Giorno: 3 gennaio 2018

3 gennaio 2018 0

Palpeggiatore a Termini, infila la mano sotto la gonna di una 30enne: arrestato 27enne

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Ieri sera, poco dopo le 22, una donna di circa trent’anni si è rivolta alla Polizia di Stato  del Reparto Stazione Roma Termini raccontando che poco prima, mentre scendeva le scale mobili che dalla stazione Termini portano alla Metropolitana, un uomo, sopraggiunto alle sue spalle, le aveva infilato la mano sotto la gonna, toccandole con forza nelle parti intime, fuggendo  subito dopo.

Immediatamente sono state diramate le ricerche all’interno della stazione e lungo le zone esterne, effettuate dal personale del Reparto e della Squadra di polizia giudiziaria compartimentale, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale, conclusesi circa un’ora dopo con l’individuazione di un uomo che stava dormendo a terra in Piazza dei Cinquecento, nei pressi della scalinata che dall’esterno porta all’area commerciale della stazione, la cui fisionomia e abbigliamento erano perfettamente coincidenti alla dettagliata descrizione data dalla vittima.

Accompagnato presso gli uffici della Polizia Ferroviaria, l’uomo, un cittadino tunisino di ventisette anni, pregiudicato e in Italia senza fissa dimora, è stato riconosciuto senza ombra di dubbio dalla parte offesa e per lui è subito scattato il fermo di polizia giudiziaria.

L’uomo è stato quindi associato alla casa circondariale Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

3 gennaio 2018 0

Ritrova la mamma dopo essersi persa, il lieto fine per una bimba di 6 anni a Castel Sant Angelo

Di redazionecassino1

Un lungo abbraccio, una mamma ritrovata e una piccola di nuovo al sicuro. Questo il commovente finale di una meno felice avventura vissuta ieri a Castel Sant’Angelo da una bambina di appena 6 anni.

La Polizia Locale, GSSU, Gruppo Sicurezza Sociale Urbana, era impegnata nella consueta attività di contrasto all’abusivismo commerciale in area Vaticana, che ha consentito 27 sequestri tra penali e amministrativi, per un totale di 580 articoli. A pochi passi, in Lungotevere Castello, ha rinvenuto la bambina, di nazionalità peruviana, che vagava  visibilmente impaurita e con aria sperduta.

Rivolgendosi a lei in lingua straniera, gli agenti hanno appreso che la piccola aveva perduto la mamma. Ottenuta una sommaria descrizione della donna e dell’abbigliamento indossato, gli agenti si sono messi alla ricerca della signora, trovandola dopo pochi minuti, mentre disperata cercava la figlia smarrita. Appurate le generalità e controllati i documenti d’ identità per verificare il grado di parentela tra le due, la minore è stata infine affidata alla mamma.

 

3 gennaio 2018 0

Inseguito, sperona l’auto della polizia a Frosinone: arrestato 19enne

Di admin

FROSINONE – Sono le due della notte appena trascorsa quando un’unità operativa della Squadra Volante intercetta in via Bellini, ormai nota come zona di spaccio, una Fiat Idea che alla vista della Polizia cambia repentinamente il senso di marcia. Nonostante l’ALT , il conducente si lancia in una folle fuga tra le vie del capoluogo tanto da costringere la pattuglia inseguitrice ad un  “testa coda”.

Nemmeno un colpo di pistola esploso a scopo intimidatorio dalla Volante riescea far interrompere quella corsa che si fa sempre più pericolosa. Gli agenti, però,  non demordono e riescono ad affiancare  il fuggitivo che, vistosi ormai braccato, decide di speronarli  violentemente.

Il conducente dell’Idea crede di averla fatta franca, ma non fa i conti con la grande dedizione, tenacia e professionalità degli operatori di Polizia che, feriti e con l’auto gravemente danneggiata, riescono comunque a diramare via radio la nota di ricerca di quella targa. Da accertamenti effettuati nella banca dati Interforze emerge che l’intestatario dell’utilitaria è residente in un paese dell’hinterland frusinate. Individuata l’abitazione, l’auto è stata nascosta nel garage: il folle conducente è un 19enne, che viene tratto in arresto.

