Tag: parrocchia

12 aprile 2018 0

Corrispondenza tra bambini della parrocchia di S. Giovanni e i detenuti del carcere di Velletri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – Fitta corrispondenza tra i detenuti del carcere di Velletri e i bambini delle diocesi. E’ una iniziativa nata nel 2015 in occasione dell’anno della Misericordia e, da allora, i bambini che frequentano il catechismo si scambiano messaggi con i circa 500 detenuti del carcere Lazzaria.

E’ un momento particolarmente sentito da chi vive in prigione e che spesso perde i contatti con la famiglia. L’iniziativa organizzata dalle catechiste della parrocchia di San Giovanni Battista, una delle quali è volontaria di Vol.A.Re. Onlus, una associazione impegnata proprio nel carcere veliterno. “Il tema di ques’anno – fa sapere una delle organizzatrici – è la matita per il suo significato. Ai bambini diciamo che siamo delle matite nelle mani di Dio. Nel carcere questa iniziativa è stata accolta con entusiasmo e anche ai detenuti sono stati consegnati dei fogli a forma di matita, come quelli usati dai bambini per scrivere i loro messaggi”.

Domenica scorsa, il parroco di San Giovanni, Padre Andrea, durante la messa ne ha letto alcuni. Ne abbiamo scelto uno di un bambino in cui si legge: “Ti dono una matita perché tu possa disegnare sul tuo viso un bel sorriso”.

E quello in risposta, scritto da Massimo, detenuto di lungo corso. “Ricordatevi ora e sempre che anche voi siete matite. Cercate di scrivere al meglio la vostra vita. Accogliete le parole dei vostri genitori;  voi siete il loro futuro e il nostro. Vi stimo molto per l’interesse che avete per noi detenuti e vi ringrazio a nome di tutti”.

Ermanno Amedei

18 giugno 2010 0

“Processo a Gesù” in scena alla parrocchia di S. Pietro

Di redazionecassino1

Sabato 19 giugno, alle ore 21, presso la chiesa parrocchiale di S. Pietro Apostolo al Colosseo, il Gruppo di Teatro Sacro “San Pietro” metterà  in scena il dramma “Processo a Gesù” di Diego Fabbri. Si tratta di un libero adattamento dell’opera più importante dell’autore: un dubbio tormentoso assilla una compagnia di ebrei che gira per l’Europa inscenando ogni sera lo stesso dramma, un vero e proprio dibattimento di carattere giuridico sul personaggio storico Gesù di Nazareth e sulla sua innocenza. Si interrogano testimoni, si pongono questioni perché il collegio giudicante possa, per l’appunto, giudicare. E grazie alla forma metateatrale, cioè ad un gioco di “teatro nel teatro”, gli spettatori tutti, non solo quelli che si trasformano in attori, restano profondamente coinvolti. Il dramma diventa collettivo e il processo non mira più a stabilire giuridicamente l’innocenza o colpevolezza di Gesù, ma si trasforma in un dibattito corale, in una ricerca di verità che investe anche la storia contemporanea messa chiaramente sotto accusa. È processo a Cristo e processo alla cristianità. L’idea della coordinatrice Maria Patrizia Zolla e degli organizzatori nel metter su un gruppo di teatro sacro, formato di adulti e giovani, è di trasmettere il messaggio cristiano in una modalità nuova, di impatto immediato, che aiuti a porsi domande nel profondo. Appuntamento dunque a S. Pietro.

17 giugno 2010 1

Lo sport quale valore educativo in parrocchia, Pizzul tra gli ospiti al convegno

Di redazione

Domani venerdì 18 Giugno 2010 alle ore 18.30 presso l’aula magna del PALAZZO DEGLI STUDI di LANCIANO si svolgerà il convegno organizzato dal comitato del CENTRO SPORTIVO ITALIANO di LANCIANO-ORTONA ed in particolare dal presidente LORIS MONTEAMARO sul tema: LO SPORT – QUALE VALORE EDUCATIVO IN PARROCCHIA. Il convegno è stato organizzato a margine della manifestazione “GIOCHI SENZA QUARTIERE” che si sta svolgendo in questi giorni a LANCIANO e che coinvolge i ragazzi delle quattro parrocchie del centro storico di LANCIANO ed in particolare MADONNA DEL PONTE, S. LUCIA, S. NICOLA e S. MARIA MAGGIORE insieme alle associazioni di quartiere e con il prezioso contributo dell’amministrazione comunale che ha patrocinato e parzialmente finanziato l’iniziativa con gli assessorati alla cultura e dello sport. Gli ospiti previsti invitati non ancora tutti confermati sono: Bruno PIZZUL giornalista sportivo Eusebio DI FRANCESCO Allenatore PESCARA CALCIO Angelo Martino GIANCOLA Arbitro nazionale Edio COSTANTINI Presidente Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport Don Antonio DI LORENZO vicario episcopale per la pastorale della diocesi di LANCIANO-ORTONA Stefano CIERI giornalista LA GAZZETTA DELLO SPORT Enrico DI GIUSEPPANTONIO Presidente provincia di CHIETI Silvio TAVOLETTA assossore allo sport provincia di CHIETI Filippo PAOLINI sindaco di LANCIANO Manlio D’ORTONA assossore allo sport comune di LANCIANO Si tratta di un momento di riflessione su quale ruolo può svolgere lo sport per l’educazione dei giovani e la loro crescita.