Giorno: 16 gennaio 2015

16 gennaio 2015 0

Blitz nel laboratorio del confezionamento delle dosi, sequestrati a Latina 300 grammi di hashish

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Questa mattina la Squadra Mobile della Questura di Latina, ha arrestato in località SEZZE BARROVECCHIO Jose Luis, cittadino italiano di 22 anni, all’esito della perquisizione delegata dalla Procura della Repubblica di Latina (sostituto procuratore dott.ssa Simona GENTILE). Gli investigatori della sezione antirapina dopo un prolungato appostamento nelle vicinanze dell’abitazione dell’arrestato hanno fatto irruzione all’interno della villetta rinvenendo 300 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish nonché tutto l’occorrente per il confezionamento della stessa (bilancino di precisione, bustine per confezionamento e la distribuzione della droga). Gli investigatori della Squadra Mobile sono arrivati ad individuare BARROVECCHIO in quanto utilizzatore di un telefono cellulare rapinato ad un coetaneo la scorsa estate. Grazie all’analisi dei tabulati telefonici ed alla localizzazione in tempo reale dell’apparato cellulare è stato possibile individuare il luogo di abituale dimora dell’arrestato. Una volta appurato che fosse all’interno della propria abitazione, gli uomini della Polizia di Stato sono piombati all’interno rinvenendo la sostanza stupefacente sequestrata. D’accordo con il sostituto procuratore dott.ssa Daria MONSURRO’ l’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Latina in attesa della convalida.

16 gennaio 2015 0

Schianto tra tre auto a Latina, una finisce nel canale

Di admin

Si scontrano tre auto e una finisce con il suo carico umano nel canale dove l’acqua era profonda 4 metri. Solo la prontezza e la professionalità dei vigili del fuoco di Latina hanno evitato che l’incidente avvenuto questa notte all’incrocio tra via Congiunte e via Tor Tre Ponti potesse avere un bilancio drammatico. Al loro arrivo i pompieri si sono adoperati per soccorrere la persona coinvolta nel pauroso incidente stradale si trovava nel canale e non riusciva a risalire sulla strada a causa dei folti rovi presenti in quel punto ed anche perchè gravemente ferito. L’ espertissimo Capo Partenza Nazzareno Berti con l’ausilio dei suoi 5 uomini ha provveduto nell’ immediatezza con l’ ausilio della strumentazione “da taglio” ad aprire le lamiere dell’ autovettura con l’ occupante al suo interno e quindi a liberarlo dalle lamiere che lo imprigionavano al suo interno. La stessa operazione tecnica e di grande professionalità è stata condotta anche per l’ intervento su una seconda autovettura, una Toyota Aveio, che si trovava sulla carreggiata. Anche in quel caso l’automobilista è stato affidato alle cure dei sanitari del 118. Successivamente, quindi, con l’ausilio dell’autoscala, i Vigili del Fuoco hanno provveduto a raggiungere l’autovettura Golf che si trovava nel canale ribaltata con la fiancata destra nell’acqua ed al cui interno vi era una persona ferita. L’occupante della Golf, un uomo, è stato portato al di sopra della sede stradale con l’autoscala per essere poi consegnato ai Sanitari del 118. Il sinistro stradale ha visto il coinvolgimento di una terza autovettura, una Fiat Punto, che si trovava sulla carreggiata, sollevata su un palo di cemento armato della linea aerea dell’Enel abbattuto durante lo schianto. Recuperata la Golf dal canale con l’ ausilio dell’ Autogru dei Vigili del Fuoco. L’ intervento dei Vigili del Fuoco di Latina è iniziato alle 2.20 circa di questa notte e si è concluso alle 6.50.

16 gennaio 2015 0

Investito in bicicletta a Cassino, 75enne fuori pericolo di vita

Di admin

Sta meglio l’anziano travolto oggi pomeriggio da un’auto in via Garigliano a Cassino. Il 75enne che abita a poca distanza dal luogo dell’incidente, trasportato in ospedale con un trauma facciale e altri traumi, è stato sottoposto ad una serie di accertamenti che hanno permesso di scongiurare preoccupanti ipotesi fatte inizialmente. L’uomo, quindi, è stato considerato non in pericolo di vita. Gli uomini della polizia stradale del distaccamento di Cassino hanno effettuato i rilievi del caso.

16 gennaio 2015 0

Anziano in bicicletta travolto a Cassino, è grave

Di admin

Era in sella alla sua bicicletta quando, per cause ancora al vaglio degli agenti della polizia Stradale è stato investito da una Lancia Y10. A Rimanere gravemente ferito, oggi pomeriggio in via Garigliano a Cassino è un uomo di circa 70 anni. Alla guida della vettura c’era una donna del posto. Lei è rimasta illesa, ma l’anziano ciclista è stato trasportato d’urgenza in ospedale a Cassino dove resta ricoverato in prognosi riservata.

