Tag: autorita

27 settembre 2017 0

Sora: Il colonnello Giuseppe Tuccio saluta le autorità locali

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella mattinata odierna, il Colonnello Giuseppe Tuccio, Comandante Provinciale Carabinieri di Frosinone, ha salutato una larga rappresentanza dei militari della Compagnia di Sora, in vista del suo prossimo trasferimento per altro prestigioso incarico.

Nella circostanza, l’Ufficiale è stato ricevuto dal Comandante della Compagnia ed ha incontrato tutti i Comandanti delle Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, nonché una folta rappresentanza dei militari di truppa.

Il Colonnello Tuccio ha ringraziato tutti i Carabinieri, con l’usuale vicinanza e ed umanità che hanno contraddistinto il suo comando in questa terra, per la costante collaborazione fornita nei tre anni trascorsi alla guida del Comando Provinciale, soffermandosi sulle svariate indagini svolte a seguito dei delitti di maggiore gravità perpetrati nella giurisdizione di quel Comando e per la diuturna attività di prevenzione svolta ad ogni livello, con non comune spirito di sacrificio e senso di responsabilità, riscuotendo il plauso della popolazione.

Dopo aver lasciato il Comando di via Barea, il Colonnello ha voluto porgere i propri saluti a S. E. Mons. Gerardo Antonazzo, Vescovo della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, ricevendo un caloroso saluto dall’Alto Prelato e l’augurio di sempre nuove soddisfazioni.

Medesima accoglienza è stata riservata al Colonnello da parte dell’Amministrazione Comunale sorana, nella persona del Sindaco dott. Arch. Roberto De Donatis, che ha colto l’occasione e la solennità del momento per ringraziare l’Arma dell’impegno profuso dalle sue donne e uomini nell’espletamento del servizio a favore di tutti i cittadini. Infine, il Comandante Provinciale si è recato presso lo Stabilimento Militare Propellenti di Fontana Liri, dove ha salutato il Direttore Ten. Col. Ing. Giuseppe Pettorossi.

 

20 giugno 2017 0

Cosilam: Autorità Garante certifica legittimità e correttezza della procedura di affidamento in house providing della gestione, conduzione e manutenzione degli impianti di Aquino e Villa Santa Lucia

Di redazione

Dopo un lungo e articolato lavoro finalmente l’Agcm, prendendo atto del controllo analogo e congiunto operato da tutti i soci e, dunque, anche dal Cosilam nonché il rispetto del requisito relativo alla cosiddetta attività prevalente esercitata da AeA srl in favore dei tre Consorzi, ha deliberato di non impugnare la delibera n°3/17 davanti al Tar territorialmente competente per aver rispettato il Cosilam tutti i requisiti di Legge. “La comunicazione dell’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato non può che essere accolta con forte entusiasmo – ha affermato il Presidente Pietro Zola – Un atto che evidenzia come la strada intrapresa sia quella giusta. Nel corso di questi mesi abbiamo subito numerosi attacchi, anche violenti, con racconti a volte distorti e completamente diversi da quella che è sempre stata la realtà dei fatti. In queste settimane non siamo intervenuti sulle molte polemiche sollevate ad hoc da alcuni politici. Una scelta precisa assunta da questo Consiglio di Amministrazione che ha sempre messo al primo posto il lavoro e non le risse politiche di cui questo territorio sicuramente non ha bisogno. Nell’ultima Assemblea Generale del Cosilam avevo già rassicurato i soci e oggi torno a farlo perché l’Agcm ha espresso il proprio parere definitivo”. “L’operazione di affidamento in house providing è stata attentamente valutata e ritenuta la migliore per questo Consorzio e per l’intero territorio – ha aggiunto il Direttore Generale Annalisa D’Aguanno – Siamo riusciti a garantire un risparmio per le casse dell’Ente che, in questo difficile momento di risanamento, è assolutamente vitale. Inoltre abbiamo potuto garantire un incremento delle professionalità a servizio dei due impianti di depurazione riuscendo, così, a programmare anche azioni volte a migliorare gli impianti. Una specializzata gestione degli impianti non può che garantire una ottimale depurazione dei reflui, il massimo rispetto per l’ambiente, ma soprattutto, l’efficientamento di entrambe le strutture che sono e resteranno nella proprietà del Cosilam che resterà l’unico e solo Ente a poter assumere decisioni in merito a interventi e migliorie, esattamente come se i depuratori fossero gestiti direttamente dal Consorzio”.