Dichiara che si era recato in via Bellini per acquistare droga, di cui si era nel frattempo disfatto. Dovrà rispondere di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

3 gennaio 2018 0

Nuova tassa nel 2018: si pagano anche i sacchetti di frutta e verdura

Di redazionecassino1

Appena tre giorni fa si brindava augurandosi il meglio per il venturo 2018. Invece, almeno dal punto di vista economico, il nuovo anno si apre con una sorpresa poco piacevole per i consumatori: dal 1 gennaio, di fatti, nei supermercati saranno a pagamento anche i sacchetti di plastica dei reparti ortofrutticoli, di panetteria, macelleria e pescheria. A stabilirlo è l’articolo 9-bis della legge di conversione n.123 del 3 agosto 2017, inserito nel DL Mezzogiorno. L’articolo in questione prescrive inoltre che i supermercati dovranno utilizzare esclusivamente buste biodegradabili e compostabili, con una percentuale di materia prima rinnovabile di almeno il 40%.

In caso di trasgressione sono previste salate sanzioni con multe da 2.500€ a 25.000€. Si potrà arrivare addirittura ai 100.000€ se la violazione del divieto dovesse riguardare ingenti quantitativi di buste in plastica oppure se il valore delle buste non a norma risultasse superiore al 10% del fatturato del trasgressore.

L’obiettivo è quello di limitare il consumo di involucri di plastica e, quindi, l’inquinamento ambientale dovuto al loro disintegro. Tuttavia il buon proposito per l’ambiente costituisce un’ulteriore spesa per i consumatori dal momento che il costo dei singoli sacchetti potrebbe variare dai 2 ai 5 centesimi l’uno. L’importo verrà aggiunto direttamente allo scontrino del prodotto alimentare acquistato, di cui una parte sarà incassata dal gestore del negozio e il resto verrà poi versato dagli esercenti allo Stato in forma di Iva e imposta sul reddito. Una vera e propria tassa, dunque, che secondo le stime del Codacons aumenterà la spesa annua delle famiglie italiane dai 20 ai 50€, variabile a seconda della frequenza della spesa e della quantità dei prodotti acquistati. L’ulteriore scherzetto a danno dei clienti sta nel divieto di portare da casa involucri di plastica per contenere i singoli alimenti in questione, per motivi igienici. La notizia ha scatenato le reazioni più disparate sui social, e negli ultimi giorni diversi acquirenti hanno dato vita a una divertente quanto sensata protesta postando immagini di singoli alimenti volutamente acquistati senza involucro. Post e foto, anche ironiche, sulla nuova legge si sono riuniti sotto gli hastag #sacchetti o #sacchetto, mentre già iniziano a comparire le prime meme sull’argomento, come nel caso della pagina Facebook “Mamme che scrivono messaggi su WhatsApp” di cui riportiamo uno screen.

Giulia Guerra

3 gennaio 2018 0

Cocaina nel comodino della cameretta, denunciato 51enne di Alatri

Di admin

ALATRI – Intensificati i controlli antidroga nella provincia di Frosinone. Polizia di Stato e Carabinieri, in un’attività congiunta predisposta  per contrastare i reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno setacciato il territorio di Alatri.

Nel corso dei servizi gli uomini della Squadra Mobile della Questura   e del Comando Provinciale di Frosinone hanno scovato un’abitazione dove, in seguito a perquisizione domiciliare,  un 51enne del luogo aveva occultato, in un comodino della camera da letto, 2 confezioni di cocaina, un bilancino di elettronico di precisione ed un coltello a serramanico.

Scatta la denuncia per detenzione ai fini di spaccio. Inoltre, all’indagato sono state ritirate cautelativamente  due pistole regolarmente detenute.  I controlli proseguiranno senza sosta: è “guerra” dichiarata al business della droga.

