Tag: egiziano

28 maggio 2018 0

Avvertimento con coltellata a Cassino, “puncicata” a ghanese da egiziano

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Sembra più un avvertimento l’episodio avvenuto nel primo pomeriggio di oggi in via Terme a Cassino tra un cittadino egiziano ed un ghanese.

Tra i due giovani, è nata una lite per cause ancora al vaglio degli agenti del commissariato di polizia, al termine del quale il ghanese ha rimediato un fendente che gli ha procurato una ferita non ritenuta grave.

Pare si tratti di una “puncicata”, un fondente che l’egiziano avrebbe inferto impugnando non solo il manico del coltello, ma anche parte della lama per essere certo che, seppur scagliato con violenza, il fendente non sarebbe andato a fondo. Un avvertimento, quindi, per convincerlo delle sue ragioni.

Al momento l’egiziano è in Commissariato e gli uomini di Carlo Bianchi stanno valutando la sua posizione. Il giovane del Ghana, invece, dopo essere stato trasportato in ospedale è stato medicato e dimesso.

26 marzo 2018 0

Arrestato dalla Polfer di Frosinone un giovane egiziano su ordine del Tribunale di Palermo

Di redazionecassino1

FROSINONE – Era ricercato da tempo dalle forze dell’ordine di Palermo il giovane cittadino egiziano fermato questa mattina alla stazione del Capoluogo ciociaro.

Gli agenti del  Posto Polfer di Frosinone lo hanno notato nel corso dei normali controlli. Lo hanno fermato ed identificato, scoprendo che sul giovane pendeva un’ordinanza di custodia cautelare. Il giovane è stato fermato questa mattina dagli agenti in servizio alla stazione del Capoluogo sulla base dei dati contenuti nella Banca dati.

Da accertamenti, attraverso la Banca Dati Interforze, emergeva, infatti, che nei confronti del ragazzo  pendeva  l’Ordinanza   della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palermo.

Nei suoi confronti è, quindi, scattato l’arresto.

 

4 giugno 2017 0

Foglio di Via Obbligatorio della durata di 3 anni per 35enne egiziano colpevole di diversi reati

Di redazionecassino1

Cassino – Agli spiacevoli episodi di risse tra extracomunitari avvenuti nella scorsa settimana sono seguiti specifici controlli da parte della Compagnia dei Carabinieri di Cassino, in particolare nei luoghi frequentati da cittadini di nazionalità egiziana. Oltre alle volanti sono stati schierati in campo anche elicotteri che negli scorsi giorni hanno sorvolato la Città Martire a più riprese. Più di 60 le persone identificate, una decina i controlli a persone sottoposte agli arresti domiciliari così come le perquisizioni a locali e veicoli, oltre che a sospetti. Durante le operazioni è emersa la figura di un 35enne egiziano, residente nella provincia di Campobasso. L’uomo era già noto alle Forze dell’Ordine per numerosi reati contro la persona e il patrimonio, quali omicidio doloso, sequestro di persona, rapina, incendio, lesioni, minacce, estorsioni e danneggiamento. Scovato nei pressi di abitazioni isolate, non ha saputo fornire agli agenti alcuna giustificazione plausibile circa la sua presenza in loco, così è scattato per lui il Foglio di Via Obbligatorio. Previsto dunque l’allontanamento dalla città per un periodo di 3 anni, provvedimento scattato anche per due uomini di nazionalità rumena, controllati nei pressi di attività ed esercizi pubblici del comune di Atina e noti per reati contro il patrimonio.

Giulia Guerra

foto di repertorio

4 ottobre 2016 0

Controlli antidroga a Cervaro, egiziano si scaglia contro agenti per evitare perquisizione

Di admin

Cervaro – Aggredisce i poliziotti per evitare il controllo. E’ accaduto a Cervaro dove gli agenti di polizia del commissariato di Cassino, sospettando che nella casa in cui abitano alcuni giovane egiziani vi fosse della droga, hanno fatto accesso nell’abitazione per perquisirla.

Uno dei giovani, però, si è scagliato con violenza contro gli agenti intrattenendoli in una colluttazione terminata con la sua immobilizzazione e successivo arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Una violenza giustificata solo dalla necessità di intrattenere gli agenti e far guadagnare ai suoi amici minuti preziosi, forse, per disfarsi di qualcosa. La vigilanza della polizia però, sui possibili canali di spaccio resta alta.

Ermanno Amedei