13 marzo 2017 0

Basket serie D 2a fase: Albano espugna con autorità il palazzetto della Pallacanestro Veroli

Di redazionecassino1

La gara che si è disputata Sabato 11 Marzo al Chiappitto di Alatri contro Albano termina con il risultato di 59-72. Al-bano espugna con autorità il palazzetto della Pallacanestro Veroli. I padroni di casa quindi subiscono la seconda scon-fitta in casa, dando l’impressione di essere a corto di fiato e rotazioni (Velocci indisponibile) dopo un’ottima prima parte di stagione. I giallorossi trovano difficoltà offensive in avvio, ma prendono presto le misure sfruttando l’atipicità in ver-nice di Vinci e Giorgio Fiorini. Buona anche la fase difensiva giallorossa, a parte su un rimbalzo offensivo di Leoni e sullo scatenato Afeltra, al quale non si riescono a prendere proprio le contromisure, e il divario aumenta anche se l’espe-rienza di Mauti e il bonus tengono le squadre praticamente a contatto alla prima sirena. Nel secondo quarto Coach Fio-rini opta per una zona dispari, costringendo presto il Coach romano ad un timeout con qualche problema di falli. Coach Fiorini alza anche il quintetto vista l’assenza di Velocci e l’inerzia sembra potersi spostare dopo una stoppata di Frusone a Cianfanelli. Veroli difende bene mentre Albano, nonostante un paio di palloni buttati e un terzo fallo, tiene botta in difesa e testa avanti, fino ad una tripla fortunosa di Giorgio Fiorini. Dopo il timeout chiamato da coach Fiorini sul 24-33, molto importante al rientro una bomba di Giorgio Fiorini. Albano intanto deve fare i conti con il quarto fallo di un bersagliato Porcaro ma difende bene sull’ultimo possesso e riesce anche a segnare un libero con D’Erchie quasi al-lo scadere. Gli ospiti restano a zona 2-3, subito bucata da un Marco Fiorini impreciso nel primo tempo che porta entu-siasmo sugli spalti. Il match è più combattuto sul piano tattico anche se i bei canestri non mancano e i ritmi sono alti. Lucidi segna da oltre l’arco mentre i fratelli Fiorini provano a caricarsi la squadra sulle spalle, ma sono costretti ancora ad inseguire nonostante il passaggio alla zona 2-3, subito bucata da oltre l’arco da Cosentino. I giallorossi invece sono imprecisi da fuori e un tecnico a Frusone non aiuta la risalita, con tre liberi dell’ottimo D’Erchie a firmare la doppia cifra di vantaggio oltre la metà del terzo quarto, con Veroli che perde la bussola per un minuto, costringendo Fiorini al ti-meout. Al rientro reagiscono grazie alla solita tripla di Giorgio Fiorini e a due lampi di De Santis, al quale però rispondo-no 5 punti Afeltra, che mette una bomba di tabella sulla terza sirena. Squadre ancora a zona nell’ultima frazione, i cio-ciari hanno meno rotazioni e devono fare i conti con il forfait di Frusone causa una distorsione alla caviglia. Gli ospiti si portano sul più 18 (45-63) con un’altra bomba di Lucidi. Veroli non molla anche se i problemi contro la zona restano, dalla parte opposta invece Leoni congela un divario sempre in doppia cifra malgrado un paio di contropiedi buttati dai suoi compagni. Una tripla di Marco Fiorini non cambia la sostanza, da oltre l’arco soddisfazione anche per Porcaro e finale privo di sussulti, fino ad uno scontro proibito tra Vinci e lo stesso Porcaro, che porta nervosismo ma solo un anti-sportivo per il giocatore di casa. La gara finisce con una amara sconfitta per la Pallacanestro Veroli 2016.

Pallacanestro Veroli 2016 59 – Albano 72 Veroli: Mauti 4, Magnone, Igliozzi, Fiorini Gio.20, Vinci 10, Fontana E. ne, Fontana G., Fiorini M. 13, Frusone 6, Lella ne, De Santis 6,. All. Fiorini Gius.