Giorno: 11 marzo 2016

11 marzo 2016 0

La scrittrice Licia Troisi sarà a Cassino per incontrare gli studenti

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO- La scrittrice Licia Troisi sarà domani, sabato 12 marzo, a Cassino. Autrice di romanzi fantasy particolarmente apprezzati da un pubblico vasto, Licia Troisi è romana e oltre alla passione per la scrittura, si è dedicata agli studi universitari di astrofisica. Sarà ospite nella città martire con un’iniziativa nata in collaborazione tra Itis E. Majorana e libreria Mondadori. La scrittrice animerà un dibattito con gli studenti a partire dalle ore 11.00 nella sala della scuola Di Biasio. Parteciperanno delegazioni di studenti, insegnanti e appassionati del genere letterario. In particolare la discussione verterà sul romanzo della Troisi, edito nel 2008, dal titolo “i Dannati di Malva”. N. C.

11 marzo 2016 0

Gregge di pecore nell’area di divieto di pascolo a Nocione, interviene la Finanza

Di admin

Cassino – Gregge di pecore sorpreso a pascolare nell’area sottoposta a divieto di pascolo di Nocione. La guardia di Finanza di Cassino sta valutando la posizione di un allevatore del cassinate il cui gregge è stato sorpreso al pascolo dai militari nella famigerata area di Nocione a Cassino da tempo al centro di indagini per interramenti di rifiuti e per l’elevato grado di inquinamento. Il comune di Cassino da alcuni anni ha disposto il divieto di pascolo e di coltivazione e già due settimane fa alcuni rotoloni di fieno sequestrati, sono stati portati via da ignoti. E’ di questi giorni la notizia della riapertura del caso da parte della procura della Repubblica di Cassino e l’attenzione anche degli inquirenti è tornata alta sulla zona. I militari sono risaliti al proprietario del gregge e si sta valutando in queste ore la sua posizione. Er. Amedei

11 marzo 2016 0

Gli allievi del II Istituto Comprensivo partecipano al concorso “I love my city”

Di redazionecassino1

Cassino – I temi della legalità e della prevenzione saranno al centro del Concorso “I love my city” indetto per gli allievi delle scuole di Cassino. “Anche i ragazzi di Cassino parteciperanno al Contest I Love My City 2016, di James Fox. Un’iniziativa destinata agli studenti che ha l’obiettivo di educare e sensibilizzare le nuove generazioni, ma anche gli adulti, sui temi delle legalità e della prevenzione.” A dichiararlo l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, a seguito dell’iscrizione, effettuata dalla dottoressa Antonella Falso, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Cassino II, degli alunni delle scuola primaria Enzo Mattei, di quella di Caira e della scuola secondaria di primo grado G. Conte. “James Fox – ha continuato Grossi – è il personaggio scelto per questa iniziativa. Possiamo definirlo il superamico della sicurezza che utilizzando un linguaggio giovanile parla ai ragazzi avvalendosi di strumenti interattivi e multimediali con l’obiettivo di sensibilizzarli sul tema della sicurezza. Un’azione allo stesso tempo di prevenzione per rendere la città in cui si vive sicura e senza rischi. attività interattive e multimediali, porta avanti, infatti, il suo sogno di vivere in una città sicura e senza rischi. Il concorso si articola in più fasi. A partire dalla formazione in classe, che sta svolgendo nel corso di questo mese, durante la quale alunni ed insegnanti conosceranno direttamente gli agenti speciali della Squadra JFox che, con strumenti tecnologici ed interattivi come televoter, sistemi cross mediali ed interazioni con social network, affronteranno con loro i temi della sicurezza stradale e della legalità. Dopo di che si passa alla fase operative con le olimpiadi della sicurezza che prevedono una serie di missioni chiamate ‘RIM – Rimbalza Il Malintenzionato’ che, con l’aiuto di genitori, parenti, amici, gli studenti dovranno affrontare per diventare agenti della squadra JFox. Infine si svolgeranno le fasi eliminatorie del concorso sicurezza con un quiz che darà la possibilità ai ragazzi di qualificarsi tra le 8 città che parteciperanno alla finale regionale previste per il prossimo 27 maggio al teatro Brancaccio di Roma. Una sfida impegnativa che vedrà i nostri ragazzi confrontarsi con gli studenti di altre 16 città della Regione Lazio. Come detto tra queste solo 8 passeranno alla fase successiva ed avranno la possibilità di vincere l’ambito trofeo della sicurezza regionale 2016. Mi complimento con la dottoressa Antonella Falso per aver colto questa opportunità e iscritto i propri alunni ad una manifestazione altamente educativa che favorisce lo sviluppo di modelli di comportamento socialmente responsabili. Un concorso che premia la legalità ed i comportamenti corretti utilizzando strumenti vicini alle sensibilità giovanili. Sono certo che i nostri ragazzi sapranno ottenere grandissimi risultati.”

