Categoria: Montenero di Bisaccia

20 marzo 2011 0

Botte tra calciatori e dirigenti nel dopopartita, 13 denunce per rissa

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri della Stazione di Montenero di Bisaccia (CB), a conclusione delle indagini relative agli incidenti verificatisi lo scorso 27 febbraio al termine dell’incontro di calcio tra la locale compagine sportiva ed il Real Isernia, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria le sottonotate persone, resesi responsabili del reato di rissa: S.G., 33enne da Montenero di Bisaccia, dirigente locale squadra calcio; P.G., 42enne da Montenero di Bisaccia, dirigente locale squadra calcio; M.G., 28 enne da Montenero di Bisaccia; M.G., 29enne da Montenero di Bisaccia; D.G.M., 28enne da Montenero di Bisaccia; A.G., 24enne da Montenero di Bisaccia; D.B.G., 17enne da Montenero di Bisaccia, giocatore locale squadra calcio; P.N., 28enne da Mugnano di Napoli (NA), giocatore squadra Real Isernia; T.V.X., 23enne da Isernia, giocatore locale squadra; V.D., 24enne da Afragola (NA), giocatore squadra Real Isernia; D.P.S.L., 29enne da Sant’Elia Fiumerapido (FR), giocatore squadra Real Isernia; G.G., 30enne da Marano di Napoli (NA), giocatore squadra Real Isernia; C.L., 26enne da Napoli, giocatore squadra Real Isernia.

13 marzo 2011 0

Maltrattamenti in famiglia, arrestato 44enne

Di admin

A Montenero di Bisaccia i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato D.G.R., 44enne del luogo, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Larino, perché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate in concordanza con l’attività investigativa svolta dai militari dell’Arma locale.

1 marzo 2011 0

Calcio violento, 17 Daspo per gli scontri tra Montenero e Real Isernia

Di redazione

I Carabinieri della Stazione di Montenero di Bisaccia (CB), a seguito dell’attività d’indagine conseguente ai violenti scontri verificatisi lo scorso 27 febbraio al termine dell’incontro di calcio tra la locale compagine sportiva ed il Real Isernia, hanno proposto per la misura del D.A.SPO (acronimo di Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive) 17 persone, di cui 13 residenti a Montenero , due a Isernia, uno ad Afragola (NA) ed uno a Mugnano di Napoli (NA), di età compresa tra i 49 ed i 17 anni, dei quali è stata accertata la fattiva partecipazione agli atti violenti. La misura , introdotta con la legge 13 dicembre 1989 n. 401, al fine di contrastare il crescente fenomeno della violenza negli stadi di calcio, viene emessa dal Questore ed ha una durata da uno a cinque anni; può essere accompagnata dall’obbligo di presentazione ad un ufficio di polizia in concomitanza temporale della manifestazione vietata.

28 febbraio 2011 0

“La nuova mediazione civile e commerciale” in un convegno dalla MCM ADR Conciliare

Di redazione

Dalla MCM ADR Conciliare riceviamo e pubblichiamo: “Venerdì 4 marzo, a Montenero di Bisaccia (CB), vi sarà il convegno, promosso dalla MCM ADR Conciliare, in collaborazione con il Comune di Montenero, sul tema: “La nuova mediazione civile e commerciale. Profili economico-giuridici e aspetti relazionali”. Apre e introduce l’incontro il Sindaco di Montenero di Bisaccia l’ Avv. Nicola Travaglini. I relatori saranno l’Avv. Gianfranco Dosi, Presidente dell’ Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia; il Dott. Orlando Menduto, Commercialista, Mediatore specializzato e Amministratore Unico MCM ADR Conciliare e l’Avv. Delia Boscia, Mediatore Specializzato MCM ADR Conciliare e Formatrice presso lo stesso Ente di Formazione. Nel corso della giornata di studi verrà analizzata la disciplina del D.Lgs 28/2010 e del D.M. 180/2010, verranno esaminati i risvolti economici e quelli fiscali offerti dall’istituto della mediazione civile e, infine, ci si soffermerà sul setting della mediazione e sugli aspetti relazionali e comunicativi. L’incontro terminerà con una simulazione del procedimento di mediazione. Il Comune di Montenero di Bisaccia ha fortemente voluto questo seminario di studi al fine di chiarire gli aspetti fondamentali del nuovo istituto, in vista dell’entrata in vigore dell’obbligatorietà della mediazione a partire dal 20 marzo 2011.

L’ incontro, aperto al pubblico, si terrà presso la Sala Consiliare del Comune di Montenero, in Piazza della Libertà, alle ore 16. MCM ADR Conciliare, ente formatore accreditato presso il Ministero della Giustizia, organizza PERCORSI FORMATIVI PER MEDIATORE SPECIALIZZATO con l’obiettivo di formare la figura del MEDIATORE che, alla luce della recente riforma del processo civile, ha assunto un ruolo fondamentale. Il percorso formativo, concepito per essere altamente professionalizzante, si basa su una metodologia didattica innovativa con lezioni frontali, prove pratiche e simulazioni della procedura di mediazione, al fine di garantire una formazione idonea all’inserimento nel contesto della mediazione civile e commerciale. DESTINATARI: avvocati, notai, commercialisti, praticanti avvocati, praticanti commercialisti, laureati (anche laurea triennale) ovvero, in alternativa, coloro che pur non possedendo una laurea, sono iscritti ad un ordine o collegio professionale. INFO: WWW.MCMCONCILIARE.COM oppure INFO@MCMCONCILIARE.COM

19 febbraio 2011 0

Denunciato in stato di libertà pregiudicato per tentata rapina e furto aggravato

Di admin

Ieri a Montenero di Bisaccia i Carabinieri della locale Stazione deferivano in stato di libertà V.M., 34enne del luogo, per tentata rapina e furto aggravato poiché l’uomo, censurato, con la scusa di ottenere un passaggio, fermava alla guida della sua autovettura una giovane donna del luogo che stava viaggiando su una Lancia Y lungo le vie cittadine unitamente ai suoi figli minori, cercando di impossessarsi del mezzo dopo averla spintonata via dall’abitacolo. La pronta reazione della vittima, che estraeva le chiavi di accensione provocando l’arresto del veicolo, determinava la fuga del malfattore. Il medesimo fermamente intenzionato a portare avanti il proposito criminoso, subito dopo lungo quella via Argentieri si impossessava di una seconda Lancia Y, ivi parcheggiata, facendo perdere le proprie tracce. Le immediate ricerche attivate con posti di controllo lungo le arterie del Basso Molise inducevano il prevenuto a costituirsi presso la Stazione Carabinieri di San Martino in Pensilis (CB), ove ammetteva a quei militari le proprie responsabilità.