spogliatoi sul 38 a 31 per i cassinati.
Ma dal tunnel degli spogliatoi uscivano due squadre completamente diverse. I riminesi gettavano il cuore oltre l’ostacolo ,mentre Ausiello e compagni sprecavano in modo ridicolo diverse occasioni di gestire il vantaggio ma soprattutto perdevano la bussola del match intestardendosi in giochi senza costrutto. Purtroppo il braccino corto del tennista é la sindrome che attanaglia questo team con scarsa personalità negli uomini chiave nei momenti
decisivi , ed ha avuto la meglio.
Certo questa è la sensazione che lascia questa partita al cronista e ci sarà molto da lavorare per coach Vettese, molto da lavorare, perché questa è una sconfitta che lascia il segno.
Gli ultimi due quarti sono la fotografia esatta di una squadra che si è disunita in modo pueril, affidandosi unicamente alle conclusioni dalla distanza e mai è andata a combattere sotto le plance . Certamente Ingrosso e Castelluccia sono assenza pesantissime ma non possono bastare a giustificare la debacle della quarta frazione, solo 7 punti realizzati in 10 minuti.
Ma ovviamente la scofitta cassinate è anche figlia di altre considerazioni numeriche . Come ad esempio i punti della panchina che per Cassino sono stati solo 2 mentre 12 per Rimini. Rimini ha fatto canestro 6 volte da seconde opportunità a differenza di Cassino che ha segnato solo 1 volta ; Rimini ha fatto canestro 6 volte da palle perse cassinati mentre Cassino 1 sola volta.
Un match brutto , bruttissimo da vedere .
Il terzo quarto è stata la chiave dell’incontro, quando pian piano Rimini ha rosicchiato punti alla truppa sgangherata cassinate , fino a portarsi sulla sirena sul 48 a 49 con una incredibile tripla di tabella da 8 metri di Perin…. Un macigno sulle mani tremanti di Trionfo e compagni che completano la scellerata gestione della partita nel quarto quarto.
Il commento della quarta frazione è imbarazzante, il festival degli errori e degli orrori ; Cassino segna solo con Trionfo un canestro nell’area ,con Ausiello da 8 metri e con Colonnelli due liberi , il resto è scandalosamente da cestinare.
“Rimini porta a casa due punti con il 9% da tre punti ed il 39 % da due , ma ha tirato dal campo dieci volte più di noi, sono esterrefatto. Uomini come i nostri non possono mostrare queste lacune emotive. Sono estremamente deluso!” Il commento di un avvelenato (eufemismo , ndr) Leonardo Manzari, DT della formazione cassinate. “Sapevo che non sarebbe stato facile ma abbiamo sprecato un’occasione incredibile per dare un altro senso alla nostra stagione, e sarà difficile smaltire questa delusione!”
Sulla stessa lunghezza d’onda coach Vettese. ” Abbiamo scherzato con il fuoco e ci siamo scottati. Abbiamo giocato da squadra di serie D e molti se non tutti faranno bene a riflettere sul latte versato perché stavolta l’abbiamo fatta grossa!”
La BPC Virtus Cassino tornerà in campo martedì per preparare la gara interna contro Eurobasket Roma di sabato prossimo.

Rimini – BPC Virtus Cassino 62- 56
Parziali: 18-20, 31-38, 48-49
Crabs Rimini: Perin 15, Tassinari 14, Cercolani 8, Biordi 5, Crotta 8, Meluzzi 2, Perez 2, Aglio 4, Marengo 2, Hadzic 2. All Galli
Virtus Cassino: Trionfo 13, Colonnelli 11, Sgobba 7, Ausiello 17, Vergara 6, Salzillo, Busico, Valentino 2, Di Mambro, Fowler. All Vettese