11 marzo 2016 0

Assegnati al Distaccamento di Cassino nuovi Vigili del fuoco

Di redazionecassino1

Cassino – Assegnati dal comando di Frosinone i primi contingenti di richiamo di vigili del fuoco volontari che prenderanno servizio presso la sede distaccata di Cassino. Lo aveva anticipato nelle scorse settimane un comunicato del sindaco Petrarcone ed è notizia di questa mattina l’arrivo delle prime unità a servizio del nostro territorio. “Un passo importante che giunge a coronamento di un percorso che la nostra amministrazione porta avanti da tempo per evitare il ridimensionamento della sede distaccata dei Vigili del Fuoco di Cassino. Un segnale che testimonia l’attenzione per il cassinate e allo stesso tempo la volontà di implementare un servizio a tutela dei cittadini. I Vigili del Fuoco di Cassino svolgono un ruolo chiave all’interno del nostro territorio costituito da diversi comuni montani che ogni anno durante l’estate subiscono incendi per lo più dolosi. La sede di Cassino dista 54 km dalla sede centrale di Frosinone. È evidente, quindi, che se gli interventi dovessero provenire esclusivamente da quest’ultima, potrebbero generarsi ritardi fisiologici che possono risultare fatali. Il tutto senza dimenticare che nel cassinate insistono diversi insediamenti industriali, tra cui Fca, oltre che l’Abbazia di Montecassino che ogni anno richiama migliaia di turisti. Un depotenziamento avrebbe significato mettere a serio rischio un territorio vastissimo”. Questo primo passo denota un’inversione di tendenza e rappresenta un aspetto fondamentale per scongiurare ogni ipotesi di ridimensionamento del Distaccamento di Cassino – prosegue la nota di Petrarcone – verso il nostro territorio. “Bisogna proseguire su questo percorso finalizzato innanzitutto all’efficienza, ma soprattutto al potenziamento di un distaccamento, quello dei Vigili del Fuoco di Cassino, che serve un territorio di importanza strategica”

11 marzo 2016 0

Scosse di terremoto. Epicentro in prossimità di Terelle

Di redazione

Due scosse di terremoto sono state rilevate oggi dall’Ingv nella provincia di Frosinone. Registrate alle ore 12.26 e alle 12.30 e di magnitudo 2,2 e 2,1. L’epicentro è stato localizzato in prossimità di Terelle , Belmonte Castello, Villa Santa Lucia, Sant’Elia Fiumerapido e Cassino. Nelle scorse ore scosse sismiche sono state rilevate anche nel canale di Sicilia e in provincia di Reggio Calabria. N. C. Immagine d’archivio

11 marzo 2016 0

Operazione “Dama nera 2”, 19 arresti tra imprenditori, dirigenti e funzionari di Anas Spa

Di admin

Roma – Operazione “DAMA NERA 2” Dalle prime ore dell’alba, oltre 250 Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno dando esecuzione a 19 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal GIP del Tribunale di Roma, nei confronti di dirigenti e funzionari di ANAS SPA ed imprenditori titolari di aziende appaltatrici di primarie opere pubbliche. Il provvedimento cautelare odierno è stato emesso dal competente Tribunale di Roma sulla scorta delle risultanze delle investigazioni esperite dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma – Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma.

In particolare, la comparazione degli elementi indiziari scaturenti dalle indagini tecniche e dall’esame del copioso materiale probatorio sequestrato durante le operazioni di polizia effettuate nell’ottobre dello scorso anno – nell’ambito della nota operazione DAMA NERA, allorquando vennero eseguite n. 10 misure cautelari personali – consentiva di accertare come il sistema corruttivo individuato non si limitasse agli imprenditori e dirigenti ANAS già arrestati, bensì potesse agevolmente considerarsi “sistemico”, arricchendosi di nuovi ed inquietanti episodi.

