Tag: salma

8 marzo 2018 0

Poliziotto muore per malore in palestra a Cassino, la salma di Carinci a disposizione dell’A.G.

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Sconcerto a Cassino per la morte di Arduino Carinci, 40 anni, agente di polizia, appassionato di body building.

L’uomo, padre di due figli, ieri sera ha accusato un malore mentre, come di consuetudine, era nella palestra che frequentava da anni in via Spaventa. Immediati i soccorsi, prima da parte del gestore della palestra e degli altri avventori, poi degli operatori del 118 che hanno tentato invano di rianimarlo.

Carinci era in servizio alla Polfer di Roma ma era stato anche per un lungo periodo aggregato al Commissariato di Cassino.

Adesso il suo corpo è a disposizione dell’autorità giudiziaria, una prassi quando, anche per cause naturali, muore un appartenente alle forze dell’ordine.

Ermanno Amedei  

24 marzo 2010 0

Bimba nata morta, sindaco Scittarelli: “La piccola salma sepolta a nostre spese”

Di redazione

In relazione al caso della coppia di romeni la cui prima figlia non è riuscita a sopravvivere al parto all’interno dell’ospedale Santa Scolastica, il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli precisa che “l’Amministrazione Comunale ha provveduto a sue spese alla sepoltura della piccola salma in quanto i genitori, la cui madre risulta domiciliata in città, hanno dichiarato di non essere in grado di sostenere le spese in quanto entrambi disoccupati e senza reddito. Non è la prima volta, purtroppo, che ciò accade. Infatti, recentemente l’Amministrazione Comunale, pur non avendone alcun titolo, ha provveduto a proprio carico anche alla sepoltura di un giovane cittadino polacco, non residente in città, deceduto in ospedale, nelle cui celle frigorifere è rimasto addirittura per una decina di giorni non avendone nessun familiare rivendicato il corpo. Ed altri casi analoghi sono capitati nel passato, non senza che l’Amministrazione Comunale restasse immobile ed insensibile, anche quando si trattava di persone non residenti nella nostra città”.