3 gennaio 2018 0

Cerca l’affare e trova la truffa, cassinate acquista merce su internet che paga ma non riceve

Di admin

CASSINO – Pensava di aver fatto un affare ma ha dovuto scoprire di essere stato truffato. È accaduto ad un cassinate che ha trovato sul portale Subito.it un tagliasiepi di marca Still al prezzo convenientissimo di 150 euro.

A venderlo era S.I. una donna di 43 anni di Afragola che chiedeva che il pagamento fosse fatto con una ricarica post pay. Effettuato il pagamento, però, l’attrezzo non gli è mai arrivato, scoprendo la truffa. Dalla denuncia gli agenti del commissariato di Cassino sono arrivati alla truffatrice denunciandola alla procura di Napoli.

Ermanno Amedei

(Foto repertorio)

3 gennaio 2018 0

Le rubano l’auto mentre lavora la notte di Capodanno, la polizia di Cassino ritrova la vettura e denuncia il ladro

Di admin

CASSINO – Capodanno amaro per una giovane di Cassino che, non solo ha dovuto lavorare durante la notte di San Silvestro, ma tornata al parcheggio non ha trovato più la sua auto. La Fiat Punto che aveva lasciato parcheggiata nel piazzale Agip di via Casilina Sud a Cassino era scomparsa.

Il ladro, però, non aveva fatto i conti con le immagini registrate dalle telecamere dell’impianto. Partendo da quelle immagini, gli agenti del Commissariato di Polizia di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco, sono risaliti al ladro. Si tratta di C. A. 25 anni di Piedimonte San Germano.

L’auto è stata recuperata e restituita alla proprietaria mentre il giovane ha rimediato una denuncia per furto aggravato.

Ermanno Amedei

3 gennaio 2018 0

Controlli di Natale, malviventi sorpresi e allontanati da Frosinone prima di commettere furti

Di admin

FROSINONE – Nella giornata del 25 dicembre la Squadra Volante controllando assiduamente il territorio al fine di scongiurare la consumazione di reati predatori soprattutto ai danni di abitazioni, nota nell’ora del pranzo di Natale due giovani donne di “etnia rom” aggirarsi nei pressi di un condominio pronte ad entrare in azione. Trasferite immediatamente in Questura, in seguito all’identificazione si accerta che le due, residenti presso un campo nomadi della capitale, erano in trasferta e gravate da numerosissimi precedenti penali per reati specifici contro il patrimonio venivano allontanate dal territorio con foglio di via obbligatorio per tre anni. Nella nottata del Santo Natale invece gli agenti delle Volanti erano costretti ad intervenire in un noto locale della parte bassa del capoluogo dove un giovane albanese, pluripregiudicato per reati della diversa fattispecie creava criticità all’ingresso. Lo stesso all’arrivo delle pattuglie si esagitava ulteriormente rifiutando qualsiasi approccio collaborativo, costringendo gli operatori ad allontanarlo coattivamente e denunciarlo per resistenza a Pubblico ufficiale. Nella giornata di ieri 26 dicembre, invece, nel transitare in questa via Pergolesi, allertati da alcuni residenti, gli agenti intervenivano in quanto due cittadini extra comunitari, nello specifico senegalesi, tentavano un furto all’interno di due abitazioni private cercando di penetrare all’interno approfittando dell’assenza dei proprietari. Gli stessi prontamente bloccati e trasferiti in Questura per l’identificazione venivano denunciati in stato di libertà per tentato furto. Ed ancora in tema di serrati controlli sempre la Squadra Volante nei decorsi giorni intensificava ulteriormente i controlli agli individui sottoposti al regime degli arresti domiciliari o sottoposti ad obblighi specifici, denunciando e segnalando all’A.G. un quarantaquattrenne inottemperante alla prescrizione. Resta pertanto alta l’attenzione del reparto volanti sempre concentrato nella lotta ai reati predatori garantendo una sicurezza sempre più incisiva alla comunità in occasione delle ricorrenti festività.