Tag: agenti

9 luglio 2018 0

Rapace investito sull’A1, soccorso e salvato dagli agenti della Polstrada a Frosinone

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone all’altezza del Km.633, nel territorio del comune di Pofi, in corsia di emergenza, ha salvato un rapace, presumibilmente Biancone (specie protetta), che era stato investito da un veicolo.

Con l’ausilio di un telo, gli agenti sono riusciti a bloccare il volatile e trasportarlo  presso gli uffici della Sottosezione, dove, come da protocollo operativo, richiedono  l’intervento del veterinario della ASL provinciale  al fine di predisporre le immediate  cure.

Successivamente il volatile è stato trasferito presso il centro di recupero animali selvatici sito a Fogliano (Lt).

14 giugno 2018 0

Pincher sull’A1 salvato da agenti della Stradale, il cane correva impaurito tra una corsia e l’altra

Di admin

CASSINO – L’escursione in A1 di un pincher fuggito dalla padrona poteva essergli fatale e la sua presenza tra le corsie dell’autostrada poteva causare incidenti. A dare un lieto fine alla vicenda sono stati gli agenti della sottosezione di polizia stradale di Cassino.

Alle 15 di oggi circa, il cagnolino era tra le braccia della sua padrona, una donna di circa 70 anni che, nel tragitto tra Vibo Valentia e Pisa, aveva scelto di fare una sosta nell’area di servizio di Castrocielo in direzione nord. Improvvisamente però, il cagnolino spaventato da qualcosa è scappato dirigendosi verso le corsie dove il traffico veicolare, oggi e a quell’ora, era particolarmente intenso.

Pericoloso per chiunque raggiungerlo a piedi, quindi è stato chiesto l’intervento della polizia stradale. Gli agenti diretti dall’ispettore Giovanni Cerilli, hanno intuito il pericolo che correva, non solamente il cane che spaventato correva da una corsia all’altra, ma anche gli automobilisti in transito che per evitarlo erano costretti a brusche manovre e frenate rischiando incidenti.

La pattuglia, quindi, ha quindi rallentato il traffico fino a fermarlo del tutto, recuperando il cane per restituirlo alla proprietaria.

Ermanno Amedei

14 giugno 2018 0

Arrestato dagli Agenti del Commissariato di Cisterna un cittadino bosniaco ricercato

Di redazionecassino1

CISTERNA di LATINA –  Ieri, 13 giugno, gli uomini della Sezione Anticrimine del Commissariato di P.S. di Cisterna, in servizio di contrasto al fenomeno dei furti e delle rapine in edifici isolati nelle campagne tra Cisterna ed Aprilia, ha tratto in arresto, in Aprilia,  in esecuzione di O.C.C. emessa dall’A.G. di Roma, il cittadino bosniaco AHMETOVIC Tomas, classe ’73,  dovendo egli espiare la pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio.

Lo stesso annovera moltissimi precedenti specifici e fa parte di consorzio criminale dedito alla consumazione di furti in appartamenti e in ville isolate in tutta l’Italia centrale.

Il soggetto ha gravitato a lungo in Roma ed ha usato come base di partenza per le sue attività il campo nomadi di Casal Lumbroso in zona Primavalle.

Da ultimo si è reso protagonista di  crimini nella zona ricompresa tra Aprilia e Nettuno, trovando protezione in una comunità rom nell’hinterland Apriliano.

