Giorno: 20 ottobre 2017

20 ottobre 2017 Non attivi

Frosinone, Notte Bianca: orari e mezzi disponibili

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Notte bianca dello spettacolo, dell’artigianato e del commercio si terrà sabato 21 ottobre, a partire dalle 17.30 fino a domenica mattina presto, a Frosinone. Organizzata dall’amministrazione Ottaviani (con il coordinamento dell’assessorato alle attività produttive), con la direzione artistica di Guglielmo Bartoli e il supporto organizzativo del consigliere Enrico Cedrone e di OA comunicazione, la Notte coinvolgerà diverse aree del capoluogo, dando inoltre l’opportunità agli studenti dell’Accademia di Belle Arti, del Conservatorio “Refice”, del “Bragaglia” e dell’”Angeloni” di mostrare, all’intera cittadinanza, il proprio talento e la propria creatività.

A partire dal fulcro centrale – si legge nel comunicato stampa – che sarà quello di via Aldo Moro, dodici in tutto saranno le postazioni che diventeranno altrettanti palcoscenici che punteranno i riflettori sull’arte e l’inventiva degli artisti già in cartellone e di tutti coloro che vorranno mettersi in gioco, proponendo al pubblico la propria performance. La prima location sarà allestita in piazzale De Matthaeis e vedrà protagoniste le sette note; la seconda postazione sarà in piazza Cervini, dove troveremo artisti di strada e clown, musica (dal vivo e con dj set), con gran gala finale. In via Isonzo, saranno di scena scuole di danza, di arti marziali, scherma e palestre, con la presenza della ludoteca. Nella piazza del complesso Magnolia, spazio al cineforum (con autori di ieri e di oggi), al laboratorio di fumetti, pittura, mostre ed estemporanee; sarà presente il truccabimbi. I più piccoli saranno i protagonisti della postazione di piazza Fiume, che ospiterà il mercatino dello scambio del giocattolo oltre a spettacoli di arte varia. Nei pressi della rotatoria del Campo Sportivo, balli di gruppo e sfilata di moda dell’”Angeloni”; nella piazza della Sacra Famiglia si esibiranno gli artisti di strada, che faranno visita anche ai bambini, nel pomeriggio, dell’ospedale “Spaziani”. L’Accademia di Belle Arti, nell’area antistante il palazzo Tiravanti, darà vita a mostre ed estemporanee accompagnate dalla musica dei ragazzi del “Refice”, mentre alla Casa della Cultura “Giuseppe Bonaviri” troveremo all’opera gli studenti del “Bragaglia”. Performance e concerti saranno di scena anche al “Refice” di viale Michelangelo, grazie agli appuntamenti realizzati da studenti e docenti (ingresso libero nell’auditorium “Paris” fino a esaurimento posti), mentre al museo archeologico di via XX settembre si terranno interessanti laboratori per bambini. Presenti stand enogastronomici e di artigianato.

Dalle ore 19.30 alle ore 02.30 del mattino (o, comunque, fine al termine dell’evento) il trasporto sarà assicurato, in modo gratuito, dalle navette. Navetta A: capolinea P.za Gramsci-V.le Marconi-C.so Della Repubblica-V.le Mazzini-Campo Sportivo-inversione-V.le Mazzini-Via.De Gasperi-P.za Gramsci. Navetta B: capolinea P.zza Pertini-P.le Kambo-Via Puccini-Via Fontana Unica-Via Ciamarra-Via Mola Vecchia-inversione-Via Mola Vecchia-Via Ciamarra-Via Marittima-Via Valle Fioretta-P.zza Pertini. Navetta C: capolinea P.le Vienna-V.le Parigi-Monti Lepini-Via Tommaso Landolfi-P.zza S.Acquisto-V.le Tevere-Via Piave-Monti Lepini-Via Tommaso Landolfi-V.le Madrid-P.le Vienna. Il servizio sarà effettuato con soste di attesa non superiori a 15 minuti. L’ascensore inclinato sarà aperto, inoltre, fino alle 2.30 (o, comunque, fino al termine dell’evento).