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

16 gennaio 2015 0

“O mi dai i soldi o chiamo un amico”, albergatore di Frosinone minacciato da 38enne

Di admin

Si presenta alle prime ore di questa mattina una donna di 38 anni presso un albergo del capoluogo dove qualche mese prima aveva pernottato.

La donna si rivolge al portiere chiedendo con insistenza del denaro.

Di fronte al determinato rifiuto del dipendente della struttura ricettiva, la trentottenne reagisce con pesanti minacce “se non mi dai i soldi faccio arrivare un mio amico e di qui non esci vivo”.

Non demorde la donna che con aggressività inveisce contro l’uomo allo scopo di ottenere il denaro.

Ancora qualche tentativo e l’uomo riesce a farla uscire dall’albergo.

La donna, ancor più minacciosa, sale sulla sua auto e a grande velocità si allontana.

Il portiere, intimorito, allerta la Sala Operativa della Polizia di Stato.

L’auto viene rintracciata anche con l’ausilio dell’Arma dei Carabinieri.

Il controllo sull’auto consente di accertare che la donna viaggiava senza patente e con assicurazione scaduta in compagnia di un pluripregiudicato.

La trentottenne è stata denunciata per tentata estorsione e sanzionata per violazione alle norme del codice della strada.

16 gennaio 2015 0

Pretende soldi dal figlio e gli sfascia la casa, a Sonnino arrestato padre 58enne

Di admin

Ha forzato il portone d’ingresso della casa del figlio distruggendo mobilio, suppellettili, porte e finestre. Protagonista della vicenda è un padre 58enne di Sonnino. L’uomo, R. A. pretendeva dal figlio alcuni soldi per un credito che vantava. Le urla e il baccano nella casa hanno allarmato il vicinato che ha chiamato i carabinieri. Al loro arrivo, i militari, hanno trovato l’uomo ancora particolarmente esagitato e, di fronte aquanto già fatto e a quant’altro ancora minacciava di fare, lo hanno arrestato. Il danno procurato nella casa del figlio si aggira intorno ai 25mila euro.

16 gennaio 2015 0

Associazione mafiosa, pena esecutiva per 50enne di Ss Cosma e Damiano

Di admin

Tre anni, cinque mesi e 29 giorni di carcere, questa la pena diventata esecutiva per Ettore Mendico, 50 anni di Santi Cosma e Damino condannato per associazione di tipo mafioso. I fatti per i quali l’uomo è stato condannato al carcere risalgono al 2001 quando i carabinieri di Latina furono impegnati per contrastare l’azione malavitosa dell’associazione per delinquere di cui faceva parte lo stesso Mendico. L’uomo è stato accompagnato in carcere a Cassino.

16 gennaio 2015 0

Servizio idrico: il Comune chiede l’attuazione della legge regionale N°5/2014. L’acqua deve essere bene comune

Di redazionecassino1

“Con la mozione approvata ieri chiediamo con forza il completamento dell’iter riguardante la Legge Regionale n. 5 dell’aprile 2014.” A dichiararlo il Sindaco del Comune di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha voluto spiegare il contenuto di quanto approvato ieri in Consiglio Comunale. “A quasi un anno – ha continuato Petrarcone – dall’approvazione di tale legge, che ricordiamo è l’unica legge ad aver recepito il risultato del referendum 2011 sulla ripubblicizzazione dell’acqua, riteniamo di fondamentale importanza passare alla fase attuativa con l’approvazione degli ambiti di bacino idrografico. Tale percorso doveva trovare attuazione nei sei mesi successivi all’approvazione della Legge Regionale 5/2014. Cosa che non è avvenuta e proprio per questo il Comune di Cassino, con gli altri 38 comuni firmatari della Legge, ha presentato insieme al forum dei movimenti per l’acqua una proposta di definizione dei nuovi ambiti di bacino idrografico contestualmente ad una convenzione tipo da stipulare per il processo di ripubblicizzazione. Per questo il sindaco e l’intero Consiglio Comunale di Cassino chiedono con forza al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ed all’assessore competente Refrigeri, ai consiglieri regionali di affrontare la nuova proposta di legge all’interno del Consiglio Regionale con l’obiettivo di raggiungere l’ambizioso primato di essere la prima regione in Italia che, oltre a recepire la volontà dei cittadini espressa con il referendum del 2011, rende operativo il nuovo modello di gestione pubblica e partecipata del servizio idrico integrato.” Sulla questione è tornato anche il consigliere comunale Andrea Velardocchia che ha ribadito e chiarito ulteriormente quanto già fatto presente ieri nel corso della seduta di Consiglio Comunale. “Andando controcorrente rispetto a quello che è l’orientamento del Legislatore Nazionale alla regione lazio ci può essere una vera e propria inversione di tendenza nell’ottica della ripubblicizzazione dell’acqua questo grazie alla Legge Regionale 5 del 2014 emanata recependo il referendum propositivo di cui Cassino è stato uno dei comuni protagonisti. Basti pensare che il nostro è dei 39 comuni firmatari quello più grande, ma cosa più importante unico in tutta la Provincia di Frosinone. Questo sottolinea come, attraverso il nostro sindaco, questa Amministrazione ha sempre ribadito nella consulta d’ambito la propria volontà, anche votando in tal senso, per la risoluzione del contratto con Acea, battendosi sempre contro l’aumento delle tariffe idriche. Ora alla Legge Regionale dovrà seguire una legge di attuazione che, ridisegnando gli ambiti di bacino, potrebbe portare alla possibilità, non solo di difendere il nostro acquedotto comunale, ma di togliere all’ente gestore anche la gestione degli impianti delle periferie. A tal proposito è importante il ruolo che sta giocando anche in seno alla Regione Lazio il coordinamento provinciale per l’acqua pubblica con cui la nostra Amministrazione sta lavorando per attuare tutte le politiche volte a riportare l’acqua ad essere un vero e proprio bene comune.”

