Tag: esperienza

17 febbraio 2018 0

ELEZIONI 2018 – L’esperienza di Vincenzo Fedele sul Demanio a dispos

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

REDAZIONALE – Vincenzo Fedele è un uomo che ama la sua terra e la sua gente. Compagno e padre premuroso, Fedele è un militare in forza alla Guardia Costiera di Formia dove ricopre un incarico di rilievo.

Il lavoro lo porta a vivere parte della sua vita lontano dalla famiglia e dagli amici più cari ed è durante quel periodo, anche a causa di segnanti esperienze, che riflette sulle problematiche che, in modo sempre crescente, affliggono la sua terra di origine e l’Italia in generale. L’interesse per questi temi si rafforza negli anni portando Fedele a impegnarsi in modo più concreto per il proprio territorio.

La sua avventura politica comincia al Comune di Minturno dove, dal 2012, ricopre la carica di Assessore al demanio marittimo e nel corso del suo mandato si è occupato anche di pubblica istruzione, scuola, affari istituzionali, personale, sviluppo e territorio. Questa importante esperienza gli permette di amplificare il contatto con le persone e le diverse realtà del territorio e di maturare una sempre maggior competenza sulle problematiche esistenti e le soluzioni applicabili. Queste ultime però, spesso diventano irrealizzabili per varie ragioni, tra le quali il limitato potere dell’Amministrazione Comunale e, purtroppo, una politica che non mette sempre in primo piano il vero interesse dei cittadini e del territorio.

Ma tutto questo non frena Fedele che, anzi, decide di “osare” di più. Forte anche di competenze specifiche in alcuni settori ormai gestiti direttamente dalla Regione Lazio, come ad esempio il demanio marittimo, e convinto della necessità di distribuire più risorse ai territori lontani da Roma, nel 2018 Fedele decide di candidarsi al Consiglio regionale del Lazio con la lista “Energie per l’Italia” del candidato Presidente Stefano Parisi. Guarda il video

24 novembre 2017 0

“Mai Più” – L’esperienza di Auschwitz di Sami Modiano il 4 dicembre nell’Aula Magna dell’Università di Cassino

Di redazionecassino1

Cassino – Nell’ambito delle iniziative promosse per la valorizzazione della memoria storica del nostro territorio e il rispetto dei valori umani alla base della convivenza civile, l’ITCG “Medaglia d’Oro Città di Cassino” incontrerà, lunedì 4 dicembre alle ore 10.00, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Samuel Modiano, sopravvissuto all’inferno di Auschwitz-Birkenau.

Un’importante testimonianza che torna di estrema attualità anche alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno visto frange di ultras della Lazio distribuire adesivi antisemiti che raffiguravano Anna Frank con la maglia della Roma.

Alla manifestazione intitolata “Mai più”, fortemente voluta dall’ITCG “Medaglia d’Oro Città di Cassino” del dirigente Marcello Bianchi e coordinata dalle professoresse Maria Luisa Calabrese e Sabrina De Rosa, parteciperanno gli studenti delle classi terminali degli Istituti Superiori di Cassino.

Sami Modiano, 87 anni, accompagnato dalla moglie Selma, racconterà la sua storia dolorosa, l’infanzia negata e l’esperienza tragica del campo di sterminio, vissuta insieme al padre e alla sorella, ambedue morti nel lager.

Parteciperanno la dottoressa Sara Procaccia responsabile cultura dell’associazione delle donne ebree italiane ed il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale oltre ad autorevoli esponenti della società civile e religiosa del territorio.

L’evento è atteso con entusiasmo e trepidazione dai giovani studenti che si preparano studiando e approfondendo la tematica della Shoah. L’obiettivo è quello di trasmettere alle nuove generazioni valori come il rispetto, la tolleranza e l’amore verso il prossimo nella convinzione che il passato va ricordato perchè “tutti coloro che lo dimenticano, sono condannati a riviverlo”(P. Levi).