Infine, per quanto riguarda la circolazione, la Polizia locale di Frosinone ha emesso apposita ordinanza che istituisce il divieto di sosta e di circolazione per tutti i veicoli, all’interno dell’area pedonale, dalle ore 14.30 di sabato fino al termine della manifestazione nelle seguenti strade: via Aldo Moro (dalla rotatoria del Campo Sportivo fino a P.le De Matthaeis); via Po (tratto compreso da Viale Adige a Via Aldo Moro); via Isonzo (tratto compreso da Viale Adige a Via Aldo Moro); via Tagliamento (tratto compreso da Viale Adige a Via Aldo Moro); via Landolfi (da Via G. de Matthaeis fino a Via A. Moro); parcheggio a valle dell’ascensore inclinato; via Veccia. Sarà consentito il transito nelle suindicate strade al personale interessato all’allestimento degli stand e ai residenti non oltre le ore 18.00.

20 ottobre 2017 Non attivi

Al PalaVirtus Cassino primo big match, arriva la Virtus Arechi Salerno

Di redazionecassino1

 

Tanto attese, che in poco tempo non hanno fatto fatica ad arrivare, le quattro partite che diranno molto circa le ambizioni in questa stagione della Virtus Cassino. Del Testa e compagni, infatti, attendono nelle mura casalinghe la blasonata formazione della Virtus Arechi Salerno, che tanto vuole fare bene in questo Campionato Nazionale di Serie B Girone D. Conduzione tecnica magistrale, quella di coach Paternoster, condita dall’esperienza di uomini come Petrazzuoli e Paci, insieme all’estro di giovani promettenti come Babilodze e Cucco in regia. Un cammino, quello della squadra campana, più che positivo all’esordio nel campionato cadetto: due vittorie belle e convincenti contro Battipaglia prima, e Venafro poi, per poi lasciare il passo in casa a Costa D’Orlando. Primo punto che caratterizzerà la partita che andrà in scena sabato 20 ottobre alle ore 18.00, è l’assenza della guardia Valerio Circosta, elemento di indiscusso valore del roster dei suoi, che però come apparso su una nota ufficiale della società nella giornata di ieri, ha rescisso consensualmente il suo contratto prima della citata 4° giornata di regular season. Tra i nuovi volti che andranno ad impreziosire il roster, invece, ci sarà Federico Di Prampero, giocatore classe ’95 che coach Paternoster conosce particolarmente bene, per averlo allenato come under nella stagione 2015/16 ad Agropoli in serie A2.

“Una squadra da rispettare e da tenere d’occhio, perché ci darà tanto filo da torcere” commenta l’assistant-coach e team manager benedettino Furio De Monaco.

“Noi scenderemo in campo come sempre per portare i due punti a casa, e a noi staff tecnico, non influenza minimamente il dover preparare una partita con o senza un elemento in più. Circosta ha il suo valore, ma sicuramente anche gente come Babilodze, Paci, Petrazzuoli, Cucco, sono gente che ha calcato campi importanti e che possono portare da soli la partita sui binari che loro stessi vogliono. Noi, nonostante questo avvio di stagione altalenante, dovuto anche non dimentichiamolo ad un’assenza nella nostra formazione importante come può essere quella di Simone Bagnoli, ce la stiamo mettendo tutta. Stiamo lavorando e abbiamo ribadito la nostra fiducia incondizionata a tutti i nostri ragazzi, e stiamo facendo giorno dopo giorno di tutto per metterli sempre di più a loro agio nelle situazioni tattiche che adesso inevitabilmente vengono a presentarsi. A discapito di questi due brutti passi falsi, non butterei tutto quello che c’è stato in questo inizio di stagione. Abbiamo dato sempre il 100% in ogni campo, abbiamo lottato su ogni pallone e abbiamo sudato ogni volta per portare la partita a casa. Ho ribadito ai nostri ragazzi che ciò che serve adesso, non è fare chissà cosa in più, ma portare un mattoncino in più ciascuno alla causa Virtus, e sono sicuro che sarà difficile per chiunque fermare una squadra importante come la nostra. Con Salerno, come nelle prossime tre partite, sarà difficile, ma a noi tutti le sfide non ci spaventano affatto; da vittoria si costruisce vittoria, e da vittorie importanti, come può essere senza dubbio quella della partita di domani, si consolida ancor di più la sinergia importante tra le tre componenti staff, atleti e tifosi. So che tutti hanno voglia di rivalsa per scacciare via le nubi e i passi falsi fatti in queste prime tre giornate di campionato; questa settimana ci siamo allenati bene, con energia, intensità, impegno e soprattutto con propensione all’ascolto l’uno verso l’altro. Domani abbiamo bisogno di tutti in massa al palazzetto, perchè sono convinto che nessuno voglia perdersi una bella partita come quella di domani”.

