Tag: tracce

10 giugno 2017 0

Tracce di bivacco nel teatro romano di Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Chi bivacca all’interno del teatro romano di Cassino? Domanda legittima se si considerano le evidenti tracce lasciate da ignoti nel perimetro dell’area archeologica della città martire, proprio in quello che un tempo era il portico del Teatro.

Le foto sono state scattate qualche giorno fa. Pietre portate da fuori, così come un tombino posto a mo di tavolo o appoggio, dimostrano che qualcuno accede all’area quasi certamente al di fuori degli orari delle visite, per un motivo ancora non ben chiaro.

Forse per bivaccare, o semplicemente per il gusto di profanare un segnidivieto di accesso. Il problema è che quel divieto serve anche per conservare la gemma dell’archeologia del cassinate e questo circostanza pone seri dubbi sull’efficacia del sistema di sicurezza. Ermanno Amedei

21 ottobre 2016 0

Domani a Tora e Piccilli «Sulle “orme del diavolo”: conoscere e conservare le tracce dei primi Italiani»

Di Antonio Nardelli

Chi camminava sulle pendici del vulcano di Roccamonfina 350.000 anni fa? In quale ambiente si muoveva? Con quali animali condivideva lo spazio vitale? Come si possono salvare le tracce di quei nostri antenati lontanissimi, dei primi Italiani? A che punto sono gli studi?

A queste e ad altre domande cercherà di fornire risposte esaustive la giornata di studi, intitolata «Sulle “orme del diavolo”: conoscere e conservare le tracce dei primi Italiani», che si svolgerà Tora e Piccilli domani, sabato 22 ottobre 2016. Il programma è interessantissimo, poiché si svolge in due momenti successivi: uno all’aperto con una splendida visita guidata al sito paleontologico con le orme umane fossili e uno all’interno del suggestivo “Palazzo Falco”, nel centro della cittadina di Tora, dove si succederanno gli interventi delle autorità e le relazioni degli scienziati coinvolti nella ricerca sulle orme. Saranno presenti, oltre alle tante autorità del mondo istituzionale (Sindaco, rappresentanti della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, etc.), anche il prof. Paolo Mietto (Università di Padova, direttore dell’équipe scientifica impegnata nello studio del geosito) e la prof.ssa Mariarita Palombo (Università di Roma “La Sapienza”, presidente dell’Asssociazione Italiana per lo Studio del Quaternario). Il quadro delle relazioni sarà completato dal prof. Antonio Salerno (Seconda Università di Napoli, Direttore del Museo Archeologico di Teanum Sidicinum e del Museo Archeologico dell’Antica Allifae), dal prof. Italo Biddittu (Direttore del Museo Preistorico di Pofi) e dal Dr. Adolfo Panarello, paleoicnologo degli ominidi e dottore di ricerca presso l’Università di Cassino.

I lavori saranno introdotti dal Sindaco di Tora e Piccilli, Natascia Valentino, e dalla dott.ssa Antonella Tomeo, Funzionario della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento.

«É una grande opportunità per riaccendere i fari su uno dei siti paleontologici più importanti del mondo, per far sapere che la ricerca scientifica non si è mai fermata e per indicare nuove prospettive di tutela e di valorizzazione», dice il Dr. Adolfo Panarello, relatore e coordinatore del geoevento.

In sintonia con lui è la professoressa Mariarita Palombo, illustre paleontologa all’Università di Roma “La Sapienza” e presidente dell’Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario (AIQUA), che ha patrocinato l’evento di Tora e Piccilli, la quale dice: «AIQUA è stata particolarmente lieta di dare il proprio patrocinio scientifico a questo evento, non solo perché il promuovere a livello nazionale e internazionale lo studio e la conoscenza del Quaternario e valorizzare il patrimonio culturale e ambientale relativo a questo ambito disciplinare rientra tra le finalità specifiche dell’associazione, ma soprattutto perché questo sito può essere considerato uno fra i più significativi nel pur vastissimo ed articolato quadro del Quaternario Italiano. La valorizzazione sia delle “Ciampate del Diavolo” (clicca per leggere un’esperienza di visita al sito) sia del territorio di cui sono parte integrante, e soprattutto le azioni necessarie alla loro tutela, devono essere promossi non solo attraverso studio e ricerca, ma soprattutto con la sensibilizzazione di un pubblico il più vasto possibile».

