Tag: recuperata

21 maggio 2018 0

Si perde nell’officina meccanica, gallinella d’acqua recuperata e rimessa in libertà

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Si è persa allontanandosi dal ruscello finendo in un’officina. E’ quanto accaduto oggi pomeriggio ad una gallinella d’acqua che è stata vista dimenarsi impaurita all’interno del capannone in via Pescarola.

Pensando fosse in pericolo e scambiandolo per il pulcino di una specie protetta, il proprietario ha allertato le Guardie ambientali di Cassino.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri forestali e un veterinario della Asl che, dopo aver verificato le buone condizioni di quella che poi è stata accertata essere una gallinella d’acqua, l’hanno liberata in un vicino torrente.

9 aprile 2018 0

Restituita all’Iran una antica stele funeraria recuperata a Ferentino

Di admin

FERENTINO – Una stele funeraria in pietra del XVII sec., con iscrizioni in lingua araba e persiano rinvenuta nel cimitero di Ferentino è stata restituita oggi da Generale di Brigata Fabrizio Parrulli, Comandante Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC), a S.E. Jahanbakhsh Mozaffari, Ambasciatore della Repubblica Islamica dell’Iran in Italia. Il bene, abbandonato dai malviventi, probabilmente per timore di essere scoperti, in prossimità del cimitero di Ferentino (FR), è stato recuperato, nell’agosto del 2015, dai militari della locale Stazione Carabinieri.

Il TPC ha provveduto ad effettuare gli accertamenti investigativi e a indirizzare quelli di carattere scientifico che hanno dimostrato l’autenticità della stele e la sicura provenienza dalla Repubblica Islamica dell’Iran, Paese custode di uno dei più antichi e ricchi patrimoni culturali al mondo.

Gli approfondimenti, inoltre, hanno permesso di identificare l’iscrizione in un epitaffio in lingua persiana, con scrittura in corsivo denominata “Nasta’liq”, riportante versi e alcune formule che descrivono il valore, le qualità e il nome del defunto.

Questa cerimonia di riconsegna testimonia l’importanza che l’Italia attribuisce alla cultura della restituzione: un impegno che trova, sempre più, significative corrispondenze nei Paesi esteri ove sono i beni italiani a essere stati trafugati e illecitamente esportati.

La restituzione della stele, che permetterà alla collettività iraniana di ricostruire percorsi storici, culturali e sociali che altrimenti sarebbero andati persi, costituisce ulteriore dimostrazione della proficua collaborazione, consolidatasi nel tempo, tra il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e la Repubblica Islamica dell’Iran.

3 marzo 2017 0

Bancomat sradicato, bottino da 6mila euro. Recuperata a S. Angelo Bmw rubata

Di admin

Cassino – Ammonterebbe a circa 6mila euro il bottino portato via questa notte alle 3.30 circa dalla filiale della Banca Popolare del Cassinate a San Giorgio a Liri.

Da prime indiscrezioni trapelate dalle forze dell’ordine, i malviventi avrebbero aggiro con due auto e un furgone, quindi il gruppo era composto da 8 o 10 persone.

Sicuramente c’era una Bmw grigia con quattro persone a bordo intercettata poco prima delle 4 dai carabinieri di Cassino sulla strada provinciale a Sant’Angelo.

I malviventi l’hanno abbandonata nel parcheggio di un edificio in costruzione e sono fuggiti a piedi facendo perdere le tracce così come hanno fatto gli altri a bordo dell’altra vettura e del furgone con la cassa bel bancomat.

La Bmw recuperata e oggetto di indagine di polizia scientifica risulta rubata a Roma.

Ermanno Amedei 

Foto antonio Nardelli

articolo precedente

19 febbraio 2017 0

Amatrice, recuperata la campana della torre del museo civico

Di admin

Amatrice – Recuperata, questa mattina ad Amatrice, la campana della torre del museo civico. L’operazione di recupero è stata resa complessa dal rischio di crolli della struttura gravemente compromessa su cui era posta.

Ad operare sono stati i vigili del fuoco del Nucleo Interventi Speciali di Latina che partecipano alle operazioni di soccorso e consolidamento delle zone colpite dal sisma già dalle prime ore successive alla scossa del 24 agosto.

Con l’ausilio di un’autoscala, si sono calati sul manufatto, imbragando la campana, staccandola dagli ancoraggi e portandola al sicuro.

Ermanno Amedei  

 

29 gennaio 2017 0

Operazioni di soccorso su monte San Castro a Sora, donna ferita recuperata con elicottero

Di admin

Sora – Una donna di Sora è stata recuperata nella tarda mattinata di oggi con l’ausilio di un elicottero e del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS).

Si era avventurata per una escursione su un sentiero sul monte San Castro a Sora  quando si è infortunata ad una caviglia. Rendendosi conto di non essere più in grado di proseguire autonomamente ha lanciato l’allarme contattando il 118 che ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino. Il CNSAS è intervenuto con una squadra di terra della stazione di Cassino e successivamente con un tecnico di elisoccorso a bordo dell’elicottero del 118 del Lazio.

I tecnici di terra, una volta raggiunto il luogo dell’incidente, grazie alle coordinate fornite tramite smartphone dalla stessa escursionista, hanno provveduto a prestare le prime cure. Il tecnico di elisoccorso si è calato sul posto ed ha provveduto al recupero della donna tramite verricello. La ferita è stata infine elitrasportata all’ospedale di Sora.

26 settembre 2016 0

Maratoneta di Ferentino colta da malore sui monti della Meta, recuperata dal Soccorso Alpino

Di Antonio Nardelli

Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è intervenuto nella giornata di ieri per recuperare una partecipante alla gara “Monti della Meta SkyMarathon” in provincia di Frosinone. La donna di 47 anni, originaria di Ferentino, era partita alle ore 8:30 per percorrere i 34 chilometri del tracciato; intorno alle ore 14:30, a circa metà percorso, la donna ha accusato un malore richiedendo i soccorsi. Ad intervenire per il recupero i tecnici del CNSAS presenti nei due presidi allestiti dallo stesso Soccorso Alpino lungo il tracciato della maratona. La squadra di terra del CNSAS, dopo aver prestato le prime cure sanitarie, ha trasportato in barella la maratoneta al punto di arrivo, dove sono sopraggiunti intorno alle ore 17:30. Per la donna non è stato necessario il ricovero.

Questo intervento conferma l’importanza di predisporre presidi del Soccorso Alpino in eventi sportivi o manifestazioni che si sviluppano in ambiente impervio, presidi che garantiscono soccorsi tempestivi in caso di necessità.

foto di repertorio