Sono 36 gli indagati coinvolti nell’odierna operazione di polizia, convenzionalmente denominata DAMA NERA 2, che ha consentito di individuare: – nuovi episodi illeciti, perpetrati dal medesimo sodalizio criminale, disarticolato nel decorso ottobre 2015; – ulteriori dirigenti e funzionari ANAS SPA, coinvolti, a vario titolo ed in accordo con importanti imprenditori di caratura nazionale, in fattispecie criminose di corruzione, turbata libertà degli incanti, autoriciclaggio e favoreggiamento personale. Più nel dettaglio, gli episodi corruttivi individuati sono risultati essere finalizzati a favorire l’aggiudicazione di gare d’appalto a determinate imprese, a velocizzare l’erogazione dei relativi pagamenti, a sbloccare i contenziosi in essere (ai sensi dell’art. 240 del D.Lgs. n.163/06, già art. 31-bis della legge 109/94 – cd. Legge MERLONI), a consentire la disapplicazione di penali riguardanti l’esecuzione di pubbliche commesse, ad assicurare indebiti indennizzi in relazione a procedure di esproprio, ovvero ad agevolare l’ottenimento di fondi maggiorati illecitamente.

Il mercimonio della pubblica funzione e la sistematicità dell’asservimento della medesima sono stati i tratti essenziali che hanno caratterizzato, per anni, l’operato dei pubblici funzionari infedeli oggi arrestati. In cambio degli illeciti servizi prestati, abusando dei poteri derivanti dall’incarico ricoperto, i dirigenti ANAS SPA e gli esponenti politici indagati hanno ottenuto utilità e/o provviste corruttive dai titolari di aziende, affidatarie di commesse di opere pubbliche di interesse nazionale. E’ stata accertata la corresponsione, da parte degli imprenditori, di provviste e/o utilità corruttive, in favore dei dirigenti ANAS SPA e dei politici coinvolti, pari a circa 800.000 euro, sottoposti a sequestro con l’operazione odierna.

Le investigazioni hanno consentito di accertare, tra l’altro, come siano stati falsati importanti appalti pubblici: dall’itinerario basentano (compreso il raccordo autostradale Sicignano- Potenza) alla SS 117 Centrale Sicula – quest’ultima cofinanziata dalla Regione Sicilia – entrambi aggiudicati nel 2014, alla SS 96 Barese e alla SS 268 del Vesuvio, arterie stradali aggiudicate nel 2012, arrivando sino a turbare la gara per la realizzazione della nuova sede ANAS di Campobasso, opera aggiudicata nel 2011. In tale articolato illecito contesto, secondo ipotesi investigativa, il politico indagato, in virtù del ruolo istituzionale ricoperto, ha garantito al titolare di un’importante impresa la nomina di un presidente di gara “non ostile”, tant’è che – effettivamente – l’imprenditore si aggiudicava l’importante appalto in Sicilia. Analogo ruolo di intermediazione è stato contestato ad un legale romano, oggi tratto in arresto, quale intermediario, per conto di un’azienda romana, nella corresponsione all’indagata ACCROGLIANO’ Antonella di una provvista corruttiva pari a euro 10.000 a fronte della facilitazione nell’erogazione di pagamenti, nonché per lo sblocco di contenziosi in essere con l’ANAS SPA. Emblematica la sintesi operata dal competente G.I.P. nel suo provvedimento: “un marciume diffuso all’interno di uno degli enti pubblici più in vista nel settore economico degli appalti”, reso ancora più “sconvolgente” dalla facilità di intervento del sodalizio per eliminare una penale, aumentare interessi e facilitare il pagamento di riserve, nonché, ancora più grave, far vincere un appalto ad una società “amica”, a discapito di altre risultate più meritevoli. Sulla scorta dei consistenti elementi probatori raccolti, in data odierna, gli specialisti del G.I.C.O. hanno dato esecuzione ai seguenti provvedimenti emessi dal Tribunale e dalla Procura della Repubblica di Roma: ordinanza di custodia cautelare personale – in carcere ed agli arresti domiciliari, nei confronti di:

