Giorno: 21 maggio 2016

21 maggio 2016 0

Giovane madre scompare con figlio di 5 mesi. Ricerche in corso

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Montefiascone (Vt) – Timori a Montefiascone per le sorti di Maria Cecilia Fassine, studentessa 22enne e il figlio di 5 mesi Matteo Arion. Da ieri sera a mezzanotte sono scomparsi entrambi e sono iniziate subito le ricerche coordinate dai carabinieri, a cui partecipano vigili del fuoco e volontari di protezione civile.

I carabinieri hanno diffuiso la descrizione della ragazza: magra, capelli lunghi castani, 165 cm di altezza, indossa un paio di jeans chiari, una maglietta grigio scura, giubbotto nero, segni caratteristici piercing al labbro. Porta con se un bimbo di cinque mesi. “Nel caso di rintracci – si legge in una nota dell’Arma – contattare i carabinieri di Montefiascone 0761/832200”.

Er. Amedei

21 maggio 2016 0

Onde gravitazionali, la scienziata Buonanno accolta a Cassino con i massimi onori cittadini

Di admin

Cassino – Massimi onori cittadini a Cassino, oggi pomeriggio, per Alessandra Buonanno, la scienziata della città Martire che ha partecipato alla conferma dell’esistenza delle onde gravitazionali teorizzate da Albert Einstein. La Buonanno è stata studentessa del liceo Pellecchia di Cassino, prima di intraprendere l’Università e la carriera scientifica che la portata al conseguimento del risultato epocale considerato il più importante degli ultimi decenni. E’ grazie al suo lavoro che lo spazio potrà essere ossrvato diversamente e chissà, forse anche visitato. “Alessandra è un talento di Cassino – ha detto il sindaco Petrarcone – un orgoglio per tutti noi ed un modello per i giovani. Rivolgo i più sentiti complimenti a nome di tutta la città ad Alessandra che grazie al suo lavoro, che sono certo le permetterà di ottenere successi sempre più grandi, ha portato in alto il nome della nostra amata Cassino”.

Ermanno Amedei  

Foto Alberto Ceccon

Articoli precedenti

 

21 maggio 2016 0

Incidente stradale ad Anagni, uno dei quattro giovani feriti è stato trasportato a Roma

Di admin

Anagni – Il giovanissimo rimasto ferito oggi nell’incidente stradale avvenuto alle 13 30 circa sulla via Anticolana tra Anagni e Fiuggi è stato trasportato a Roma.

Le sue condizioni sono gravi a causa di una serie di traumi in varie parti del corpo. Il ragazzo ha circa 20 anni, residente a Roma ma pare fosse diretto a Trivigliano insieme alle due ragazze che viaggiavano con lui sulla Mini Cooper.

La dinamica è stata ricostruita e pare che a causare il terribile schianto tra la Mini Cooper  e la Lancia Ypsilon sia stata un sorpasso azzardato. Coinvolto, ma solo marginalmente, anche un furgone che viaggiava in direzione Fiuggi come la Mini. Sulla Yspilon diretta ad Anagni viaggiava invece una 25enne che stava andando a lavorare a Ceprano.

Ferita, ma non in condizioni serie, è stata salvata dalla cintura di sicurezza e l’airbag. Tutti sono stati trasportati in ospedale a Frosinone, ad eccezione di una delle ragazze ferite che, invece, è stata trasportata a Colleferro. Nel pomeriggio, il giovane è stato trasferito a Roma in condizioni molto serie. Oltre alla dinamica, la polizia locale di Anagni sta valutando anche altri aspetti legati al ragazzo.

Ermanno Amedei

Articolo precedente

21 maggio 2016 0

Furto in abitazione. Arrestate due donne a Frosinone dopo un inseguimento

Di redazione

Questo pomeriggio, in Frosinone, i Carabinieri della Stazione di Giuliano di Roma, traevano in arresto due donne di etnia rom, per furto aggravato in abitazione. Le donne, già censite per reati contro il patrimonio, dopo aver commesso un furto all’interno di un appartamento del capoluogo, si allontanavano a bordo di un’autovettura in direzione della provincia di Latina. I militari operanti, allertati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, iniziavano immediatamente le ricerche, intercettando l’autovettura lungo la SR156 per poi bloccarla dopo un breve inseguimento. Nel corso della perquisizione veicolare veniva rinvenuta la merce oggetto del furto, del valore complessivo di € 3000 circa, restituita successivamente al legittimo proprietario. Le arrestate, dopo le formalità di rito, venivano associate presso la Sezione Femminile della Casa Circondariale di Roma – Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

21 maggio 2016 0

Rinvenuta un’auto magazzino carica di pezzi di ricambi e arnesi da scasso. Irreperibile il proprietario del mezzo