29 maggio 2018 0

Agenti aggrediti e sovraffollamenti, Sit-in davanti al carcere di Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Domani davanti al carcere CC Frosinone si svolgerà dalle 10.30 un sit-in di protesta a cui parteciperanno tutte le sigle sindacali del comparto sicurezza”. Lo si legge in una nota di Massimo Costantino Segretario aggiunto Cisl FnS. “Protesta nata poichè al personale di Polizia Penitenziaria vengono concessi meno giorni di ferie rispetto a quanto previsto per Legge. Il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria (DAP) dopo le proteste svoltosi davanti al carcere di Velletri, CR Rebibbia e quella Regionale svoltasi Venerdì scorso (25 Maggio) davanti al carcere di Regina Coeli, ha predisposto l’invio rispettivamnete di 10 unità di Polizia Penitenziaria per gli Istituti di Velletri e Frosinone. La Fns Cisl Lazio accoglie positivamente il segnale del DAP ma ciò è solo un paliativo e certo il numero è esiguo e non possiamo ritenerci soddisfatti, servono più unità. Da ricordare che nel Lazio aumenta il sovraffollamento e crescono le aggressioni nei confronti degli agenti penitenziari. La Fns Cisl rileva come il sovraffollamento è di 1.046 detenuti considerato che n. 6.303 risultano essere i detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio, dato 30 aprile 2018, rispetto ad una capienza regolamentare di detenuti prevista di n. 5.257 . Il dato più preoccupante – riguarda gli istituti di Regina Coeli (con 366 detenuti in eccedenza); Velletri (+122),Latina (+ 48) e Viterbo (+175)”. Sovraffollati risultano anche gli istituti di Cassino (+72 detenuti); Frosinone (+89); Civitavecchia (+96); Rebibbia ( +46)e Rebibbia Nuovo complesso (+293); Rieti(+82). Sono inoltre da segnalare le innumerevoli aggressioni nei confronti del personale penitenziario, dovute anche alla chiusura degli Opg in ambito nazionale che ha portato molti detenuti con problemi psichiatrici nelle sezioni di osservazione psichiatrica delle carceri . Problematiche che si riscontra poi anche per le REMS dove il numero di richiesta di ricovero degli internati è sottodimensionata rispetto alle richieste – creando non pochi problemi sia al personale di polizia penitenziaria, che deve espletare se richiesto anche piantonamenti in luoghi esterni di cura se disposti dalla autorità giudiziaria , o in una sezione di istituti penitenziari in attesa di accettazione nelle Rems- Per la Fns Cisl Lazio occorre, altresì , rivedere la vigilanza dinamica all’interno degli istituti, semmai bloccarla nei casi di eventi critici causati da parte dei detenuti, poiché troppe sono le aggressioni nei confronti del personale di polizia penitenziaria . In totale le aggressioni dall’inizio dell’anno ad oggi si aggira intorno ai 40 eventi critici, quelli a noi noti, di cui 8 solamente a Regina Coeli con 10 agenti coinvolti. Viterbo Mammagialla ad oggi risultano circa 12 aggressioni. Al NC Rebibbia il dato è sempre di 10 aggressioni. CR Rebibbia aggressioni 2. Frosinone 2 aggressioni, 6 colleghi coinvolti Cassino, 2 aggressioni con due agenti coinvolti. In meno di un mese sono state 4 le aggressioni avvenute a Viterbo e Frosinone in data 18 aprile 2018, IIPP di Civitavecchia in data 7 Maggio 2018, NC Rebibbia domenica 20 maggio 2018. Non occorre dimenticare che il personale deve far fronte ad altri eventi critici quali atti di autolesionismo, suicidi e tentativi suicidi – il personale con professionalità e abnegazione in più dei casi riesce ad evitare il peggio”.

26 aprile 2018 0

Bici Scuola 2018 ad Atina, gli agenti della stradale incontrano 120 studenti della Media

Di admin

ATINA – Questa mattina il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone è intervenuto presso l’Istituto Comprensivo di Atina (FR) dove, alla presenza di circa 120 studenti della Scuola Media si è svolto un incontro nell’ambito del progetto “BICI SCUOLA 2018”.

L’evento è stato inserito alla conclusione di una serie di lezioni pratiche e didattiche volte all’avvicinamento tra il mondo delle biciclette e il loro regolare utilizzo da parte dei giovani.

La Polizia Stradale, sempre sensibile a svolgere ogni attività diretta all’educazione e sicurezza stradale ha fornito le nozioni necessarie per l’utilizzo dei velocipedi in maniera corretta, sui vari dispositivi di sicurezza in uso sulle bici e sui comportamenti pericolosi e da evitare nella circolazione su strada che, troppo spesso, sfociano nel verificarsi di incidenti stradali.

Il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone, dopo la presentazione di alcuni filmati, ha sensibilizzato la platea degli studenti sull’osservanza delle norme del Codice della Strada come primo strumento di tutela per i ciclisti.

Comportamenti di guida sbagliati e pericolosi, anche in bicicletta possono provocare eventi negativi, mentre semplici accortezze, anche se non obbligatorie come l’uso del caschetto da ciclista o le “bretelle fluorescenti” per rendersi più visibili danno agli utenti della strada la possibilità di circolare con più sicurezza.

Gli operatori della Polizia Stradale al termine della manifestazione hanno risposto alle domande rivolte dagli studenti ed dagli insegnanti sui vari argomenti trattati e sulla base anche di esperienze fatte durante l’utilizzo delle loro biciclette.

Per concludere, l’impegno della Polizia Stradale è sempre volto a fornire il proprio contributo in tali manifestazioni in quanto si è consapevole che: viaggiare in sicurezza, con prudenza e tranquillità devono costituire il bagaglio che ogni utente della strada deve portare sempre al seguito in ogni spostamento.

18 aprile 2018 0

Frosinone, Cisl Fns: Tre agenti feriti da detenuti durante rissa in carcere

Di admin

FROSINONE – “Apprendiamo che poco fa un detenuto straniero ha aggredito tre unità di polizia penitenziaria all’interno dell’istituto Casa Circondariale di Frosinone”.

E’ quanto si legge in una nota a firma di Massimo Costantino, segretario Generale Aggiunto CISL FNS. 