1. ACCROGLIANÒ Antonella – cl. 1961 – domiciliare;

2. BOSCO LO GIUDICE Concetto Albino – cl. 1963 – domiciliare;

3. CERASI Emiliano – cl. 1967 – domiciliare;

4. COLAFELICE Giuseppe – cl. 1958 – domiciliare – attualmente all’estero;

5. COSTANZO Francesco Domenico – cl. 1962 – domiciliare;

6. DE GROSSI Oreste – cl. 1956 – carcere;

7. FERRANTE Antonino – cl. 1961 – domiciliare;

8. LAGROTTERIA Sergio Serafino – cl. 1967 – carcere;

9. LOCONTE Vincenzo – cl. 1956 – domiciliare; 1

0. MISSERI Carmelo – cl. 1956 – domiciliare;

11. MUSENGA Andrea – cl. 1953 – domiciliare;

12. PARISE Elisabetta – cl. 1972 – domiciliare;

13. PARLATO Giovanni – cl. 1967 – carcere;

14. RICCIARDELLO Giuseppe – cl. 1947 – domiciliare;

15. ROSSI Vito – cl. 1950 – domiciliare;

16. SPINOSA Giovanni – cl. 1957 – domiciliare;

17. TARDITI Paolo – cl. 1957 – domiciliare;

18. VALENTE Antonio – cl. 1961 – domiciliare;

19. VITTADELLO Sergio – cl. 1937 – domiciliare,

per i reati di corruzione per l’esercizio della funzione e per atto contrario ai doveri d’ufficio [artt. 110, 318 e 319 c.p.], turbata libertà degli incanti (art. 353 c.p.), autoriciclaggio (art. 648-ter, comma 1, c.p.), favoreggiamento personale (art. 378 c.p.) e truffa (artt. 640 – comma 2 – punto 1) e 61 nn. 7-9 c.p.);  sequestro per equivalente delle somme corruttive, allo stato accertate, fino a concorrenza di circa 800.000 euro. Oltre n. 50 le perquisizioni effettuate in Lazio, Sicilia, Calabria, Puglia, Lombardia, Trentino Alto Adige, Piemonte, Veneto, Molise e Campania: passate al setaccio anche le sedi ANAS di Roma, Milano e Cosenza. Nel corso delle operazioni di p.g. odierne sono stati sottoposti a sequestro ulteriori 225.000 euro in contanti.

11 marzo 2016 0

Sequestrate 142 bombole di gpl a un rivenditore abusivo ad Atina

Di admin

Atina – La Tenenza della Guardia di Finanza di Sora, nel corso di un controllo in materia di accise e a tutela della legalità nel commercio su aree fisse, ha individuato un operatore commerciale con sede fissa che, nel Comune di Atina (FR), vendeva bombole di g.p.l. a vari clienti in assenza della prescritta autorizzazione amministrativa. I prodotti, costituiti da 142 bombole di g.p.l. pari a complessivi kg. 1.470,00, erano depositati all’interno di un locale utilizzato per il deposito e la vendita.

L’attività commerciale era rivolta ai cittadini quale vendita al dettaglio in sede fissa e, poiché avveniva senza i preventivi controlli amministrativi, generava una situazione di potenziale pericolo per la collettività. La violazione amministrativa accertata è sanzionata dall’articolo 22 del D.Lgs. 114/98 ed è sanzionata con pena pecuniaria da un minimo di €. 5.000,00 ad un massimo di €. 30.000,00. Gli atti sono stati inviati al Comune di Atina, quale Autorità competente all’irrogazione della sanzione amministrativa prevista.

