Tag: pasquale

17 marzo 2018 0

Ancora incidente in via San Bartolomeo a Cassino, altra macchina rischia il “tuffo”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Ancora un incidente in via San Bartolomeo a Cassino e ancora una volta, l’auto, e il suo contenuto umano, rischia di finire in un canale. Se in qualsiasi altra strada, una macchina sbanda, finisce contro un guardrail o, al massimo, in un fossato di scolo.

Le strade che costeggiano il fiume Rapido, o i suoi canali affluenti, sono invece, per lunghi tratti, senza alcuna protezione e ogni sbandata rischia di avere conseguenze gravi. Questa mattina è toccata ad una Fiat Multipla che, dopo la sbandata, ha preso la direzione del canale ma, per fortuna degli occupanti, è stata fermata dalla fitta vegetazione.

Appena qualche settimana fa, invece, un giovane con la sua auto, in via San Pasquale, ha raggiunto il fiume.

Ermanno Amedei

13 marzo 2018 1

Cassino, Antonietta Gargiulo di Cisterna di Latina ha vissuto a San Pasquale

Di admin

CASSINO – Antonietta Gargiulo non è più in prognosi riservata. La 39enne ferita a colpi di pistola dal marito, il carabiniere Luigi Capasso, morto suicida dopo aver ucciso le figlie di 8 e 13 anni a Cisterna di Latina, è uscita dal reparto di terapia intensiva del San Camillo di Roma dove è arrivata il 28 febbraio scorso.

In molti ricordano Antonietta, originaria di Napoli, vivere insieme alla sua famiglia e per un lungo periodo a Cassino nella zona di San Pasquale. In molti sostengono di ricordare lei e il padre, commerciante di abiti usati nella città Martire fino a quando, all’età di lei di sette anni circa, non si trasferì con la famiglia altrove.

Oggi, la sua vita ricomincia dalle macerie di una storia devastante. Seppure le sue condizioni fisiche migliorano deve assorbire il colpo durissimo di sapere che le sue figlie, Martina e Alessia, sono morte. Per questo è assistita da un equipe di psicologi oltre che dai suoi familiari. La donna ancora non può parlare per l’intervento necessario per la ricostruzione della mandibola attinta da uno dei tre colpi di pistola che il marito le ha esploso contro ma interagisce comunque a gesti e con l’espressione del volto.

Ermanno Amedei  

6 marzo 2018 0

Anagni: I carabinieri hanno celebrato il Precetto Pasquale

Di redazione

Questa mattina presso la Chiesa Collegiata Sant’Andrea di Anagni, i Carabinieri della locale Compagnia hanno celebrato il precetto Pasquale. Alla funzione religiosa, officiata da Don Mauro Amato, Cappellano Militare della Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Velletri, hanno partecipato i Militari liberi dal servizio accompagnati da familiari ed amici nonché, una folta rappresentanza del personale in congedo, unitamente al Presidente della Sezione di Anagni, Angelo Pierron. Al termine della cerimonia religiosa il Comandante in S.V. della Compagnia di Anagni, Ten. Vittorio Tommaso De Lisa, ha salutato, ringraziandoli, sia i parroci Don Bruno Durante e Don Claudio Pietrobono, che hanno permesso la celebrazione, sia tutti gli intervenuti che, ancora una volta, hanno dimostrato la vicinanza all’Istituzione a conferma del profondo rispetto del ruolo dei Carabinieri svolto tra, con e per la gente.

6 maggio 2017 0

Valorizzazione patrimonio naturale del territorio, intervento di Pasquale Ciacciarelli