Sugli altri campi, sfida importante tra le attuali capoliste del Girone D, con Scauri e Barcellona che si sfideranno al Pala Alberti, mentre Cagliari renderà visita a Venafro, per riprendersi dopo lo stop esterno proprio contro Scauri. Valmontone, nell’altro big match di giornata, sarà ospite a Palestrina, in un derby sentitissimo dalle due tifoserie, con tre ex importanti tra i bianconeri, che avevano vissuto da giocatori di casa le emozioni del Palaiaia: Rischia, Pierangeli e Bisconti. Tiber Roma, che nel secondo anticipo del sabato, affronterà la Stella Azzura Roma di coach Germano D’Arcangeli, ancora con il dente avvelenato per aver ceduto solo allo scadere il passo nella scorsa giornata proprio alla formazione prenestina. Catanzaro ospita Isernia e la Luiss invece sarà di turno a Patti, alla ricerca ancora della prima vittoria stagionale. Ultimo incontro della quarta giornata, la sfida tra Costa D’Orlando e Battipaglia, altre due squadre giovani che ben hanno dimostrato di voler dire la loro in questo avvio di campionato.

Al Palavirtus di via De Feo, invece, andrà in scena BPC Virtus Cassino – Virtus Arechi Salerno, e l’appuntamento è fissato domani con la palla a due alle ore 18:00.

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Banach, Di Poce, Panzini, Petrucci, Del Testa, De Ninno, Guglielmo, Cena, Sergio, Carrizo.

 

ROSTER VIRTUS ARECHI SALERNO: Beatrice, Cucco, Babilodze, Mennella, Datuowei, Bartolozzi, Iannicelli, Paci, Petrazzuoli, Cucco, Leggio.

 

 

20 ottobre 2017 Non attivi

Arrestato dai carabinieri 46enne per detenzione e spaccio di stupefacenti

Di redazionecassino1

Ceccano – La scorsa notte, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla repressione dei reati in materia di stupefacenti, i Carabinieri della locale Stazione traevano in arresto per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente” un 46enne con precedenti per reati tributari. L’uomo, controllato a bordo della sua autovettura, veniva sottoposto a perquisizione veicolare e trovato in possesso di cinque dosi di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare, inoltre, consentiva di rinvenire un bilancino elettronico di precisione intriso di sostanza stupefacente, nonché materiale vario per il confezionamento delle dosi. La droga ed il materiale rinvenuto venivano sottoposti a sequestro mentre il 46enne, a seguito di giudizio direttissimo avvenuto nella mattinata odierna, veniva rimesso in libertà con l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

foto repertorio

20 ottobre 2017 Non attivi

Presentato, in sala Restagno, il progetto della “Rotatoria in via Di Biasio”

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta stamattina, presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, la presentazione del primo intervento di rigenerazione urbana previsto nel piano Cassino Reload. Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro, il responsabile dell’Area Tecnica, Giancarlo Antonelli, e l’artista Shigeru Saito hanno illustrato ai presenti le caratteristiche della rotatoria che sarà realizzata tra via Di Biasio e Viale Bonomi nei pressi della clinica San Raffaele e dell’opera d’arte dello scultore nipponico, appunto, che sarà collocata al centro di essa. In sala oltre ai rappresentanti della CO.GE.CO 2003, l’impresa che si è aggiudicata la gara d’appalto e che sta iniziando i lavori sul posto, anche molti cittadini.

