pubblicato il2 maggio 2016 alle 09:35

Basket serie B: La Virtus Cassino vince gara 1 dei quarti di finale contro Scafati

La Virtus Cassino parte con il piede giusto nella prima serie di quarti di finale di questi playoffs del Campionato Nazionale di Serie B 2015-16 al cospetto di un favoloso pubblico che ha sostenuto dal primo all’ultimo secondo i ragazzi di coach Vettese .
Una gara difficile , ostica e soprattutto dai risvolti psicologici molto intricati .
“La prima partita di una serie a tre è sempre complessa” dirà a fine gara , il DS della Virtus, il dott. Leonardo Manzari, “ma noi siamo stati bravi a rimanere concentrati e a non perdere il filo della concentrazione nei momenti topici del match. Siamo stati bravi a non disunirci quando , soprattutto nell’incipit della gara di stasera il canestro avversario appariva pieno di streghe ; siamo stati bravi allorquando la difesa di Scafati (zona , ndr) ha messo a dura prova la pazienza dei nostri attaccanti ; siamo stati bravi infine a controllare il ritorno dei nostri avversari nella quarta frazione . Loro sono molto molto bravi ed hanno risorse perimetrali di difficile contenimento . Per la gara di giovedì prossimo al Pala Mangano di Scafati poi recupereranno anche il loro play titolare (Vincenzo Di Capua, ndr) assente stasera per squalifica” ha continuato il dirigente rossoblù.
Dunque soprattutto con un terzo quarto da urlo , Cassino si prende il primo punto della serie contro Scafati, difendendo il vantaggio del fattore campo e acquisendo la possibilità di chiudere il discorso già giovedì prossimo (5 maggio , ore 20.30 , ndr) al Pala Mangano.
La squadra campana allenata dal bravo coach Iovino rimane attaccata alla ruota della battistrada BPC solamente per i primi 20 minuti di gioco, al riposo lungo il tabellone del Pala Soriano di Atina segna 44 a 37 per i padroni di casa . Poi i “lupi” rossoblù cominciano a serrare i ranghi anche in difesa e lasciano sul posto gli avversari con un allungo poderoso per continuare ad utilizzare metafore ciclistiche , mettendo soprattutto in mostra un ottimo stato di forma. Il parziale del terzo quarto di gioco è 29 a 11 .
Coach Vettese sceglie di partire con Berti , Grilli , Dri , Castelluccia e Ianes . Risponde coach Iovino per i gialloblù ospiti mettendo sul parquet atinate Cucco , Forte , Mlinar , Carrichiello e Sergio .
L’inizio è favorevole agli ospiti, che aprono con uno 0-5 che appare da subito come uno sfrontato schiaffone sulla guancia di Berti e compagni . I bancari però non si disuniscono e subito rispondono con un controbreak di 12-0, chiuso dalla tripla di Castelluccia per il 12-5.
Scafati però si riorganizza subito e torna ad impattare con le triple di Sergio e Cucco, chiudendo la prima frazione sul – 1 , Cassino è sul pezzo grazie anche al buon impatto di Carrizo, 20 – 19 per i padroni di casa.
Nel secondo periodo Lovatti insacca dall’arco per il +6 ma la Scafati che non molla rimane , come detto , agganciata alla ruota dei virtussini . Dicevamo , la truppa di Iovino non molla di un centimetro , pareggiando di nuovo con i soliti Cucco e Mlinar. La BPC comunque tiene in mano il pallino del gioco e trova finalmente dal cilindro della qualità dei suoi effettivi un paio di belle giocate di Grilli, che manda in sollucchero gli spettatori del Soriano e se si unisce al tutto una splendida conclusione in sospensione di capitan Carrizo , la sirena impietosa manda tutti all’intervallo sul 44-37 per i cassinati .
Al ritorno in campo gli uomini di Vettese chiudono il match grazie a un parziale di 13-3 che vale il +17 quando Iovino chiama timeout per parlarci sopra .
Il suo tentativo è però frustrato dalla ferocia agonistica di Berti e compagni . Iovino non riesce a motivare i suoi che non riescono a sbloccarsi, così Cassino sfonda il muro delle 20 lunghezze di vantaggio e mette in cassaforte il primo punto della serie con 10′ di anticipo, rispondendo anche alle critiche arrivate in regular season sulla sua fase difensiva.
L’ultimo quarto si apre sul 73-48 ma è non utile solamente per le statistiche: Scafati recupera terreno con caparbietà e sicuramente è il punto per i campani per riportare ad Atina la serie . Tuttavia la Virtus vince con pieno merito e può già pensare al match point.
“Era fondamentale partire bene” le parole di Luca Castelluccia la forte ala cassinate al termine della gara “per far capire agli altri ma soprattutto anche a noi che oggi iniziavano i playoffs e noi dobbiamo- abbiamo l’obbligo di restare sempre sul pezzo , non si deve mollare di un centimetro , che sia una partita facile o difficile , dobbiamo sempre restare concentrati . Ora andremo a Scafati e non sarà come stasera , loro venderanno cara , carissima la pelle . Faccio i miei complimenti a Cucco , perché ragazzo giovane e di grande talento e giocare con questa tranquillità e con questa personalità è veramente da ammirare “
“Cominciare i playoffs non è mai semplice , c’è sempre di mezzo l’emotività” commenta al termine della gara , la “mente” della Virtus Cassino , Simone Berti “siamo contenti di aver fatto questo tipo di partita contro una squadra ostica , molto ostica che comunque , ricordiamolo , non aveva a disposizione Di Capua . Loro proveranno per tutta la serie a metterla tatticamente sulla zona e sull’aggressività. Noi dobbiamo essere pronti a tutto. Dobbiamo affrontare una partita alla volta con la massima concentrazione “ conclude il toscano.
Dunque la serie è sull’1 a 0 per i cassinati .
Giovedì 5 maggio alle 20.30 il ritorno .
virtus

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07