11 marzo 2016 0

Il Movimento 5 Stelle in Tour dei Veleni. A Cassino anche Di Battista

Di admin

Cassino – Sabato a “5 Stelle” quello di domani a Cassino dove il Movimento di Grillo ha fissato una tappa del Veleni Tour. A Cassino i rappresentanti delle associazioni ambientaliste esporranno le criticità della zona ad un gruppo composto da Alessandro Di Battista, le portavoci in Regione Valentina Corrado e Silvana Denicolò, e in Europa Dario Tamburrano. Dopo questa tappa si svolgerà, in piazza Diamare, l’agorà pubblica alle ore 11:30. Il programma trtatto dal Profilo facebook “Movimento per Cassino a 5 Stelle”: “Il Veleni Tour partirà alle 9.30. Protagonisti in questa seconda tappa i luoghi del Cassinate, ove si incontrano degrado e reati ambientali, una zona di confine tra la Regione Lazio e la Regione Campania che a ben vedere appare come l’anello di congiunzione tra la terra dei fuochi e la terra dei veleni. Il luogo di partenza sarà la Stazione FS di Cassino. Da lì un pullman accompagnerà i Portavoce presenti e i cittadini attraverso i luoghi avvelenati. Da Cicerone faranno i tanti attivisti appartenenti ai Meetup locali che studiano da anni le problematiche ambientali che affliggono la nostra Terra. L’arrivo in pullman nella zona industriale circoscritta all’inceneritore di San Vittore del Lazio per dimostrare le criticità dei tanti impianti abbandonati e del degrado ambientale in cui versa un territorio che apparentemente è abbandonato dai controlli e dalle Istituzioni. A pochi passi in linea d’aria passeremo accanto all’ex Latermusto, anch’esso abbandonato e al centro di una contesa giudiziaria che sembra interminabile, luogo rimasto pieno di veleni da bonificare. Percorrendo la Casilina giungeremo nel territorio di Cassino e nel comparto industriale, dove incontreremo i Comitati che avranno l’occasione di spiegarci le criticità che vivono sulla loro pelle da anni. Alle ore 11:00 presso la località Cerro, dove visiteremo prima la zona industriale e poi ci fermeremo nei pressi dell’ex Marini. Dopo questa tappa si svolgerà, avanti la chiesa di S. Antonio, l’agorà pubblica alle ore 11:30. Qui, noi del meetup Movimento per Cassino a 5 stelle accoglieremo il tour continuando a dar luce ai tanti problemi territoriali. Si ripartirà poi per arrivare a Piedimonte San Germano dove gli attivisti del meetup locale insieme ai comitati ci racconteranno la lotta che stanno facendo contrari all’impianto di compostaggio che ormai sembra prossimo alla costruzione. Infine il pullman ci accompagnerà a Roccasecca dove a gran voce chiederemo di mettere in atto tutte le azioni necessarie a sospendere l’attività di smaltimento rifiuti della discarica di Cerreto e la messa in sicurezza del sito. Scopo dell’evento è quello di accendere un focus su un problema che attanaglia la quotidianità di tutti i cittadini, senza la presunzione di avere la soluzione in mano”.

11 marzo 2016 0

Basket: Big match al Soriano di Atina, la Virtus affronta una lanciatissima Scauri

