Tag: resta

6 dicembre 2018 0

Basket Cassino, non ci resta che vincere in casa della capolista Vigna Pia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); Dopo la cocente sconfitta rimediata a Roma in casa della capolista Vigna Pia, i ragazzi del coach Luigi Pagano riceveranno la visita di un’altra romana il St Cahrles, formazione che occupa l’ultima posizione in classifica del raggruppamento A della serie C Silver. I romani, allenati da coach Abbate , che non hanno ancora ottenuto punti nelle 6 gare fin qui disputate , 6 sconfitte distribuite equamente tra  casalinghe e in trasferta, dispongono di un gruppo di ragazzi molto ben assortito su cui spiccano le giocate dei vari Ciancaglini e Zacchia capaci di andare a referto spesso anche sopra i 20 punti;  inoltre possono contare sulle prestazioni sopra le righe di Bauer e Giombini. I romani comunque nonostante il lungo digiuno sono una formazione da prendere con le molle, sono tutti giovani ancora troppo acerbi ma che invertendo la marcia potrebbero diventare la mina vagante di questo campionato. Cassino dovrà essere compatto e chirurgico quando serve, concentrazione e applicazione maniacale dei fondamentali visto quanto successo nella gara contro il Vigna Pia. Nella settimana appena trascorsa coach Pagano ha lavorato sodo proprio per eliminare le problematiche relative soprattutto alla concentrazione, che ogni tanto lascia purtroppo a desiderare. Questa gara deve essere vinta a tutti i costi per proseguire in questo campionato nella maniera giusta. Tutti i ragazzi eccetto Shaykarov fermo per un piccolo problema muscolare hanno lavorato intensamente, sono consapevoli che la brutta sconfitta nell’ultimo turno va immediatamente cancellata e una corroborante vittoria darebbe maggiore tranquillità e fiducia a tutto il gruppo. Ci si attende una reazione d’orgoglio da parte dei cosiddetti senatori, De Santis, Ausiello, Pagano e De Pippo, a loro toccherà rimboccarsi le maniche e guidare i tanti giovani presenti nel roster a giocare sempre ad alto livello per puntare alla vittoria. Durante la gara di domenica, palla a due alle ore 18,30 verrà scelta la nuova mascotte ufficiale del Basket Cassino, e salutato con affetto Benny della Pallacanestro Cassino verrà svelata la nuova figura scelta a rappresentare il gruppo del basket. Le premiazioni dei tre disegni vincitori sugli oltre trenta elaborati arrivati sarà effettuata dal Presidente della Banca Popolare del Frusinate, main sponsor del Basket Cassino,  dottor Domenico Polselli che ai tre vincitori elargirà buoni spesa da 100 euro cadauno. Insieme al presidente Polselli anche il Ragionier Enzo Pagano editore di Radio Cassino Stereo partner in questa iniziativa. Vi aspettiamo numerosi presso la casa del basket Longo e Pagano domenica 9 dicembre ore 18.30.
29 ottobre 2018 0

La Virtus resta a secco, al Casaleno passa Siena

Di redazionecassino1

Finisce anche la 5^ giornata del Campionato Nazionale di basket di Serie A2 Girone Ovest, e la Virtus Cassino rimane ancora a secco di vittorie.

La peggior prestazione da parte delle ‘V’ rossoblù, vista sin dall’inizio dell’anno. Una squadra molle, poco cinica, poco motivata e scollata nei suoi interpreti.

Un passo falso che fa male ai ragazzi di coach Vettese, protagonisti di una performance importante al PalaSojourner di Rieti, ma che hanno visibilmente steccato un match fondamentale per arrivare alla prima vittoria in campionato.

Una Virtus Cassino mai in partita, che non ha mai dato la sensazione di poter risalire la china e ricucire il gap scavato da Marino e compagni, e che non ha mai tentato di recuperare la partita di squadra.

Il risultato finale di gara, premia così la compagine di coach Moretti, capace dopo le due sconfitte consecutive contro Casale e Latina, di dare nuove motivazioni e nuovi strumenti di lavoro ai suoi ragazzi per portare a casa i due punti.

“La cosa che più mi ha fatto piacere è aver messo in campo grande energia dopo due settimane particolarmente difficili, un po’ perché venivamo da 14 giorni dove non avevamo raccolto punti, un po’ per aver perso un nostro giocatore fondamentale che è Marino, contro Casale” commenta il coach toscano nel post-partita.