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo dal coordinatore provinciale di Forza Italia, Pasquale Ciacciarelli relativa alla valorizzazione del patrimonio montano. “Ha avuto luogo la scorsa domenica, sulla vetta del Monte Maio, famoso per essere stato centro della linea Gustav durante le cruente battaglie della Seconda Guerra Mondiale , a confine tra i Comuni di Coreno Ausonio e Vallemaio, in una cornice mozzafiato che sovrasta la Valle del Liri ed il Golfo di Gaeta, un iter escursionistico tra i boschi di un gruppo di appassionati volontari e simpatizzanti di associazioni di ecologia e ambientalismo italiano, Ekoclub International e F.I.D.C., che vivono, valorizzano e lavorano ogni giorno per migliorare l’ambiente e tutto quello che in esso vive, come piante, animali e persone. Rispettivamente capitanati dal vicepresidente provinciale Ekoclub, Daniela Iovine e dal referente F.I.D.C. di San Giorgio a Liri, Sandro Domenicone, hanno conquistato quota 976 m s.l.m. per rendere omaggio al Tricolore italiano accompagnati dal sindaco di Vallemaio Fabio Merucci e dal dott. Pasquale Ciacciarelli, il quale ha promosso l’iniziativa, omaggiandola della nuova bandiera tricolore italiana. Il rappresentante F.I.D.C. ed il gruppo lavoro della sezione, nell’occasione hanno voluto ricordare con un nobile gesto d’affetto un grande uomo prematuramente scomparso, lasciando sulla vetta del Monte una targa commemorativa in ricordo dell’Amico Basilio Demedi, socio dell’associazione e consigliere comunale in Vallemaio. Ringrazio la vicepresidente dell’Ekoclub ed il rappresentante di Federazione italiana della Caccia per la grande disponibilità dimostrata, dichiara Ciacciarelli. Mi preme lanciare una proposta- afferma Ciacciarelli- una proposta di valorizzazione del contesto montano, che permetta ai giovani ed a quanti amano la natura di scoprire le bellezze naturali incontaminate del nostro territorio. Mi auguro che a breve quanti intervenuti siano disponibili per un’altra simile iniziativa, volta a sottolineare il valore del patrimonio naturale, a volte sottovalutato, o semplicemente dato per scontato, del nostro territorio, un territorio montuoso, collinare che si estende fino al mare, come dimostra il caso del sopra citato Monte Maio, dal quale si può godere la vista del Golfo di Gaeta”.

17 novembre 2016 0

Un dissuasore di velocità in prossimità della pista ciclabile a San Pasquale

Di redazionecassino1

Questa mattina è stato installato un dissuasore di velocità in zona San Pasquale, nei pressi della pista ciclabile. Un intervento importantissimo per la sicurezza delle tantissime persone che usufruiscono del piano viabile riservato alle biciclette e alle persone. “Dopo numerose segnalazioni e incidenti, anche molto gravi, era imminente la necessità di intervenire in questa zona della città – ha dichiarato consigliere comunale e presidente della I Commissione, Carmine di Mambro – diventata pericolosissima sia per gli automobilisti che per i pedoni, a causa dell’alta velocità con cui viene percorsa via San Pasquale”. I dissuasori di velocità offrono un contributo attivo alla prevenzione degli incidenti stradali, politica questa che il sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha voluto attuare con estrema urgenza in alcune zone sensibili di Cassino. E’ importante sottolineare che questo impianto ha una funzione educativa, non sanzionatoria. Lo scopo è quello di aumentare il livello di sicurezza stradale, sul rettilineo dove, a causa dell’alta velocità, viene seriamente compromessa la sicurezza dei pedoni. “Esiste, comunque, la volontà da parte di questa amministrazione di attuare altre strategie, deterrenti all’alta velocità in molte zone della città. Perché dopo cinque anni di abbandono e di menefreghismo da parte della passata gestione amministrativa occorre, dunque, una strategia seria e professionale che concorra a trovare soluzioni tecniche certe verso l’obiettivo di dare maggiore sicurezza e di rifuggere l’improvvisazione. Solo così, e con il concorso di tutti, tra qualche anno potremmo dire di aver fatto qualcosa di concreto per garantire l’incolumità dei cittadini di Cassino”. Ha concluso il consigliere comunale, Carmine Di Mambro.

2 aprile 2010 0

Esodo pasquale, traffico intenso, su strade e autostrade, da ‘bollino rosso’

Di redazionecassino1

Inizierà nelle prossime ore l’esodo degli italiani per le vacanze pasquali. Un ponte pasquale da bollino rosso sulla rete stradale italiana, secondo le previsioni della società Autostrade. Traffico intenso, infatti, viene annunciato sull’intera rete autostradale nel corso dei giorni a cavallo della festività di Pasqua. Il boom del rientro è previsto lunedì 5 aprile, in serata, e martedì 6 e mercoledì 7 nella mattinata. Blocco alla circolazione dei mezzi pesanti da venerdì 2, dalle 16:00 alle 22:00, sabato 3, domenica 4, lunedì 5, dalle 08:00 alle 22:00 e martedì 6 aprile dalle 08:00 alle 14:00.   Le autostrade maggiormente interessate all’esodo saranno la A1 tra Milano e Parma, da Bologna a Firenze sud, con possibili rallentamenti nel tratto appenninico e in uscita da Roma verso Napoli con possibili rallentamenti fino a Valmontone. Ancora, traffico sulla A14 da Bologna a Cattolica con possibili rallentamenti all’altezza di Bologna. Traffico intenso poi in Lombardia sulla A4 e sulla A9 alla dogana con la Svizzera. In  Liguria, invece, sulla A10 e sulla A26 in direzione del Ponente ligure, sulla A12 sino a Rapallo. E infine in Toscana, sulla A11 in direzione di Pisa e della Versilia.