Il programma comprende anche un’insolita sperimentazione sul campo riservata ai ragazzi delle scuole di primo grado, ai quali sarà insegnato come effettuare un rilievo fotogrammetrico utilizzando un semplice smartphone.

Grazie alla splendida collaborazione delle associazioni locali (Associazione “Orme”, Pro Loco Tora e Piccilli, ACR) si potrà anche godere un momento riservato alla conoscenza della cultura locale e alla degustazione delle prelibatezze enogastronomiche del territorio.

L’iniziativa ha il prestigioso suggello della “Settimana del Pianeta Terra”, e rientra nelle iniziative previste per la sua 4^ edizione che si svolgerà su tutto il territorio nazionale, nella settima dal 16 al 23 ottobre 2016, con ben 313 Geoeventi, organizzati in 230 diverse località italiane, da università e scuole, enti di ricerca, enti locali, associazioni culturali e scientifiche, parchi e musei.

Tutte le informazioni, le immagini e il programma dettagliato sono disponibili sul sito internet: http://www.settimanaterra.org/node/1771

22 giugno 2016 0

Prima prova per la maturità 2016. Tracce in linea con le previsioni degli studenti

Di redazione

Il primo appuntamento con l’esame di maturità è stato oggi alle ore 8.30. 503.452 studenti in tutta Italia si sono ritrovati sui banchi per affrontare l’ultima tappa del percorso di studi, prima dell’ università. Oggi la prova scritta di italiano, uguale per tutti, licei ed istituti. Molto vicine alle previsioni, le tracce proposte dal Miur. I ragazzi hanno potuto scegliere uno dei temi proposti e sviscerarlo a loro piacimento, tentando di mostrare preparazione idonea e capacità di analisi. Nella tipologia A sottoposto agli studenti un brano del 2002 di Umberto Eco, scrittore scomparso all’ inizio di quest’anno. Per la tipologia B, in ambito artistico letterario, saggio o articolo di giornale, sul rapporto tra padre e figlio; per l’ambito tecnico scientifico, l’avventura dell’ uomo nello spazio; per l’ambito socio-economico la crescita, lo sviluppo e il progresso sociale, il pil è davvero la misura di tutto? . Per l’ambito storico politico, argomento proposto è stato il valore del paesaggio. Per il tema storico invece, tipologia C, approfondimento e riflessione sul suffragio universale con il voto delle donne. Per il tema di attualità, tipologia D, argomento è stato il valore del confine. Erano tra le previsioni di molti studenti le tracce proposte e probabilmente questo elemento può aver giovato alla trattazione delle tematiche. Questa mattina il ministro dell’ istruzione Giannini ha svelato alle ore 8.30, in diretta su Rai uno, la seconda parte della password per consentire alle commissioni di esame di scaricare on line i testi da sottoporre ai maturandi. Domani invece alle ore 8.30 di nuovo tutti in aula per la seconda prova che invece sarà diversa per indirizzo. Lunedì invece terza prova, differente per ogni commissione. N. Costa

19 luglio 2010 0

Rievocazione Storica Ottocentesca “Sulle tracce dei Briganti”

