Tag: sotto

22 ottobre 2018 0

Vittoria casalinga per le bianconere del Vis Sora, sotto di un goal, rimontano e vincono

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SORA – Un risultato che, oltre ai punti fa morale quello di sabato per le ragazze del Vis Sora che hanno battuto per 4 a 2 le avversarie del Don Bosco Gaeta.

“L’incontro aveva inizio con le bianconere del Vis Sora subito in attac con conclusione prima di Alice Forlini e successivamente di Debora Nocent che per ben due volte si vedeva la sfera ribattuta dall’estremo difensore ospite”.

Lo si legge in una nota della società Vis Sora.

“Nonostante i ripetuti attacchi bianconeri, a seguito degli sviluppi di un calcio d’angolo le ospiti passano inaspettatamente in vantaggio. Era il capitano Clizia Spignese che deviava all’angoletto basso la palla per la gioia incontenibile degli ospiti.

Le bianconere locali dopo aver metabolizzato lo svantaggio si buttano a capo fitto in attacco con una serie di occasioni tutte sventate per la bravura dell’estremo difensore ospite che le neutralizzava. All’11° l’occasione d’oro per le ospiti per raddoppiare. Con una bella azione da manuale, andavano al tiro, ma era il portiere bianconero Elisa Cencia che  da posizione ravvicinata negava il goal.

L’episodio metteva la scossa alle bianconere, le quali dopo circa un minuto, con una Melania La vecchia in grande spolvero, su suggerimento del portiere batteva il portiere ospite con un violento tiro che gonfiava la rete per un pareggio meritato.

Galvanizzate dalla rete del pareggio, le bianconere continuavano ad attaccare, impensierendo le ospiti le quali dopo un buon avvio mostrano qualche cedimento, permettendo alla locali di sfiorare il vantaggio sempre ad opera della solita Melania La Vecchia.

Con le locali protese a difendere il risultato, finiva la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo riprendeva con le bianconere protese in attacco e dopo alcune prove, prima con Margherita Di Battista e successivamente con Debora Nocent, passavano in vantaggio con una rete identica alla precedente. Era Melania La Vecchia che ricevuto il passaggio dal portiere bianconero insaccava in rete per quel vantaggio tanto sofferto.

La reazione ospite non si faceva attendere, tanto che si sbilanciavano in avanti permettendo alle bianconere di sfiorare la rete. Nonostante lo scampato pericolo le ospiti si portavano caparbiamente in attacco e sugli sviluppi di ennesimo calcio d’angolo pervenivano ad un pareggio meritato sino a quel momento.

Raggiunto il pareggio le ospiti cercano di tenere in mano la partita, ma erano le bianconere, a cui il risultato di parità andava stretto, a farsi avanti per raddrizzare l’incontro.

A circa cinque minuti dal fischio finale, il direttore di gara decretava il sesto fallo in sfavore delle  bianconere con il conseguente tiro libero. Alle ospiti si presentava una occasione ghiotta per portare a casa l’intera posta, ma l’incaricata al tiro, spediva sulla traversa la palla che poi era preda del portiere bianconero Elisa Cencia.

Lo scampato pericolo metteva le ali ai piedi delle locali, le quali sul capovolgimento di fronte, due minuti dopo,  Melania la Vecchia, suggeriva ad Alessia Tomei il tiro, che si  insacca a fil di palo per il vantaggio.

L’incontro sembrava ormai concluso con le ospiti che nonostante la buona volontà non riuscivano a passare, trovando sulla propria strada la bianconera Giulia De Gasperis che nulla concedeva.  Sembrava tutto concluso, ma sullo scadere c’era anche il tempo per Alice Forlini di portare a quattro le reti per le bianconere, con un calcio di rigore, a seguito di un fallo subito da Melania La Vecchia, realizzava, strappando applausi a scena aperta.

Con le bianconere sempre in attacco il direttore di gara chiudeva l’incontro per la vittoria della squadra di casa.

Alla vigila dell’incontro le bianconere sapevano che avrebbero trovato una squadra molto giovane, ben messa in campo, per cui Mister Di Poce le aveva caricate a mille per affrontare con la mentalità giusta la partita. Anche questa volta le bianconere erano passate in svantaggio, ma erano state brave a ribaltare il risultato ed a portare a casa l’intera posta in palio”.