“Questo di oggi non è un punto di arrivo, bensì un nuovo inizio. – ha dichiarato il sindaco D’Alessandro – E’ il primo tassello di Cassino Reload, il piano di rigenerazione urbana che realizzeremo in questi anni. Attraverso la riprogettazione degli spazi urbani vogliamo dare un volto nuovo alla città, migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini, favorirne le relazioni sociali, promuovere le risorse del nostro territorio e riscoprire la nostra identità. Con l’intervento che sarà fatto nei pressi del San Raffaele oltre a riqualificare l’area si migliorerà la viabilità ma soprattutto si garantirà maggiore sicurezza sia per gli automobilisti che per i pedoni.

Saranno realizzati più di 350 metri di marciapiedi lineari più altri 350 metri banchina sulla strada che porta verso il campus La Folcara e quindi la frazione di Sant’Angelo in Theodice. Un primo intervento che senz’altro potrà garantire un livello di sicurezza più alto anche su questa importante arteria della nostra città.

La settimana prossima sarà convocata un’altra conferenza stampa per illustrare il secondo progetto del piano che partirà in tempi brevi, questa volta nel centro della città di Cassino”.

Shigeru Saito ha spiegato, invece, il “concept” della sua opera. “L’acqua è fonte di vita, la principale fonte della vita. Della nostra vita. Di ogni forma di vita. – ha detto lo scultore – La storia di ogni essere umano è stata sempre assieme con l’acqua. E` impossibile formarsi la società umana senza presenza di acqua. Come noi sappiamo, l’acqua è una materia che si presenta in tanti modi, ha tante figure. Sembra una cosa normale che noi abbiamo acqua in abbondanza, vivere in un rapporto di normalità con l’acqua. Sulla Terra, ci sono le zone in cui non hanno il dono di acqua sufficientemente, oppure addirittura hanno inaridito le sorgenti. Al di la della Terra, ancora non abbiamo scoperto nessun’altro pianeta con l’esistenza di acqua in stato liquido. Per questo monumento “ Spread ”(Espansione), l’acqua è presentata nella sua flessibilità e solennità.

Il monumento è stato pensato come un richiamo del nostro compito educativo: coltivare la buona cultura e le virtu` che dobbiamo trasmettere alle prossime generazioni: come si espandono i cerchi delle onde sulla cresta dell’acqua, in tutte le direzioni, e in modo infiniti”.

  

20 ottobre 2017 Non attivi

Crisi Cosilam: i vertici dell’Ente hanno incontrato i sindacati

Di redazionecassino1

I vertici del Cosilam hanno incontrato i sindacati a cui hanno prospettato la situazione di crisi in cui l’Ente versa ormai da anni. Il direttore generale Annalisa D’Aguanno ed il consigliere Marcello Pigliacelli hanno incontrato i sindacalisti Antonio Sessa (Cgil), Raffaele Ercoli (Cisl) e Luciano Ferrara (Uil). Chiuso il confronto che per lunghi tratti ha visto vertici del consorzio industriale e sindacalisti su posizioni diverse, si è deciso di rimandare ogni decisione sugli esuberi al vertice che dovrebbe tenersi, a breve, presso l’assessorato al lavoro della regione Lazio. Un sacrificio occupazionale in nome del risanamento il cui onere si abbatterà, come sempre avviene in questi casi, sui lavoratori.