Di admin

Il 25 luglio 2010 nel centro storico di Sant’Apollinare (Fr) si terrà la II edizione della Rievocazione Storica Ottocentesca “… sulle tracce dei Briganti… 2010” . La manifestazione proposta dall’Associazione Storico Culturale “Capo di Lupo” – Storia Cultura Arte Tradizione – Antica Terra di Lavoro di Cassino (Fr) vedrà la partecipazione delle seguenti Associazioni: “Cannoni e Moschetti“di Medole (Mn); “Colonna Garibaldi” di Forlì; “Imago Historiae” di Potenza; “Capo di Lupo” di Cassino (Fr). E la partecipazione del gruppo “I Maltempo” – Musiche e Canti dal Sud Italia di Formia (Lt). “… sulle tracce dei Briganti…2010” si inserisce nella ricca e variegata “Estate Santapollinarese 2010” ed ha ottenuto il patrocinio e il sostegno finanziario da parte del Comune di Sant’Apollinare. La II edizione della Rievocazione Storica è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale che ha ben accolto la proposta dell’Associazione Storico Culturale “Capo di Lupo” ed intende rafforzare e rendere la manifestazione un appuntamento fisso per l’avvenire nell’ambito del calendario degli eventi del comune cassinate. Nel pomeriggio a partire dalle 18:00 con l’apertura al pubblico si potrà visitare attraverso un percorso didattico l’accampamento. I visitatori, in particolar modo i bambini ed i ragazzi, potranno scoprire gli usi militari, le divise e le armi proprie del periodo post-unitario sia dei Garibaldini, che dei Borbonici che dei Briganti. La serata proseguirà alle 20:30 con una parata per le vie del paese, sarà questa l’occasione ideale per poter ammirare nella loro pienezza le divise e l’abbigliamento dei rievocatori intervenuti. Alle ore 21:00 ci sarà la presentazione della manifestazione in Piazza Risorgimento. Alle ore 21:30 avrà inizio lungo i vicoli medievali la rievocazione storica. Il centro storico sarà animato da figure brigantesche e militari che, anche se marginalmente, in epoca post-unitaria hanno agito nella Valle dei Santi. La manifestazione vedrà il susseguirsi di azioni, scontri, fucilazioni che vedranno coinvolti Garibaldini, Tiragliatori Borbonici, Cacciatori, Bersaglieri e Briganti delle Associazioni partecipanti. Le scene rievocative avranno come filo conduttore le musiche tradizionali del Sud Italia eseguite dall’organetto diatonico, dalla zampogna, dalla darabucca, dai tamburi a cornice e accompagneranno lo spettatore alla scoperta dei vicoli medievali dell’antico borgo santapollinarese. La serata terminerà con i ringraziamenti di rito. Nel corso della manifestazione sarà illustrato per brevi tratti il complesso e controverso fenomeno brigantesco post-unitario. Nel corso della serata saranno attivi degli stands eno-gastronomici che proporranno al pubblico presente piatti tipici della tradizione locale.

Programma Nel pomeriggio a partire dalle 18:00 sarà allestito un percorso didattico guidato attraverso l’accampamento ed i visitatori, in particolar modo i bambini ed i ragazzi, avranno l’opportunità di conoscere gli usi militari, le divise e le armi proprie del periodo post-unitario. Il tutto sarà allestito nel giardino dell’Oratorio Salesiano adiacente la Piazza dei Caduti (parte alta di Sant’Apollinare) Sarà possibile visitare: – l’accampamento Garibaldino; – l’accampamento Borbonico; – l’accampamento Brigantesco. Alle 20:30 ci sarà la sfilata dei reparti e delle bande brigantesche intervenute, il tragitto partirà da Piazza Albiano (parte alta di Sant’Apollinare) e terminerà a Piazza Risorgimento (parte bassa del Paese). Il percorso sarà Piazza Albiano – Via Guglielmo Marconi – Corso Giuseppe Garibaldi – Via Giuseppe Mazzini – Piazza Risorgimento. Alle 21:00 presentazione della manifestazione in Piazza Risorgimento. Alle 21:30 circa avrà inizio la rievocazione storica attraverso il borgo medievale. A fine serata ci saranno i ringraziamenti di rito e i saluti che si terranno in Piazza dei Caduti (zona alta di Sant’Apollinare). Saranno presenti i seguenti reparti: – XV Divisione Generale Turr – Brigata Eber (Garibaldini); – Guardia Reale – Battaglione Tiragliatori (Real Esercito Borbonico); – Bersaglieri (Esercito Piemontese); – 9^ Reggimento Cacciatori (Real Esercito Borbonico); – Guardia Nazionale; – Banda Briganti Appartenenti alle seguenti Associazioni: – Associazione “Colonna Garibaldi” di Forlì; – Associazione “Cannoni e Moschetti” di Medole (Mn); – Associazione “Imago Historiae” di Potenza; – Associazione Storico Culturale “Capo di Lupo” Storia Cultura Arte e Tradizione – Antica Terra di Lavoro di Cassino (Fr). La serata sarà allietata dalla musica etnica e popolare de’ “I Maltempo” – Musiche e Canti dal Sud Italia di Formia (Lt). Saranno attivi degli stands gastronomici che proporranno menù della tradizione dell’Alta Terra di Lavoro Suggestiva rievocazione storica ottocentesca per le vie del borgo medievale.. si rivivranno le atmosfere del periodo post-unitario attraverso scontri e scaramucce tra briganti e soldati borbonici da una parte e garibaldini e piemontesi dall’altra. Nel pomeriggio a partire dalle 18:00 circa sarà allestito un percorso didattico guidato attraverso l’accampamento ed i visitatori, in particolar modo i bambini ed i ragazzi, avranno l’opportunità di conoscere gli usi militari, le divise e le armi proprie del periodo post-unitario. Saranno presenti stands di produttori agricoli che proporranno la degustazione e la vendita dei loro prodotti.