“Era una vittoria che volevamo per non perdere il contatto con la vetta. –così riferisce Mister Di Poce-  Siamo scesi  in campo agevolati, conoscendo il risultato delle altre partite del girone, quindi il mostro impegno è stato maggiore. Ora ci attende un altro incontro casalingo contro una squadra che non conosciamo, motivo quindi per non perdere la concentrazione per un altro risultato positivo.”

15 agosto 2018 0

Disastro a Genova, la paura di passare sopra o sotto un ponte

Di admin

GENOVA – Un ferragosto grigio, quello odierno che si vive in Italia. Trentacinque morti e 16 feriti, mentre si continua a scavare sotto ciò che resta del viadotto Polcevera a Genova ha lasciato ad ogni italiano una sensazione di vulnerabilità e di pericolo. Transitare sopra o sotto un ponte con l’auto insieme alla propria famiglia, non importa se un ponte piccolo o un’opera faraonica considerata vanto dell’ingegneria nazionale, significa accollarsi il rischio di vederselo cadere addosso o sentirselo franare sotto le ruote. Sopra o sotto quanti ponti transiteremo oggi per raggiungere la meta ferragostana prefissata?

Continueremo a chiederci di chi le responsabilità di quanto accaduto ieri a Genova certi che, qualora fossero accertate, nessuno mai pagherà con la galera. Eppure i pedaggi autostradali incidono nella spesa di un viaggio, quanto il carburante. La fatalità non può giustificare quanto accaduto. La scelta di fare utili e dividendi per gli investitori, invece, spiega bene quanto accaduto così come spiega i problemi nella gestione di altri servizi primari affidati ai privati. Il servizio idrico ne è un altro esempio lampante. Staccare ricchi dividendi per gli azionisti invece di investire in manutenzione comporta, in quel caso, il rischio di lunghe e dolorose carenze idriche. Nel caso di strade e ponti, invece, il disastro di Genova. Ermanno Amedei

13 agosto 2018 0

Frosinone, Cinema sotto le stelle: il programma

Di redazione

Tutto pronto per la nuova edizione del Cinema sotto le stelle, la manifestazione realizzata dall’amministrazione Ottaviani mediante l’assessorato alla cultura coordinato da Valentina Sementilli. Le proiezioni inizieranno alle 21.00 alla Villa Comunale; grazie all’accordo tra gestore e amministrazione, anche quest’anno, l’evento avrà un costo di ingresso pari a 2,50 euro. Questo il calendario dei film: giovedì 16 agosto, “Sono tornato”, remake del film rivelazione tedesco, in cui si immagina il ritorno ai nostri tempi di Benito Mussolini; regia di Luca Miniero, con Massimo Popolizio, Frank Matano. Venerdì 17 sarà la volta di “The place”, di Paolo Genovese, con Valerio Mastandrea, Marco Giallini. Chi è quell’uomo seduto giorno e notte nel medesimo locale, pronto a esaudire le richieste dei suoi visitatori in cambio di alcuni “compiti”? Il 18 agosto spazio a “Caccia al tesoro” commedia diretta da Carlo Vanzina. Domenica 19 sarà proiettato “Made in Italy”, terzo film da regista di Luciano Ligabue. Stefano Accorsi è il protagonista Riko. Lunedì 20 “Una festa esagerata”, di Vincenzo Salemme; con Vincenzo Salemme, Massimiliano Gallo, Tosca D’Aquino. Siamo a Napoli, dove a casa Parascandolo fervono i preparativi per la magnifica festa dei diciotto anni di Mirea. Martedì 21 “Tu mi nascondi qualcosa”, di Giuseppe Loconsole, con Giuseppe Battiston, Rocco Papaleo. Mercoledì 22 spazio a “Il sole a mezzanotte”, di Scott Speer, con Bella Thorne, Patrick Schwarzenegger. Giovedì 23 “Sconnessi”, di Christian Marazziti con Fabrizio Bentivoglio, Ricky Memphis. Quando gli eccentrici componenti di una famiglia allargata si ritrovano in un isolato chalet di montagna senza connessione internet, dovranno tornare a confrontarsi gli uni con gli altri. Venerdì 24 “Terapia di coppia per amanti”, di Alessio Maria Federici, con Ambra Angiolini, Pietro Sermonti, Sergio Rubini. Sabato 25 “Jumanji”, di Jake Kasdan, con Dwayne Johnson, Jack Black. Sequel del celebre film del 1995 che vedeva protagonista Robin Williams, “Jumanji – Benvenuti nella giungla” proietta lo spettatore direttamente nella natura incontaminata. Domenica 26 “Youtopia”, di Berardo Carboni con Matilda De Angelis, Alessandro Haber. Per sfuggire alla realtà, Matilde si rifugia nel mondo online, anche per fare facili guadagni… Lunedì 27 “Quanto basta”, di Francesco Falaschi, con Vinicio Marchioni, Valeria Solarino. Martedì 28 “L’ora della verità”, thriller di Olivier Megaton con Liam Neeson. Mercoledì 29 “Famiglia allargata”, di Emmanuel Gillibert con Arnaud Ducret. Antoine reggerà il passaggio da single scatenato a pseudo-padre di famiglia? Giovedì 30 “L’uomo sul treno”, di Jaume Collet-Serra con Liam Neeson. L’action-thriller racconta una corsa contro il tempo, una caccia serrata sui binari in cerca di un misterioso sconosciuto.