20 ottobre 2017 Non attivi

Hiv, a Napoli infezioni aumentate del 20%. Tra i più colpiti i giovani etero

Di redazionecassino1

Napoli –  «Nel 2017 abbiamo avuto nella nostra azienda un aumento del 20% dei casi di Hiv rispetto all’anno precedente». L’allarme arriva da Massimo Sardo, dirigente medico dell’azienda ospedaliera dei  Colli di Napoli. Parlando a margine della rappresentazione “Oggi si recita l’HIV” (ultima tappa del progetto “HImoVie”, ideato dall’associazione Arcobaleno Aids con la collaborazione di NPS Onlus e Anlaids sezione Lombardia e Lazio, il patrocinio del Comune e delDipartimento delle Pari Opportunità del Comune di Napoli, il contributo non condizionato di Gilead Sciences), Sardo esprime preoccupazione per una malattia che ancora oggi è molto presente tra i giovanissimi. «Molti dei ragazzi che arrivano da noi hanno meno di 30 anni, e se riuscissimo sempre ad intercettare i nuovi contagi in modo precoce scopriremmo che l’età del contagio è anche più bassa. Del resto ci si espone al rischio del contagio il più delle volte con l’inizio dell’attività sessuale». Lo specialista evidenzia anche che «Oltre la meta dei pazienti arrivano alla nostra osservazione già in fase avanzata di infezione a dimostrazione che il test per l’Hiv è una scelta spesso tardiva e che campagne informative per far conoscere la presenza ancora attuale, e combattere gli episodi discriminatori ancora oggi presenti, sono necessarie». Altro dato che fa riflettere è che tra i pazienti campani «il 47% sono eterosessuali ed il 32% omosessuali a dimostrazione che il virus può colpire chiunque».

Per questo si è pensato ad uno spettacolo teatrale, dedicato agli studenti delle scuole medie superiori, focalizzato sui temi della prevenzione dell’HIV e delle malattie sessualmente trasmissibili. Spettacolo che ad oggi ha coinvolto migliaia di adolescenti delle principali città italiane.

Per Napoli la sede scelta è stata il Teatro Nuovo nel cuore dei Quartieri Spagnoli dove i ragazzi hanno assistito alla messa in scena da parte della compagnia TEATROSEQUENZA di Torino di quanto tratto dal racconto di venti ragazzi sieropositivi che, nel volume “Vivere la sieropositività”, narrano la loro storia e come hanno contratto l’infezione: dalla scoperta ai modi di affrontarlo e curarlo per sensibilizzarli rispetto ad una malattia che, seppur in maniera diversa rispetto ai decenni passati, continua a colpire tantissime persone ogni anno.

«Da almeno 5 anni il trend delle nuove infezioni in tutta Italia non tende assolutamente a diminuire, anzi è fisso (dati Coa- Iss dicembre 2015) intorno ai 4000 casi l’anno; quasi tutte infezioni a trasmissione sessuale ovvero l’84% di tutte le segnalazioni (eterosessuali 43,2%; msm il 40,9%)» precisa Margherita Errico Presidente di NPS Italia onlus. «Le nostre attività prevenzione e di lotta allo stigma da anni si rivolgono agli studenti dei quali né il Ministero dell’Istruzione né quello della Salute si fanno carico con interventi ufficiali e mirati».

Con Napoli si è chiusa l’edizione 2016/2017 che ha visto oltre grande partecipazione non solo all’interno dei teatri ma anche sui canali social, dedicati all’informazione e alla divulgazione del progetto, e al concorso a premi in cui  studenti ed insegnanti di tutta Italia si sono confrontati nel trasmettere e comunicare la loro percezione della malattia.

«Siamo molto soddisfatti dello straordinario successo di HImoVie, che ci conferma ancora una volta che le storie dei nostri ragazzi sono un valido mezzo per coinvolgere gli studenti in una riflessione sui comportamenti a rischio e sull’accoglienza delle persone sieropositive. Per questa ragione contiamo di continuare anche nel 2018 a girare l’Italia e ad incontrare altri giovani» ha dichiarato Stefano Patrucco dell’Associazione Arcobaleno Aids

