Tag: barbara

3 dicembre 2018 0

Gaeta: Festa di Santa Barbara Patrona della Marina Militare

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

GAETA – “A consolidamento dei profondi legami tra la città di Gaeta e la Marina Militare, domani martedì 4 dicembre alle ore 09.30 nella Basilica Cattedrale in Gaeta, S. E. Rev.ma Mons. Luigi VARI, Arcivescovo della diocesi di Gaeta, officerà la Santa Messa per la festività di Santa Barbara – Patrona della Marina Militare -.

Ad esprimere partecipazione agli uomini della Marina Militare e di quanti operano per essa, che si ritroveranno, in occasione dei solenni festeggiamenti della Santa Patrona, per festeggiare le comuni origini e valori, saranno presenti oltre ai Sindaci dei Comuni del Compartimento marittimo, i Rappresentanti delle Forze Armate, delle Forze di Polizia nonché delle Associazioni d’Arma.

Santa Barbara nacque nel III secolo D.C. in Asia minore, in quella che è l’attuale Izmit, porto della Turchia, a quei tempi Nicomedia, per poi trasferirsi a Scandriglia, in provincia di Rieti. La leggenda vuole che  suo padre Dioscuro, di religione pagana, l’avesse rinchiusa in una torre per proteggerla dai suoi pretendenti. Inoltre, per evitare che utilizzasse le terme pubbliche, gliene fece costruire di private. Barbara, vedendo che nel progetto vi erano solamente due finestre, ordinò ai costruttori di aggiungerne una terza, con l’intenzione di richiamare il concetto di Trinità. Quando il padre vide la modifica alla costruzione intuì che la figlia poteva esser diventata cristiana e decise allora di denunciare sua figlia al magistrato romano che, in quei tempi di persecuzione, la condannò alla decapitazione. Era il 4 dicembre dell’anno 306. Secondo la leggenda, Dioscuro procedette all’esecuzione dopo averla torturata col fuoco, ma subito dopo venne ucciso da un fulmine, interpretato come punizione divina per il suo gesto. Ella fu prescelta perché rappresenta la serenità del sacrificio di fronte al pericolo senza possibilità di evitarlo, e fu eletta a patrona “di coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa.”

 

4 dicembre 2017 0

Vigili del fuoco festeggiano Santa Barbara cercando l’anziano scomparso ad Alatri

Di admin

FROSINONE –  Vigili del fuoco in festa oggi per la loro santa protettrice: Santa Barbara. Invocata nei momenti di difficoltà dai soccorritori per eccellenza, la martire cristiana risalente al VI/VII secolo si festeggia il 4 dicembre e vede la messa celebrata in ogni presidio o distaccamento dei vigili del fuoco.

Frosinone non ha fatto eccezione e a orari diversi si sono svolte le cerimonie al comando provinciale di Frosinone dove il comandante provinciale Fabio Cuzzocrea ha accolto le autorità.

Poi ha presenziato alla cerimonia al distaccamento di Cassino officiata da Don Fortunato Tamburrini alla quale hanno partecipato le famiglie dei vigili (nelle foto), passando a salutare i suoi uomini dovunque fossero al lavoro ed in particolare ad Alatri dove una squadra di ricerca è sulle tracce di Vincenzo Frasca, l’82enne disperso dal 28 novembre. Alcuni lo avrebbero visto aggirarsi per la zona ma senza riuscire a fermarlo. Si teme che le rigide temperature notturne possano essergli fatali.

Ermanno Amedei

7 novembre 2009 0

La finanza sequestra una “Santa Barbara” di gas

Di redazione

I Finanzieri della Compagnia di Marcianise hanno sottoposto a sequestro complessivamente circa 6.000 kg. di gpl contenuti in bombole e circa n. 9.000 recipienti detenuti presso due distinti depositi facenti capo a due attività commerciali con sedi operative in Sessa Aurunca e Marcianise. In particolare, la costante attività di controllo economico del territorio ha consentito di accertare che, all’interno del centro abitato, in un deposito sito in Marcianise, autorizzato a detenere un massimo di kg. 1000, erano presenti kg. 4.576 di gpl, mentre in un deposito sito in Sessa Aurunca, autorizzato a detenere un massimo di kg. 500, erano presenti kg. 2.420 di gpl, in violazione alle norme relative alla sicurezza e alla detenzione di materiale esplosivo o infiammabile. Pertanto, i Finanzieri, complessivamente, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro 5.496 chili di gpl illecitamente detenuti; 8.731 recipienti (bombole); 2 serbatoi di capacità rispettivamente pari a litri 1.000 e litri 500. oltre alla denuncia alla competente Autorità Giudiziaria di due responsabili.

12 maggio 2009 0

Barbara, mitragliera bionda in Afghanistan

Di redazione

Si chiama Barbara Pittiglio, giovane bionda studentessa cassinate, ad un esame dalla laurea in economia e commercio, la prima donna-mitragliere italiana in missione in Afghanistan. E’ stata ufficialmente ricevuta in municipio dal sindaco Bruno Scittarelli, secondo una consuetudine che vuole ospiti in municipio i giovani militari cassinati che si sono distinti in missioni di pace all’estero. Barbara è stata accompagnata dai suoi orgogliosi genitori, Casimiro e Maria Grazia, e dai parenti più stretti, ed ha raccontato della sua esperienza e delle motivazioni che l’hanno spinta ad intraprendere la carriera militare. “Sono orgogliosa di svolgere questo lavoro. Certo è molto pericoloso – ha commentato Barbara – però la convinzione di prestarmi ad una missione che ha l’obiettivo di portare la pace in zone molto turbolente, mi spinge a continuare su questa strada”. Barbara Pittiglio è appena reduce da una missione ad Herat e ripartirà il prossimo mese di ottobre. Proprio di recente la zona in cui prestava servizio è stata interessata da un bombardamento che ha causato la morte di centinaia di persone. “Spero di non dover mai premere il grilletto e che il percorso di pace si completi al più presto”. Barbara sta preparando una tesi sulla missione in Afghanistan ed ha un passato di portiere di calcio femminile in campionati di serie A e B.