15 luglio 2018 0

Scomparso da ieri, 72enne di velletri ritrovato morto sotto al trattore capottato

Di admin

VELLETRI – Era scomparso ieri sera e di lui, non si avevano più tracce e questa mattina è stato ritrovato morto..

L’allarme lanciato dai parenti del 72enne di Velletri è stato da subito raccolto dai carabinieri della compagnia di Velletri i cui uomini hanno iniziato immediatamente le ricerche che si sono protratte per tutta la notte.

Questa mattina l’epilogo: il corpo dell’uomo è stato ritrovato in un campo in via della Caranella, nella zona di Sole e Luna, ucciso dal ribaltamento del suo trattore mentre lavorava un appezzamento di terra di sua proprietà.

Con tutta probabilità l’incidente sarebbe avvenuto ieri ma la zona, poco frequentata, ha permesso il ritrovamento del corpo solamente questa mattina.

Ermanno Amedei 

28 giugno 2018 0

Salvato dai Vigili del fuoco un 26enne caduto sotto un treno della Metro

Di redazionecassino1

ROMA – Il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco del Comando di Roma ha evitato conseguenze più serie ad un ventiseienne di nazionalità indiana finito sotto un convoglio della Metro romana nella stazione Piramide.

L’incidente avvenuto intorno alle ore 20.50 di ieri ha visto l’intervento di due squadre e del Capo turno del Comando di Roma che con l’ausilio di un mezzo di sollevamento hanno estratto il giovane, ancora in vita da sotto il convoglio.

Il 26enne è stato poi affidato alle prime cure del personale del 118, intervenuto sul posto, che, successivamente, hanno provveduto a trasportarlo in ospedale.

La tratta della linea Metro è rimasta chiusa nei due sensi di marcia per tutto il tempo dell’intervento.

23 aprile 2018 0

Guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe: quattro denunce e sei patenti ritirate

Di admin

CECCANO – Sulla Strada Regionale 156 “Monti Lepini”, nel comune di Ceccano, è stato predisposto un controllo straordinario per contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e l’uso di droghe da parte dei conducenti. A dare supporto alle quattro pattuglie della Polizia Stradale impiegate, munite di apparecchiature per la misurazione del tasso alcolemico nel sangue (etilometro), c’era anche un camper della Polizia di Stato con a bordo un medico della questura di Roma e due infermiere della questura di Frosinone, che si sono occupati dei controlli sulle persone di specifica competenza, mediante il dispositivo di accertamento DRUGS TEST SALIVARE ed una Volante della locale Questura. Tale apparecchiatura, mediante il prelievo salivare operato con il consenso della persona, fornisce un risultato immediato ed attendibile evidenziando se il conducente si trovi in stato di alterazione dovuta all’assunzione di stupefacenti. Nel corso del servizio, sono stati controllati 45 veicoli ed identificate 68 persone, di cui 3 sono state sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza alcolica. Inoltre, gli agenti della Squadra Volante, in seguito ad un intervento per sinistro stradale, hanno denunciato una donna per il rifiuto a sottoporsi ad entrambi gli accertamenti per l’alcool e la droga. In totale sono state ritirate 6 patenti di guida, con la contestazione di 14 infrazioni. Personale della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, al Km 674 Sud dell’A/1 ha poi controllato una Fiat Panda con a bordo due persone, che trasportavano generi alimentari, cosmetici, deodoranti e bottiglie di liquore in notevole quantità e di dubbia provenienza. Scatta la denuncia per ricettazione e la merce sequestrata.