<<L’idea è stata quella di raccontare, attraverso lo spettacolo, le difficoltà e il difficile percorso di accettazione della malattia di ragazzi coetanei affetti da HIV» ha commentato Roberto Zunino, attore della Compagnia teatrale Teatrosequenza. «Perchè l’AIDS esiste ancora, anche se fortunatamente è più controllabile rispetto al passato, ed è importante continuare a parlarne anche ironizzando sui sentito dire e sulle false informazioni, troppo facilmente reperibili.  Il dibattito che segue lo spettacolo e l’incontro con esperti del settore riporta alla prevenzione e alla consapevolezza di pericoli e accorgimenti da adottare per evitare la diffusione del virus»

«A nome di tutta l’Associazione e della sezione Campania desidero ringraziare la sensibilità dei dirigenti scolastici e dei professori degli istituti Garibaldi, Casanova, Brunelleschi e S. Apostoli e siamo lieti di essere riusciti a raggiungere anche gli studenti delle periferie della città con questa inizitiva» ha aggiunto Margherita Errico Presidente di NPS Italia onlus.

«Ringraziamo chi supporta la nostra Regione, la  Gilead in questo caso, affinché si realizzino  queste iniziative educazionali coerenti con quanto indicato nel “piano nazionale di interventi contro l’HIV AIDS (PNAIDS)” nel quale si fa specifico riferimento alla necessità di mettere in atto strategie finalizzate ad eliminare lo stigma e la discriminazione ancora esistente verso le persone con  HIV. Assicurando le cure, che diventano sempre più efficaci,  ben vengano quindi le sinergie educazionali con il settore di formazione/scolastico» ha concluso Ugo Trama , Dirigente UOD  Politica del Farmaco e Dispositivi  della Direzione Generale della Salute ed il Coordinamento del Servizio Sanitario  Regione Campania

E “HImoVie” non finisce qui: al termine della rappresentazione è stata già annunciata l’edizione 2017/2018 con date e Regioni coinvolte ancora da definire.

20 ottobre 2017 Non attivi

Unione Cinquecittà, il duro attacco di Cinzia De Carolis alla presidenza Mazzaroppi

Di redazione

Il consigliere dell’Unione Cinquecittà, Cinzia De Carolis attacca duramente la presidenza dell’ente e di seguito troviamo la dichiarazione che lei stessa ha fatto in seno al consiglio dei giorni scorsi. “Egregi Sindaci, Egregi consiglieri, le unioni dei comuni, lo dice il nome stesso, dovrebbero “unire”, e non “disunire”, come invece sta accadendo in questi ultimi anni con l’attuale presidenza dispotica e improduttiva, che continuamente sposta le beghe del proprio paese all’interno dell’Unione. Diciamolo francamente- si legge nella dichiarazione – questo ente non naviga in acque tranquille, pertanto, occorre creare le condizioni di un rilancio in uno spirito più collaborativo. Infatti, se si vuole tentare il salvataggio dell’Unione ei Comuni CINQUECITTA, all’interno di questo Consiglio dovrebbe essere ricercata più coesione e maggiore collaborazione, a prescindere dalle maggioranze ed opposizioni dei rispettivi Comuni. Ciò purtroppo non accade, e voi purtroppo ne conoscete benissimo le ragioni. Si continuano a innescare da parte della presidenza situazioni spiacevoli con atteggiamenti aggressivi e litigiosi, mentre invece precipuo compito di un presidente dovrebbe essere quello di mantenere un certo equilibrio tra le parti. Ormai non c’è più spirito di collaborazione tra i membri del Consiglio soprattutto a causa di questa presidenza arrogante e prepotente, che agisce in spregio delle più elementari regole della democrazia e della buona educazione. Per non parlare del grave vulnus alla trasparenza amministrativa che ormai si registra con questa presidenza. Quando un consigliere chiede di ricevere degli atti non può aspettare trenta giorni e subire, peraltro, sommarie e incomplete risposte. Quando parlo di “Consigliere dell’Unione” voglio intendere che qui non esiste opposizione o perlomeno non era mai esistita in passato e se oggi le cose non sono più così è per colpa del Presidente che non ha tenuto distanti e distinti i due ruoli, quello di Presidente e quello di Sindaco. Se oggi l’Unione non gode più della fiducia dei cittadini è per colpa di questa gestione che mi auguro venga cambiata al più presto. Faccio appello a tutti voi, Egregi Sindaci, Egregi consiglieri, al fine di eleggere un nuovo Presidente che rappresenti una svolta, un nuovo modo di gestire questo ente, in modo da rendere il clima più disteso e collaborativo. Occorre – conclude – a mio avviso una persona mite e pacata che rappresenti il Presidente di tutti e non solo di chi non lo contraddice o di chi egli stesso non consideri suo nemico”.