“Il personale era intervenuto per sedare una rissa tra due detenuti – Uno di questi ha preso a calci e pugni il personale aiutandosi anche con un manico scopa. Da quando apprendiamo per il personale di polizia penitenziaria è stato necessaria la visita presso l’ospedale della Città. Solo alcuni giorni fa segnalavamo il sovraffollamento nelle carceri del Lazio e le aggressioni nei confronti degli agenti penitenziari. Si rileva come al 31 marzo scorso erano 6.303 i reclusi, nei 14 istituti della Regione, rispetto ad una capienza di 5.257, dunque con 1.046 detenuti in più dei posti regolamentari. Frosinone (+89); ”Sono inoltre da segnalare – aggiunge Costantino – le innumerevoli aggressioni nei confronti del personale penitenziario, dovute anche alla chiusura degli Opg in ambito nazionale che ha portato molti detenuti con problemi psichiatrici nelle sezioni di osservazione psichiatrica delle carceri. Solidarietà  e vicinanza della Fns Cisl al personale coinvolto”.
2 marzo 2018 0

I complimenti del Questore agli agenti della stradale per l’arresto  di “San Valentino”  

Di admin

FROSINONE – Questa mattina gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone sono stati ricevuti dal Questore, la dottoressa Rosaria Amato, che ha espresso parole di elogio per l’arresto effettuato nel giorno di San Valentino.

Come si ricorderà nella tarda mattinata dello scorso 14 febbraio, tre rapinatori armati entrarono in azione in un supermercato del sorano mettendo a segno il colpo per poi scappare.

La fuga dei tre malviventi terminò nei pressi del casello autostradale di Ferentino: ad “attenderli” i poliziotti della Stradale, coordinati dalla Sala Operativa della Questura.

20 febbraio 2018 0

 Agenti di Cassino “annusano” 10 chili di marijuana, arrestato 34enne

Di admin

CASSINO – E’ stato fermato per controllo stradale sul tratto di A1 Roma Napoli tra i caselli di Cassino e San Vittore del Lazio. M. A. 34 anni originario di Castellamare di Stabia ma residente a Pontinia, era alla guida di una Fiat 500 di proprietà di una ragazza di Pontinia.

Visti i precedenti e un forte odore di marijuana che emanava l’auto, gli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino lo hanno invitato in caserma.

La perquisizione dell’auto ha confermato i sospetti degli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli. Nel portabagagli dell’auto c’erano due borsoni contenenti, ben incelofanati, circa dieci chili di marijuana, per la precisione 9,480 chili divisi in tre pacchi.

L’uomo è stato quindi arrestato per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti mentre la droga e l’auto sono state poste sotto sequestro. Da indagini svolte dagli agenti il 35enne aveva imboccato l’autostrada al casello di Frosinone. Facile quindi ipotizzare che la droga prodotta sul litorale pontino fosse diretta al mercato campano.

 

 

26 gennaio 2018 0

Regina Coeli, agenti aggrediti da gruppo di detenuti: tre feriti

Di admin

ROMA – Attimi di tensione, poco dopo le 16 di mercoledì, nella seconda sezioni del carcere di Regina Coeli di Roma dove, quando cinque agenti si sono trovati a fronteggiare una ventina di detenuti. Tutto sarebbe nato da una prima aggressione subita da un agente ad opera di un carcerato. In soccorso al collega sono arrivati tre dei quattro penitenziari di un vicino corridoio che hanno lasciato sedici detenuti con un solo agente. Alcuni dei sedici, intenzionati a dare man forte al detenuto primo aggressore, hanno assalito l’unico agente rimasto a sorvegliarli con l’intenzione di costringerlo ad aprire il cancello. Immobilizzato per alcuni alcuni minuti l’agente avrebbe aperto il varco permettendo ad un folto gruppo dei suoi aggressori, di dare sostegno all’altro detenuto. Una volta liberato, però, l’agente è riuscito a dare l’allarme. In pochi minuti sono arrivati i rinforzi e l’ordine è stato ristabilito. Tre agenti, sono stati però costretti alle cure ospedaliere dell’ospedale Santo Spirito per prognosi di alcuni giorni.

19 dicembre 2017 0

Cassino, Agenti di polizia liberi dal servizio bloccano un malvivente

Di redazione

È stato notato da un agente di polizia libero dal servizio a Cassino mentre si aggirava nei pressi di via Leopardi. L’uomo, ricercato per una serie di reati commessi recentemente, ha compreso di essere stato individuato e ha cercato di allontanarsi velocemente. Tuttavia, l’agente ed altri due colleghi, sono riusciti a fermarlo. Il malvivente avrebbe tentato rapina di un telefono cellulare ai danni di un minore, tentato estorsione ai danni di alcuni negozianti. Accusato anche di aver millantato parentele importanti e di porto abusivo di oggetti atti ad offendere.