“Dopo quella partita persa nettamente e una sfortunatamente in casa con Latina per poco, stavolta mi aspettavo una prestazione importante da parte di tutti. Non solo c’è stata, ma è stata sia fisica che mentale, ed è stata forse la prima di questo campionato dove abbiamo giocato 40 minuti intensi, concentrati, seguendo le indicazioni del piano partita, pronti a ogni tipo di contatto e fisicità che c’era bisogno di mettere in campo”.

Per la Virtus tante sono invece le cose da migliorare: le alchimie in attacco, le palle perse (ben 16 a fronte delle 8 della squadra ospite, ndc), l’apporto al match della panchina (9 punti, rispetto ai 29 di Siena, ndc), nonché la precisione ai tiri liberi (ancora poco più del 60% per le ‘V’ rossoblù, ndc).

In casa cassinate, unica attenuante, l’assenza di Castelluccia, che ha limitato, e non di poco, le rotazioni per lo staff tecnico benedettino.

Passando alla cronaca del match, Siena parte subito bene e grazie all’asse Poletti-Morais (alla lunga i migliori della compagine toscana, ndc) chiude il primo quarto sul risultato di 15-22. Nel secondo quarto i due coach mettono mano alle panchine, e grazie a Lupusor, Radonjic e alla bomba di Marino, a metà quarto, Siena va a +14. Un Simone Bagnoli ancora poco brillante, costringe agli straordinari sotto le plance Ingrosso, che è l’unico a tenere botta nel pitturato. Jackson esce dai giochi per aver commesso tre falli, e non farà ritorno nel match prima della metà della terza frazione di gioco, e quindi è il solo lungo cassinate, coadiuvato da Pepper a tenere la Virtus a galla. Sono però le triple di Sanguinetti e ancora di Lupusor, a regalare il +15 all’intervallo lungo a coach Moretti (27-42).

Cassino al rientro dagli spogliatoi, piazza il quintetto lungo con Raucci, Bagnoli ed Ingrosso, provando a ricucire il gap con la zona. La scelta di coach Vettese, sembra premiare, e con un canestro e fallo di Raucci, la Virtus arriva a -9 a tre minuti dall’inizio del terzo quarto.

Coach Moretti chiama time-out per richiamare i suoi all’attenzione, e grazie all’apporto dalla panchina sempre di Radonjic e Cepic, riesce a riallungare. Il periodo si chiude con una tripla di Ingrosso che fissa il punteggio sul 41-57.

Jackson fa il suo nuovo ingresso in campo e da il suo importante contributo offensivo alla causa rossoblù, ma la Virtus in difesa non è brillante e concede tiri di gran lunga troppo semplici ai suoi avversari.

Nell’ultimo quarto non succede nulla, Siena è in controllo totale del match e riesce a mantenere il gap scavato nei precedenti tre quarti, nonostante un Pacher limitato ottimamente dallo staff tecnico rossoblù, che terminerà la partita con 1 solo punto segnato.

Termina il match sul risultato di 59-76. Eloquente la supremazia bianco-verde in campo anche analizzando il dato statistico della ‘valutazione’ complessiva di squadra, 59-81 per la formazione ospite.

Ci sarà tanto da lavorare per coach Luca Vettese, che adesso sarà atteso da due impegnativi appuntamenti fuori casa, prima con Agrigento e poi con Trapani. L’obiettivo sarà senza dubbio sbloccare lo 0 in classifica della Virtus Cassino, che rimane la sola ed unica squadra ancora a secco in tutta la serie A2.

 

BPC Virtus Cassino – ON Sharing Mens Sana Siena 59-76 (15-22, 12-20, 14-15, 18-19)

 

BPC Virtus Cassino: Antino Jackson 17 (4/7, 2/5), Davide Raucci 12 (3/6, 1/2), Dalton Pepper 12 (4/11, 1/5), Simone Bagnoli 6 (3/7, 0/0), Tommaso Ingrosso 6 (0/1, 1/2), Francesco Paolin 3 (0/2, 1/1), Fabrizio De ninno 3 (0/1, 1/2), Dario Masciarelli 0 (0/2, 0/1), Emanuele Primerano 0 (0/0, 0/0), Filippo Rossi 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Tommaso Ingrosso 9) – Assist: 10 (Dalton Pepper 3)

All. Vettese

ON Sharing Mens Sana Siena: Mitchell Poletti 16 (5/5, 2/3), Carlos Morais 13 (2/7, 3/8), Roberto Prandin 10 (4/7, 0/1), Ion Lupusor 10 (2/2, 2/3), Todor Radonjic 9 (2/3, 1/6), Tommaso Marino 7 (0/2, 2/6), Janko Cepic 6 (3/3, 0/0), Giacomo Sanguinetti 4 (0/1, 1/2), A.j. Pacher 1 (0/2, 0/2), Alex Ranuzzi 0 (0/1, 0/0), Leonardo Ceccarelli 0 (0/1, 0/0), Andrea Del debbio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Carlos Morais, Todor Radonjic, A.j. Pacher 6) – Assist: 13 (Tommaso Marino 5)

All. Moretti

15 gennaio 2018 0

Dissequestrata la casa esplosa a Velletri ma l’Appia resta chiusa

Di admin

VELLETRI – A circa tre mesi e mezzo dalla tragedia che a Velletri è costata la vita al 50enne Piero Pieroni, è stata dissequestrata la casa dell’esplosione.