Di redazionecassino1

Dopo il week end di sosta per la disputa delle finali Nazionali di Coppa Italia a Rimini, riprende il campionato di serie B edizione 2015-16 e nel girone C del terzo campionato nazionale di pallacanestro va in scena la decima giornata di ritorno di una regular season avvincente che ancora deve assegnare le piazze che vanno dal secondo posto all’ottavo per la definizione della griglia play off per una post season che si annuncia quanto mai ricca di pathos. Si perché ormai certa è la posizione di Eurobasket Roma prima in classifica e maggior indiziata / candidata alla vittoria finale per la qualificazione alle final four di Montecatini che assegneranno i 3 posti per la serie A2 del 2016-17. Dicevamo che va in onda la decima di ritorno e la BPC Virtus Cassino si appresta ad affrontare la forte Scauri che arriverà ad Atina in posizione privilegiata di classifica e soprattutto lanciatissima per la conquista di uno dei posti al sole per la seconda parte di stagione . Cassino invece dopo la sosta romagnola del campionato inizia il rush finale di campionato con un calendario niente affatto semplice infatti a fronte di ben 4 impegni casalinghi sui sei da disputare , la compagine rossoblù dovrà affrontare tutte formazioni che lottano per i piazzamenti play off. Scauri, Eurobasket Roma, SCAFATI, Empoli, CATANZARO, Palermo. Questi in rapida successione da qui alla fine di Aprile , con in maiuscolo gli impegni fuori casa , gli avversari che la banda Vettese dovrà affrontare per guadagnarsi il miglior posto al sole possibile forte del bottino finora accumulato di 34 punti in classifica che valgono il quarto posto in condominio con Palermo che proprio all’ultima di campionato farà visita ai cassinati. La sosta di campionato è giunta propizia per Carrizo e soci per ricaricare le pile ma da mercoledì scorso gli uomini con la V rossoblù sul petto hanno ripreso confidenza con l’agonismo infatti la BPC Virtus Cassino è stata protagonista di una amichevole di lusso contro un avversario di prestigio , la Benacquista Latina allenata da coach Franco Gramenzi . L’amichevole giocata , come detto mercoledì sera , al Pala Latina Basket è stata vinta dalla Virtus Cassino, che è riuscita a battere una squadra di categoria superiore come la Benacquista per 95 a 92. Il punteggio è stato azzerato al termine di ognuno dei periodo di gioco ma alla fine la somma dei punti ha dato la vittoria ai cassinati, che tra l’altro si sono aggiudicati tre dei quattro parziali giocati. Il primo si è chiuso sul 17-21, il secondo sul 24-25, mentre il terzo (l’unico favorevole ai pontini) sul 29-26. L’ultima frazione ha sorriso nuovamente alla Virtus (22-23). In casa pontina sono tornati in campo Mosley, Uglietti e Ihedioha, che nei giorni scorsi avevano avuto qualche problema mentre Tavernelli si è fermato dopo il primo quarto a causa di una distorsione che sarà rivalutata nelle prossime ore. Per la Virtus invece una partita molto convincente, utile ad alzare ancora di più il morale e ad iniziare al meglio , come detto , la volata per il finale di regular season con buone indicazioni per coach Vettese che ha fatto a meno di Lovatti indisposto per una forma di sindrome influenzale fastidiosa ma che ha trovato buone risposte dalle seconde linee . Il Basket Scauri , prossimo avversario della BPC Virtus Cassino, dal canto suo , vola sulle ali dell’entusiasmo dopo la brillante affermazione casalinga ottenuta ai danni di Stella Azzurra Viterbo, principale concorrente per una posizione nei piani alti della griglia play-out a questo punto di stagione e dunque particolarmente affamata di punti . I viterbesi invece sono stati annichiliti dalle straripanti prestazioni del lungo più forte del campionato, Simone Bagnoli, che ha letteralmente dominato contro i pari ruolo stellini che al suo cospetto hanno ammainato ogni velleità . Alla fine 26 punti, 18 rimbalzi oltre a 41 di valutazione per lo scaurese. Insieme a lui sta emergendo Santiago Boffelli, che si è subito inserito nel gruppo e non sta assolutamente accusando il doppio salto di categoria, anzi sta dimostrando di meritare ampiamente la serie B, dove si è subito imposto per la sua saggezza e la sua duttilità tattica nonché per il suo mettersi a disposizione della squadra . Boffelli è giocatore capace di prendersi le proprie responsabilità nei momenti topici del match e fino ad ora sta viaggiando a 21,5 punti di media e oltre il 45% da tre punti. Sono numeri che hanno fatto subito dimenticare Ariel Svobida, che a Scauri era stato preceduto dalla fama di ottimo giocatore, ma che ha lasciato più di un dubbio oltre ad alcun rimpianto, non avendo dato quel che si sperava. Sarà sicuramente una partita tutta da vedere. Broker Basket Scauri non partirà affatto battuto anzi ,libero da particolari insidie mentali e sulle ali dell’entusiasmo della vittoria di domenica con il sostegno di un pubblico magnifico, potrebbe contribuire a dare un dispiacere alla squadra virtussina . Società cassinate che nel frattempo ha ufficializzato l’ingaggio in qualità di Team Manager di una leggenda del basket benedettino , Furio De Monaco , Il quale torna a vestire la casacca rossoblù dopo un anno dalla vittoria nel campionato nazionale di serie C che ha sancito l’ingresso nel terzo campionato nazionale da parte della città martire. Queste le parole della presidentessa della BPC Virtus Cassino , la dottoressa Donatella Formisano “Sono orgogliosa e felice per il ritorno di Furio De Monaco nella Virtus Cassino , in un ruolo importante , di prestigio e di grande responsabilità! È la persona giusta , nel posto giusto….al momento giusto!” ha commentato il massimo dirigente di Via Tommaso Piano , che poi ha continuato ”Le strade tra la Virtus Cassino e i suoi atleti, come accade normalmente in tutte le società e per tutti i giocatori , si possono dividere , ma , da parte della Virtus Cassino, non viene mai meno il rispetto per le persone, per gli atleti che hanno indossato la maglia rosso blu, per il contributo che hanno dato in campo e anche fuori , lontano dal parquet di gioco. Ecco perché è facile ritrovarsi. Il ritorno di Furio De Monaco non è altro che la conferma dei preziosi rapporti umani a cui la Virtus Cassino fa sempre riferimento !”. Per l’occasione sono stati designati due arbitri lombardi , Marco Liberali di Cardano al campo in provincia di Varese e Simone Somesini di Manerba del Garda in provincia di Brescia. Palla a due come al solito al Soriano di Atina , alle ore 18.00 .

