pubblicato il19 novembre 2015 alle 20:59

L’impianto di Compostaggio a Piedimonte spaventa tutto il territorio. Lotta a suon di carte bollate

Piedimonte San Germano – Il fronte del “no” all’ impianto di compostaggio è compatto a Piedimonte San Germano è emerso in maniera decisa nel corso dell’ assemblea popolare che si è svolta nella contrada Ruscito. Ad intervenire le associazioni Pesmons,  Amici della campagna,  Gioacchino Ferdinando, il sindaco di Piedimonte Enzo Nocella, altri esponenti dell’ amministrazione comunale e i gruppi consiliari. Presenti tantissimi cittadini, rappresentanti del consorzio del peperone dop e alcuni legali, tra i quali l’avvocato Panzera. In questa fase la cittadinanza sta facendo i conti con la sentenza del Tar dei mesi scorsi favorevole al progetto presentato della società Ares che si occupa di trattamento rifiuti, presentatrice del progetto. L’impianto che potrebbe sorgere a Ruscito risulta essere imponente e numerosi sono stato coloro che a varie ragioni si sono opposti. Attualmente si attende la pronuncia del Consiglio di Stato dopo la costituzione della Regione Lazio alla quale si aggiungeranno in queste ore il comune e gli altri enti attori della questione.
Natalia Costa

faccedivita.it
© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07