La procura di Velletri, ottenuta la relazione del Consulente tecnico, ha dissequestrato l’immobile che, però, resta inagibile e, pertanto, considerato a rischio crollo. Una condizione questa che non permette ai condomini evacuati di rientrare nell’immediato nelle case e neanche la riapertura della sottostante via Appia.

Dal giorno dell’esplosione dovuta al Gas che aveva saturato gli ambienti della casa di Pieroni, l’importante arteria stradale resta chiusa causando disagi all’intera cittadina. I disagi maggiori, però, li stanno vivendo i condomini, sette in tutto, che hanno dovuto trovare altre soluzioni abitative, alcuni dai parenti, altri, almeno in un caso, in appartamenti a carico dal Comune.

A questo punto potranno però iniziare i lavori di messa in sicurezza dello stabile, una cinturazione con cavi di acciaio. Già questo permetterà all’ala destra del fabbricato di tornare abitabile, Per il lato sinistro, quello dell’appartamento esploso, si dovranno aspettare ulteriori verifiche e interventi per stabilire se lo “spanciamento” della parete esplosa debba essere ricostruita interamente o se basterà un intervento di consolidamento. Solamente allora l’intero stabile potrà tornare ad essere fruibile così come la via Appia.

Ermanno Amedei

30 gennaio 2017 0

Promozione: Labbirra perde contro Vallemaio, ma resta capolista

Di redazionecassino1

Riprendono i tornei dopo lo stop imposto dalle gelide condizioni meteo delle scorse settimane. Nel girone di Eccellenza la capolista Longobarda mantiene la vetta della classifica con la vittoria, 3 a 0, ottenuta nel derby con Tiffany’s Isotopi. Vince anche la diretta inseguitrice 03039 Sora che conquista i tre punti sul terreo di Real Valle sconfitto per 1 a 2. Deve accontentarsi di un solo punto Caffè Retrò Aquino fermato da un pareggio a reti inviolate sul terreno di Caira. Più pesante la posizione della Virtus Scauri che rimedia una sconfitta, 2 a 0, contro i Corsari di Colfelice, che rimane a quota ventisette punti in classifica e si allontana dalla capolista. Da segnalare, nella 13esima giornata, il 7 a 1 imposto da Canceglie Sora al fanalino Viticuso ed il ritorno alla vittoria, 1 a 0, di Cover/Yammo.it contro l’Atletico Pontecorvo. Nel girone “A” di Promozione, dopo la 15esima giornata, la Sangermanese mantiene la vetta della classifica con la vittoria esterna, 0 a 1, sul terreno di Terelle. Tre le formazioni in lizza a contendere il primato alla formazione pedemontana distanziate di pochi punti dalla capolista. A. M. Aquino, a quota 26 punti, che supera 4 a 3 Cervaro 2012, Cerreto e La Cartiera, a quota 24, che pareggiano 1 a 1 nello scontro diretto. Proprio Cerreto nel prossimo turno avrà l’occasione per modificare la classifica, nel match che lo vedrà opposto proprio alla capolista. Nel girone “B” resta al comando della classifica, a quota trenta punti, Labbirra (nella foto) nonostante la pesante sconfitta casalinga, 1 a 3, rimediata contro Vallemaio. Non approfitta del passo falso della capolista, Cafè Guaranà che, a sua volta, perde 3 a 0, sul terreno di Joker Collecedro. Porta bene il nuovo anno a Drink Team Lord che conquista un’altra brillante vittoria per 3 a 0, sul terreno del S. Ambrogio City. F. Pensabene

12 gennaio 2017 0

La neve imbianca la Ciociaria, ma il problema resta il ghiaccio

Di admin

Frosinone – La neve ha imbiancato questa mattina una grossa fetta di Ciociaria. I fiocchi, così come ampiamente previsto, sono cominciati a cadere all’alba i oggi anche a quote collinari come Alatri, Ferentino e nella stessa Frosinone.

La neve ha però solamente imbiancato tetti, auto e cigli di strade. Nevicate più intense nella Valle di Comino. Problemi maggiori sulla Via Anticolana a Fiuggi dove richieste di intervento ai vigili del fuoco sono arrivate per problemi legati al ghiaccio.