16 gennaio 2015 0

“Gli eventi di fine ‘700 nell’Alta Terra di Lavoro”, domani alla Sala Restagno

Di redazionecassino1

“Sabato avremo l’occasione di ripercorrere la storia che ha caratterizzato il nostro territorio e Cassino nel periodo in cui la città faceva parte del Regno di Napoli.” Con queste parole l’assessore alla cultura, Danilo Grossi, ha presentato il convegno dal titolo “Il 1799 in alta Terra di Lavoro. Gli eventi che sconvolsero il Lazio meridionale” che si terrà sabato 17 gennaio a partire dalle ore 16.30 presso la Sala Restagno del Comune di Cassino. “Quello di sabato – ha continuato Grossi – è un appuntamento importante che ci permetterà di rievocare gli accadimenti connessi alla nascita e al dissolvimento della Repubblica Napoletana nel corso del 1799, considerando, in particolar modo, le vicissitudini della popolazione del Lazio meridionale che, in quel frangente, ebbe a subire patimenti inenarrabili da parte dei soldati giacobini che, scappando dal Napoletano incalzati dalle masse della Santa Fede del Cardinale Ruffo, si dirigevano verso Roma e il nord d’Italia. Come è noto, infatti, nel 1799 Cassino (all’epoca San Germano) venne occupata dalle truppe di Napoleone. Ne scaturì un periodo di forti scontri che riguardarono proprio il nostro territorio, con le truppe francesi che, ritirandosi da Napoli, devastarono i territori che erano stati occupati dagli oppositori, tra cui anche la città di Cassino. Un punto di vista diverso, dunque, da quello solitamente privilegiato dalla cosiddetta storiografia ufficiale, poco conosciuto e, soprattutto, poco indagato. Un appassionante convegno a cui avremo la possibilità di assistere grazie all’impegno di Claudio Saltarelli e Claudio Evangelista che hanno proposto ed organizzato l’iniziativa di sabato. Un evento di carattere nazionale che riguarda la nostra terra e che vedrà tre distinte relazioni illustrate dal giornalista Fernando Riccardi, da Edoardo Vitale, magistrato e diretto de ‘L’Alfiere’ e da Pietro golia, editore di Controcorrente.”

16 gennaio 2015 0

Ancora furti a San Vittore, ne fa le spese un uomo uscito per accudire la madre

Di admin

Furto in casa, questa notte a San Vittore del Lazio. A farne le spese di uno dei tanti raid ladreschi che continuano a ripetersi nel cassinate, è stato un uomo di 50 anni di San Vittore del Lazio. Ieri sera, la madre cardiopatica che abita nella casa a fianco, ha accusato un malore e, per questo, il 50enne ha deciso di non lasciarla sola e di dormire da lei. Questa mattina all’alba, però, si è accorto che mancava la sua auto, un’alfa 147. Raggiunta la sua abitazione, si è accorto che il balcone era stato forzato. Nel giardino l’immondizia era stata sparsa come per un ulteriore sfregio da parte dei ladri. All’interno mancavano televisori, orologi, oggetti di valore e anche abbigliamento. Ancora una volta, quindi, un cittadino ha fatto le spese del passaggio indisturbato sul territorio cassinate di malviventi.

Ermanno Amedei