pubblicato il21 aprile 2016 alle 20:04

Peschereccio scomparso, la Capitaneria lo sta cercando anche con mezzi aerei

La moglie del Capitano ha lanciato l’allarme quando non ha ricevuto la solita telefonata dal marito

Formia – Il mistero del peschereccio scomparso si infittisce. A 24 ore dalla sua partenza dal porto di Formia, ancora nessuna traccia che possa indicare che fine abbia fatto il natante e, soprattutto, le tre persone che componevano l’equipaggio. L

ungo 14 metri e in buone condizioni, è salpato ieri sera dal porto di Formia diretto a sud per una battuta di pesca. Gli uomini della capitaneria di Porto di più compartimenti lo stanno cercando in un vasto raggio del Tirreno in cui un natante con quelle caratteristiche potrebbe essrsi spinto in così poco tempo. A bordo, oltre al capitano 43enne originario di Portici, c’erano un 60enne e un 25enne, entrambi tunisini.

A lanciare l’allarme è stata la moglie del capitano quando non ha ricevuto la solita telefonata che il marito le faceva dopo aver ritirato l’ancora. I soccorritori stanno cercando il natante anche con l’ausilio di mezzi aerei. Il mare ieri sera era piatto.

Er. Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07