Tag: bernardis

27 gennaio 2018 0

Contratti Fca, Ferdinandi e De Bernardis soddisfatti, ma con il pensiero ai non confermati dei mesi scorsi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano – La lieta notizia che ieri ha rassenerato gli animi, per quanto riguarda il lavoro, è la decisione di Fca di assumere i 300 lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Dopo quello che accadde ad ottobre scorso, con il taglio di ben 532 operai in servizio mediante contratti di somministrazione, il timore per il destino lavorativo della restante parte di quel folto gruppo era tanta. Finalmente però una notizia che fa ben sperare. A tal proposito registriamo una nota stampa congiunta del sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, e l’assessore alle politiche del lavoro, Vincenza De Bernardis. “Fca ha deciso di assumere i 300 giovani operai con contratto a tempo indeterminato. Il gruppo di lavoratori vedrà il loro contratto, in scadenza il 31 gennaio, modificarsi in modo decisamente migliore a partire dal 1° febbraio.  La notizia – affermano in una nota congiunta il sindaco di Piedimonte San Germano, avv.Gioacchino Ferdinandi, e l’assessore alle politiche del lavoro, Vincenza De Bernardis – rincuora e soprattutto offre un segnale importante alla nostra economia. Non possiamo, pertanto, nascondere la nostra soddisfazione per la scelta dei vertici Fca di assumere con un contratto a tempo indeterminato questi giovani, anziché aver optato per una semplice proroga di pochi mesi che avrebbe generato ulteriori dubbi e paure. Con questo​, tuttavia non possiamo altrettanto dimenticare il destino dell’altra parte di questo gruppo di operai, ovvero gli oltre 530 che purtroppo sono stati lasciati a casa ad ottobre con forte delusione e preoccupazione. Saremmo lieti di vedere un’accelerazione produttiva che induca  l’ azienda automobilistica a riassumere i ragazzi esclusi dal piano in precedenza e a favorire anche il reinserimento delle tante unità dell’indotto, anch’esse vittime di tagli ingenti. Come amministrazione comunale continueremo – concludono nella nota – a mantenere alta l’attenzione sulla vicenda e soprattutto ad elaborare ogni iniziativa valida tesa allo sviluppo economico e sociale del territorio”.

28 giugno 2017 0

Piedimonte San Germano: Randagismo, sindaco e assessore De Bernardis a lavoro sul problema

Di redazione

Questa mattina il sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, l’assessore competente, Vincenza De Bernardis e il comandante dei Vigili Urbani, Antonio De Luca, hanno incontrato il responsabile provinciale dell’Anpana, Francesco Altieri. E’ stato fatto un primo punto della situazione sulle criticità presenti sul territorio comunale sul fenomeno del randagismo: è stata effettuata una prima verifica sulle risorse da stanziare per le convenzioni con i canili, vaccinazioni Asl, veterinario e supporto delle associazioni. Allo stato attuale sono 15 i cani randagi accalappiati sul territorio e ospitati presso due strutture specializzate (nei Comuni di Frosolone e Sgurgola). Diverse le azioni da mettere in campo. Nel corso della riunione è stato deciso che nei prossimi giorni inizieranno – ad opera dei tecnici comunali e dell’Anpana – le verifiche sulle criticità e le urgenze; entro un mese verrà effettuato anche un sopralluogo nei due canili attualmente in convenzione per verificare lo stato degli animali ospitati. Il Sindaco Gioacchino Ferdinandi e l’assessore Vincenza De Bernardis sono già al lavoro per predisporre assieme all’Anpana una campagna di sterilizzazione utilizzando fondi in cofinanziamento con la Regione Lazio. Fra le altre iniziative da mettere in campo anche l’adozione dei cani randagi dal canile al territorio, valorizzazione del lavoro dei volontari, predisposizione di un regolamento comunale ad hoc per risolvere il problema del cattivo costume nella gestione degli animali da affezione. Il Sindaco Ferdinandi ha anche proposto la costituzione di un coordinamento dei Sindaci del territorio per monitorare il fenomeno dei randagismo, non solo sul Comune di Piedimonte ma anche nei centri limitrofi. “Per contrastare il preoccupante fenomeno del randagismo a Piedimonte San Germano serve una vera e propria rivoluzione culturale. L’amministrazione sarà fortemente impegnata nel contrasto a questa criticità, soprattutto nel periodo estivo dove assume carattere d’urgenza. Diversi sono gli animali abbandonati nelle strade che provocano problemi per la sicurezza e per la salute pubblica. Oltre al piano delle adozioni stiamo lavorando anche ad una campagna di sterilizzazione. Il randagismo è un problema di non facile soluzione, ma nulla è impossibile. Faccio un appello anche ai cittadini, serve l’aiuto di tutti”. E’ la dichiarazione del Sindaco Ferdinandi al termine dell’incontro. Nella foto De Bernardis e Ferdinandi