9 aprile 2018 0

Incastrata sotto l’autobus a Roma, 25enne salvata dai vigili del fuoco

Di admin

ROMA – Incastrata sotto un autobus dell’Atac. Questa mattina alle 9.40 circa, squadre del Comando vigili del fuoco di Roma sono intervenute in Piazza Santa Maria della Pietà, per un incidente stradale tra l’autobus della linea ATAC 990 e un motorino scarabeo guidata da una 25enne italiana. I vigili del fuoco hanno dovuto liberare la ragazza rimasta incastrata sotto il mezzo con il motorino.

Con l’ausilio di un Kit di cuscini pneumatici da sollevamento e il cric idraulico, il mezzo è stato alzato e la giovane è stata tratta in salvo e consegnata al personale medico del 118 che l’ha trasportata in Ospedale al San Filippo con il codice giallo.

9 marzo 2018 0

Intossicati da stufa del piano di sotto: mamma e bimbi di 1 e 2 anni in ospedale

Di admin

VITERBO – Un bambino di un anno, la sorellina di tre e la mamma di 23 anni, cittadini domenicani residenti a Viterbo in via Cairoli sono stati trasportati in ospedale per intossicazione da monossido di carbonio.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa che, dopo aver bussato alla porta del loro appartamento al terzo piano, li hanno trovati riversi a terra.

Hanno quindi soccorso i tre e chiamato i vigili del fuoco di Viterbo che hanno individuato la causa in una stufa a pellet difettosa del piano di sotto.

6 marzo 2018 0

Sotto processo per atti osceni in corso della Repubblica a Cassino, assolto

Di admin

CASSINO – Era finito sotto processo perché due studentesse universitarie avevano chiamato la polizia quando un uomo di circa 40 anni, dalla propria auto aveva mostrato loro le parti intime.

Agli agenti le due testimoni fornirono la targa e il colore della vettura che, poco prima di fuggire, sostava in corso della Repubblica a Cassino.

I fatti risalgono ad una notte d’estate di due anni fa e in seguito alle indagini, venne individuato il 40enne. Per lui l’accusa di atti osceni con l’aggravante di aver agito in zona frequentata da minore e il rinvio a giudizio.

Nel corso del processo, il suo avvocato Sandro Salera ha sottolineato come non vi fosse la certezza che l’uomo, in quella macchina, fosse l’imputato, e ha contestato anche l’aggravante dato che, il corso della Repubblica, all’una di notte, non può essere considerata zona frequentata da minori. Accogliendo la sua tesi, il giudice ha assolto il 40enne.

27 febbraio 2018 0

Grande freddo: stamattina Napoli si svegliata sotto una soffice coltre bianca

Di redazionecassino1

NAPOLI – Il “Grande freddo” si sta spostando verso il sud della Penisola. Stamattina è toccato a Napoli ad ammantarsi di bianco. Una coltre di neve ha ricoperto tetti, parchi e giardini, strade, il lungomare e i punti più suggestivi.

Uno spettacolo suggestivo, che ha reso la città partenopea ancora più bella. Scuole chiuse con grandi e piccoli a godersi lo spettacolo insolito e raro, con un idubbio carico di fascino. La neve è caduta abbondante durante la notte ed ha continuato anche nelle prime ore del mattino. Certo qualche disagio alla circolazione non è mancati, ed impensabile che non si verificasse, ma lo spettacolo che la Città ha offerto è stato sicuramente unico.

Le iniziative tipiche della inventiva tutta napoletana, poi, hanno reso la giornata ancor più singolare. Su alcuni banchi di fruttivendoli sono apparsi cartelli con cui si invitavano cittadini e clienti ad acquistare “ortaggi specifici” ed indispensabili per il tradizionale pupazzo di neve prima che questa si sciolga definitivamente.

Sicuramente la neve non durerà molto, ma lo spettacolo suggestivo ha reso la città partenopea con un fascino tutto particolare. Quindi come non approfittare, per festeggiare l’avvenimento, dell’invito di qualche fruttivendolo ad acquistare i “tipici ortaggi” indispensabili per il tradizionale pupazzo di neve oppure sfidare i bianchi fiocchi di neve con un tuffo in mare. Napoli è anche questo, ed come un evento come quello di stamattina deve essere festeggiato in qualunque modo!

F. Pensabene