11 marzo 2016 0

Basket Serie B femminile: Contro Bull BK Latina sconfitta al fotofinish per la NB Sora 2000

Di redazionecassino1

Nella gara valida per il turno infrasettimanale del campionato di Serie B, la NB Sora 2000 viene sconfitta al fotofonish. Una volenterosa Sora, brava ancora una volta a dare tutto fino all’ultimo secondo. La partita si risolve all’ultimo secondo con la Bull BK che riesce ad essere più lucida nel concitato finale vincendo 48-49. Alle locali restano le recriminazioni di un’altro arbitraggio anomalo, che ha inciso in modo determinante sull’esito finale della gara. Nelle ultime fasi di gioco il cuore e il carattere non bastano. Grande partita al PalaPanico vinta dalla Bull BK in volata su una NB Sora 2000 che non ha mai mollato per 48-49. All´inizio polveri bagnate da entrambe le parti e si segna pochissimo. Sono le ospiti ad andare in vantaggio con un break di 0-4 al quale rispondono subito le padroni di casa riaccorciando le distanze. Le pontine giocano con grande controllo e sfruttano con micidiale abilità il di back door, segnando diversi canestri da sotto complici anche diverse disattenzioni della difesa sorana. Il primo periodo è un botta risposta da ambo le parti e si conclude con il parziale 10-14 per le ospiti. Il secondo quarto riparte sulla falsa riga del primo. Le ospiti provano ad alzare la difesa pressando e raddoppiando ma le ragazze di coach Bifera, sono brave a muovere la palla e trovano canestri facili da sotto con Lazzarino e Triveri che producono break, subito ricucito però dalle ragazze pontine. E sulla stessa falsariga all´insegna dell´equilibro si arriva all´ intervallo 24-27 per le ospiti. La terza frazione parte con un piccolo calo delle padroni di casa, soprattutto disattenzioni difensive regalano canestri facili da dentro l´area delle ospiti che allungano fino ad arrivare a 7 lunghezze di vantaggio, ma le ragazze di Bifera non demordono e guidate dal duo Jordan, Triveri riducono le distanze fino a 1 lunghezza di svantaggio al 7’. Nelle fasi finali del periodo Sora diventa più prepotente, recuperando palloni importanti andando a canestro prima su i tiri liberi di Tedesco e successivamente con Jordan chiudono in vantaggio il periodo con il punteggio di 36-35. Con questo punteggio si inizia l´ultimo periodo: all´ inizio gli ospiti riprendono subito margine andando sopra di 3 lunghezze e coach Bifera è costretto a chiamare time out. Nonostante la giornata poco felice della coppia arbitrale, su alcune decisioni in vari episodi della gara, che provoca la rabbia del coach sorano beccandosi un tecnico, la sua formazione, da quel momento inizia la rimonta che lottano su ogni pallone. Arrivano a 1 minuto dalla fine a meno 1 con il canestro e fallo subito dalla Triveri. Si gioca con il fallo sistematico e si arriva a 7 secondi sul punteggio di meno 1 e due tiri liberi per le pontine che sbagliano entrambi, ma le locali non ne approfittano facendo suonare la sirena sul punteggio di 48 a 49 con un forte amaro in bocca. Nel prossimo turno la NB Sora 2000 scenderà in campo sabato 12 marzo alle 19.30 in casa del Athena BK

N.B. SORA 2000 48 BULL BK LATINA 49 Parziali: (10-14, 24-27, 36-35)

SORA: Jordan 13, Ricercato 4, Boccia, Alonzi, Quadrini 5, Lazzarino 4, Tedesco 1, Casinelli 8, Triveri 13, Di Battista. All. Bifera LATINA: Pompei 16, Antonini, Conte, Salvucci 2, Rinaldi, Bambini 6, Marcelli 2, Kolar 10, Auzou 6, Fusari 17. All. Carlaccini Arbitro: Valleriani e Zaccari di Ferentino