20 ottobre 2017 Non attivi

In fuga con l’auto rubata a Roma, 48enne fermato a Cassino

Di redazionecassino1

CASSINO – Poco dopo la mezzanotte   l’unità operativa  della sottosezione Polizia Stradale di Cassino in servizio lungo l’autostrada A1 all’altezza del km. 667 sud, nel territorio del comune di Villa Santa Lucia (Fr) ha proceduto al fermo  di un’autovettura Fiat 500 con il solo conducente a bordo.

Il 48enne fermato, nato e residente nel napoletano, ha ammesso immediatamente che quell’auto  è  provento di furto, e che gli è stata data in consegna da un cittadino albanese di cui ha sostenuto non conoscere le generalità.

La Fiat 500, al momento della perquisizione, presentava evidenti segni di effrazione sulla portiera e la manomissione dell’impianto di avviamento, con la plancia senza la copertura in  plastica.

Inoltre, al suo interno, sono stati rinvenuti arnesi atti allo scasso oltre che una centralina elettronica aggiuntiva connessa all’impianto elettronico, necessaria per bypassare l’originale centrale esclusa dal sistema per la messa in moto.

L’ uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà , e l’autovettura, effettivamente sottratta ieri al legittimo proprietario nel comune di Roma , gli è  stata restituita.

 

 

 

 

20 ottobre 2017 Non attivi

Sicurezza sul lavoro, Polizia di Cassino tra i lavoratori di domani: gli studenti

Di admin

CASSINO – La Polizia di Stato, nell’ambito della campagna europea “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età”, promossa dall’agenzia europea per la Sicurezza e la salute sul lavoro e dalla Azienda USl di Frosinone – Distretto D, anche quest’anno è presente alla “Settimana della sicurezza europea”, giunta all’undicesima edizione.

Il dr. Alessandro Tocco, dirigente del Commissariato di Cassino, ha accolto favorevolmente l’invito, con la finalità di sensibilizzare i visitatori sull’importante tema della “tutela e sicurezza della salute”, nel più ampio progetto di legalità condivisa e partecipata. Per l’occasione sono stati allestiti stand, con  distribuzione di  materiale informativo e gadget della Polizia di Stato.  Gli spazi espositivi, come ogni anno, stanno riscuotendo notevole interesse e coinvolgimento dei partecipanti. Fari puntati soprattutto sugli studenti, i “lavoratori” del domani, in un percorso formativo della cultura della legalità.Parole di stima  per l’ “encomiabile attività che la  Polizia di Stato svolge sul  nostro territorio a tutela della sicurezza dei cittadini”  giungono dal  responsabile del Dipartimento di Prevenzione cassinate dr. Alessandro Varone.

20 ottobre 2017 Non attivi

Controlli nelle stazioni, a Frosinone foglio di via per giovane con precedenti

Di admin

FROSINONE – Gli agenti della Polfer di Frosinone, nelle scorse ore, hanno denunciato in stato di libertà un giovane uomo destinatario di misura di prevenzione quale Foglio di Via Obbligatorio, che vieta al ragazzo l’ ingresso nel comune di Frosinone per i prossimi due anni.

Invero, il giovane uomo non è affatto sconosciuto alle forze dell’ ordine; infatti, da un approfondito controllo effettuato dagli operatori di Polizia, lo stesso, è risultato autore di numerosi reati contro il patrimonio messi in atto proprio sul territorio ciociaro.

Un plauso va dunque agli agenti del Posto Polizia Ferroviaria di Frosinone per l’ eccellente servizio svolto.