Di redazione

In Cassino, nell’ambito dei servizi svolti per contrastare la recrudescenza di reati in genere e in particolare dei furti di autovetture, i militari del N.O.R.M. della locale Compagnia sottoponevano a sequestro amministrativo un’autovettura di piccola cilindrata, intestata ad un 67enne residente nell’hinterland napoletano, rinvenuta in una piazza del luogo sprovvista di copertura assicurativa. Nel corso del recupero dell’autoveicolo, i militari operanti notavano all’interno del vano portabagagli un grosso borsone di colore nero, all’interno del quale a seguito di perquisizione rinvenivano 10 centraline elettroniche per autovetture, 2 quadri contachilometri e 3 nottolini per la messa in moto di autovetture. Nello stesso vano portabagagli, rinvenivano altresì vari arnesi da scasso consistenti in cacciaviti di varie dimensioni, numerose chiavi a brugola e a tubo, nonché una pompa idraulica di grosse dimensioni. Quanto rinvenuto veniva immediatamente sottoposto a sequestro penale, poiché ritenuto idoneo alla commissione di furti di autovetture, mentre sono in corso accertamenti sull’intestatario dell’autoveicolo che al momento risulta irreperibile.

21 maggio 2016 0

Gravissimo incidente stradale sull’Anticolana a Piglio

Di admin

Anagni – Gravissimo incidente stradale sulla via Anticolana tra Anagni e Fiuggi poco prima  del bivio per Piglio. A scontrarsi frontalmente sono state due auto, una mini Cooper con tre ragazzi, tra cui due giovanissime a bordo, e una Lancia Ypsilon guidata da una ragazza.

Dopo lo schianto la Lancia si é cappottata sul ciglio della strada mentre la Mini é uscita si strada facendo un volo di diversi metri in in campo.

Gravissime le condizioni del conducente.

Articolo successivo

21 maggio 2016 0

Rapina allo Shake Bar di Frosinone, proprietari e clienti immobilizzati

Di admin

Frosinone – Rapina allo Shake Bar, ieri sera a Frosinone. E’ stato un vero assalto quello compiuto da due malviventi con volto travisato e armati di pistola. Il locale è situato sulla superstrada 155 per Alatri e all’interno, poco prima delle 23,  c’erano tre avventori oltre ai proprietari. Sotto la minaccia dell’arma tutti sono stati immobilizzati mentre il malviventi ripulivano la cassa e i portafogli di tutti i presenti. Sono scappati con un bottino di circa 5mila euro. Non appena ne hanno avuto la possibilità, le vittime della rapina hanno lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati gli agenti della questura di Frosinone. Del caso se ne sta occupando la polizia.

Er. Amedei

21 maggio 2016 0

Petrarcone: “L’acquedotto resterà comunale perché lo stabilisce una legge nazionale”

Di redazionecassino1

Cassino – “Non riconsegneremo l’acquedotto comunale ad Acea. Non a chiacchiere, ma grazie all’unica strada percorribile che è quella presentata,frutto di un lavoro durato cinque anni e conclusosi con la delibera 164 dello scorso 4 maggio 2016”. Ha esordito così il sindaco Petrarcone, ieri pomeriggio nella conferenza stampa alla sala Restagno. Lo ha voluto ribadire per sgombrare il campo da “facili e catastrofiche interpretazioni e strumentalizzazioni” e proponendo la firma di una “Dichiarazione di impegno” anche agli altri candidati sindaco affinché l’acquedotto rimanga comunale. “Acea non riavrà gli impianti che appartengono a Cassino ed ai suoi cittadini – ha detto Petrarcone – non perché siamo contro Acea, ma perché già deciso dalla normativa vigente a livello nazionale. L’art. 62 comma 4 della legge 221/2015 – ha spiegato il sindaco – prevede che sia possibile in base ai requisiti di esistenza di fonti qualitativamente pregiate; sorgenti ricadenti in parchi naturali o in aree naturali protette; utilizzo efficiente della risorsa e la tutela del corpo idrico, di mantenere gli impianti, e sotto questo aspetto Cassino è inequivocabilmente in linea con la normativa. A tal proposito basterà ricordare le Terme Varroniane e l’enorme patrimonio idrico fra i più importanti d’Europa”. La riconsegna ad Acea non sarebbe possibile, secondo Petrarcone, anche in ragione del quantitativo di acqua che riceviamo (200 litri/sec.) per caduta rispetto a quello maggiore prelevato ed immesso nell’acquedotto campano (3000 litri/sec.). Quei 200 lt/sec. servono ad alimentare il nostro acquedotto cittadino e sono di proprietà della città di Cassino. La vicenda sicuramente continuerà ad animare il dibattito e sarà, indubbiamente, uno dei “temi caldi” della campagna elettorale, ma pone alcuni interrogativi, soprattutto per quanto riguarda la mancanza dei decreti attuativi della legge regionale n°5/2014 e l’inspiegabile ritardo sull’approvazione di questi da parte della giunta Zingaretti. Sarebbe importante sapere quali misure abbiano messo in atto i rappresentanti eletti nel cassinate in Consiglio regionale per accelerare l’iter procedurale ed applicativo di una legge che potrebbe mettere fine ad ogni controversia fra Enti locali e gestori privati su un bene, come l’acqua, che è pubblico e su cui gli italiani si sono espressi a stragrande maggioranza con un referendum! F. Pensabene