9 maggio 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi e De Bernardis: “Tutto pronto per far partire la differenziata 2.0”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Undicesima tappa per il “Tour della Proposta” del candidato a primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il gruppo capeggiato dal trentacinquenne avvocato incontrerà i cittadini fino al prossimo 9 di maggio per presentare progetti, idee e proposte del movimento civico Piedimonte#ORA, in vista della presentazione ufficiale dei componenti la lista che concorrerà per le Amministrative dell’11 giugno. Lunedì 8 maggio, alle ore 18.00, il tour ha fatto tappa in viale Tiziano. Ad accompagnare l’aspirante Sindaco Gioacchino Ferdinandi, Vincenza De Bernardis. E’ stata proprio quest’ultima ad introdurre l’argomento e a presentare il progetto Piedimonte#ORApulita. “Noi vogliamo una città bella, accogliente ma soprattutto pulita. Tutto ciò sarà possibile solo se andrà in porto il nostro progetto di governo. Lavoreremo molto su questa tematica – ha spiegato Vincenza De Bernardis – perché crediamo che il decoro urbano ed una sempre maggiore attenzione alla nostra cittadina, oltre al rispetto delle regole, siano alla base del vivere civile. E’ per questo che chiederemo alla cittadinanza anche maggiore collaborazione, magari solo rispettando gli orari di conferimento della raccolta differenziata. E’ innegabile il fatto che bisogna migliorare la fase attuativa della differenziata ma il nostro primo impegno in tal senso sarà rafforzare la collaborazione con chi gestisce il servizio, l’Unione Cinque Città. Un altro cardine dell’idea di Piedimonte#ORApulita sarà una più attenta e costante programmazione della manutenzione del verde pubblico, non solo tramite gli addetti comunali ma anche e soprattutto con gli Enti preposti a tale servizio, come ad esempio il Consorzio di Bonifica o l’Amministrazione provinciale di Frosinone. Per quanto riguarda la gestione del verde, vogliamo adottare anche un sistema che sta funzionando in moltissimi Comuni d’Italia: l’“adozione” di aree da parte di aziende o attività commerciali, al fine di garantire un adeguato decoro urbano e magari abbattendo i costi municipali di manutenzione. Infine, non da ultimo, il nostro movimento civico ha in animo anche la realizzazione di un bagno pubblico in prossimità di Piazza Municipio. Con la realizzazione di questa struttura – ha concluso Vincenza De Bernardis – si misura anche il grado di accoglienza, di inclusione e di rispetto che un’amministrazione ha verso cittadini, turisti o quegli operatori ambulanti che ogni martedì sono in città per il mercato settimanale e costretti a rivolgersi ai bar per usufruire dei servizi igienici”. A Vincenza De Bernardis ha fatto eco il candidato Sindaco Gioacchino Ferdinandi. “Non abbiamo voluto scrivere un programma elettorale a tavolino – ha ricordato Gioacchino Ferdinandi – ma abbiamo ascoltato prima i cittadini, che ci hanno fatto notare i tanti problemi di Piedimonte a cui la politica del passato non ha raccolto nei luoghi in cui bisognava prendere decisioni. Sul discorso differenziata, però, posso assicurare che verrà fatto tutto quello che sarà in nostro potere per migliorare il servizio di raccolta, che definirei 2.0. C’è già un progetto pilota della Provincia di Frosinone con l’Unione Cinque Città – ha spiegato Ferdinandi – dove è stato ottenuto un finanziamento senza sottrarre risorse alle casse municipali, dove sono stati ordinati ed acquistati cassonetti cosiddetti “intelligenti”, predisposto con una società di Bergamo la raccolta dei dati per preparare le card da consegnare ai proprietari degli immobili e ci sono già stati un paio di sopralluoghi con i responsabili dell’Unione Cinque Città per verificare dove questi cassonetti dovranno essere posizionati. E, a dimostrazione del fatto che tutto verrà fatto nell’interesse dei cittadini, so che ci sono stati anche incontri con diversi amministratori condominiali i quali hanno già pronti i codici fiscali dei proprietari per effettuare l’assegnazione delle card. E’ tutto pronto e lo attueremo appena entreremo in Comune. Noi – ha concluso Ferdinandi – non ci sottrarremo a impegni e responsabilità e lo faremo con quella serietà con cui oggi ci stiamo proponendo ai cittadini di Piedimonte”.