E il ghiaccio è il problema principale anche nel Cassinate. A Cervaro, una perdita d’acqua ha reso complicata e pericolosa la circolazione sulla strada provinciale che porta in Paese. Sono dovuti intervenire vigili del fuoco e carabinieri.

Ermanno Amedei

18 maggio 2010 0

L’80esimo Reggimento dell’Esercito resta a Cassino

Di redazione

L’80esimo Reggimento Roma dell’Esercito resta a Cassino. Da tempo voci, mezze affermazioni di politici, o di funzionari hanno fatto temere che Il centro addestramento per sergenti potesse trovare posto altrove. Oggi, nell’Aula della Camera il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto, ad una interrogazione dell’Udc è stato categorico: “Le notizie relative alla chiusura dell’80/mo Reggimento Roma dell’Esercito sono prive di fondamento«Posso garantire che al momento la città di Cassino non verrà privata della presenza del reggimento, in quanto non ne è pianificata la soppressione nell’ambito dei processi di riorganizzazione della Forza armata”. ermadei@libero.it

25 marzo 2010 0

Scabbia alla materna, la scuola resta aperta ma i genitori temono il contagio

Di redazione

L’allarme scabbia nella scuola materna di Cassino mantiene ho agitazione i genitori dei bambini. Due casi riscontrati e questa mattina i medici della Asl sono nuovamente tornati nel plesso di piazza Green dove momentaneamente trovano posto i circa 120 bimbi della Zamosch. Dopo aver ispezionato i locali e l’unico bagno, hanno ritenuto di non dover chiudere il plesso. L’infezione infatti si trasmette per contatto e non per fattori riconducibili all’ambiente. Molti genitori, ciò nonostante, hanno preferito non portare i figli a scuola.

3 marzo 2010 1

Resta incinta in carcere durante le ore di lezione

Di redazione

Una storia particolare arriva direttamente dal carcere di Bollate in provincia di Milano dove una donna detenuta è rimasta incinta. Inevitabilmente si è scatenata la caccia alle responsabilità e si ipotizza che il contatto sessuale sia avvenuto durante le ore di scuola superiore. Una circostanza che ha spinto Laura Beccaro, psicologa e criminologa, ma anche collaboratrice di Ristretti Orizzonti, a scrivere (leggi Me La Racconti La Tua Storia) la storia però fornendo punti di vista differenti che vanno al di la della caccia alle streghe o stregoni che si è scatenato nell’istituto di pena.

10 febbraio 2010 0

Resta al comando del torneo Volkswagen Cassino, ma le altre si avvicinano

Di redazionecassino1

Resta al comando della classifica, nel torneo CSI di ‘Eccellenza’ Volkswagen Cassino, ma con un solo punto di distacco sulla sua diretta inseguitrice, Rocca D’Evandro. Proprio quest’ultima formazione, infatti, con la vittoriosa trasferta, per 3 a 0, sul Cerreto, ha fatto un ulteriore passo avanti in classifica e ponendosi come una delle serie candidate alla conquista del torneo. La battuta d’arresto di Volkswagen Cassino, per 3 a 2, sull’insidioso terreno della Longobarda Pontecorvo ha favorito proprio la formazione campana. Quasi a conferma del pronostico lanciato la scorsa settimana, la formazione pontecorvese infligge una sconfitta alla capolista del torneo avanzando notevolmente in classifica, con 37 punti, e portandosi a sole tre lunghezza da Volkswagen Cassino e ad una sola su Rocca D’Evandro. Battuta d’arresto anche per un’altra pretendente al titolo, il Moscuso, che perde di misura, 1 a 0, sul terreno del Colle San Magno. Guadagna posizioni anche Shascia Boys, ora a quota 35, con la vittoria, 2 a 5, in trasferta nei confronti del fanalino di coda, Elite Sora, che permette a questa formazione di raggiungere il quinto posto solitario in classifica generale. Nello scontro diretto fra Cenceglie Sora 08 e Colfelice, prevale la formazione di casa per 3 a 0. Ventuno reti segnate nella 4° giornata di ritorno del torneo. Resta saldamente in testa alla classifica dei marcatori Diego Matrunola, Rocca D’Evandro,con 18 centri, seguito a quota 12, da Domenico Di Cesare del Moscuso. Decisivo sarà, per la capolista, il prossimo turno che la vedrà contrapposta al Portella Calcio, poiché una ulteriore sconfitta potrebbe privarla del primato a vantaggio delle ormai numerose e sempre più agguerrite inseguitrici.

F. Pensabene