21 ottobre 2009 1

Nove cani avvelenati, l’Anpana sulle tracce del killer

Di redazione

Un killer di cani è in azione a Sant’Ambrogio sul Garigliano (Fr). Sono ben nove i casi riscontrati di animali trovati morti. Un gruppo si è lasciato morire nel pieno centro storico del paese, altri invece, hanno trovato la forza di allontanarsi fino a raggiujngere le periferie e là sono rimasti esanimi. A lanciare l’allarme è un residente che ha attivato la sezione Anpana di Cassino. I volontari di Francesco Altieri si stanno attivando per risalire alle cause delle morti. Con tutta probabilità, però, si tratta di polpette avvelenate che, ignoti, hanno distribuito indistintamente a cani randagi e anche a cani padronali. Probabilmente la presenza di branchi, dovuti alla stagione dell’accoppiamento, ha infastidito qualcuno. Il fenomeno si era già ripetuto alcuni anni fa quando, con lo stesso sistema, vennero uccisi ben sette animali. Insomma, il killer di “fido” è tornato. Ermanno Amedei

12 ottobre 2009 0

Rubano 20 mila euro alle suore, la polizia sulle tracce dei ladri

Di redazione

Hanno approfittato che le suore si riunissero per la cena, poi, forzando la porta del retro dell’istituto scolastico suore Stimmatine di Cassino (Fr), sono entrati e hanno rubato 20 mila euro. Il furto è avvenuto ieri sera nella direzione della scuola materna, elementare e media. I soldi erano contenuti in un borsello e sarebnbero serviti per pagare i professori e dipendenti della scuola. Questa mattina le religiose hanno presentato denuncia alla polozia del commissariato di Cassino che ha attivato subito le indagini a partire dai rilievi di polizia scientifica sul luogo del furto. Gli agenti, però, sono già su una pista locale pare infatti che i ladri conoscescessero bene i luoghi e le abitudini delle suore. Er. Am.

18 agosto 2009 0

Trovato un villaggio protostorico, tracce dei primi Cassinati

Di redazione

Resti di un villaggio protostorico risalente a circa 3 mila anni fa sono stati scopert a Villa Santa Lucia (Fr). Probabilmente sono le prime tracce archeologiche lasciate dai cassinati e sono venute fuori in questi giorni grazie ad una indagine archeologica effettuata dai tecnici della Sovrintendenza. Gli archeologi stavano ispezionando, a Villa Santa Lucia, un’area su cui devono essere realizzati dei marciapiedi. Improvvisamente, alzando la terra è venuta fuori la storia. Si tratta dei pavimenti di capanne la cui epoca sarebbe databile tra il XIV e il X secolo a. C. Numerosi sono stati anche i suppellettili rinvenuti, in larga parte vasellame, tutto oggetto di studio della Sovrintendenza. Un ritrovamento importantissimo che sposterebbe le lancette del tempo a molto tempo prima in cui si pensava fosse arrivato l’uomo nel Cassiante. Insomma, si tratterebbe dell’insediamento dei cassinati più antichi di cui si ha notizia. Il ritrovamento è stato effettuato in località Santa Scolastica in linea con la via Pedemontana. Una zona non nuova a ritrovamenti archeologici di epoca romana ma anche precedenti alla venuta di Cristo. La sovrintendenza quindi effettuerà ulteriori indagini per stabilire l’esatto confine del villaggio la cui importanza è dettata anche dal fatto che si tratterebbe di un insediamento stanziale, in una zona per lo più di transito, almeno in quell’epoca. Ermanno Amedei

6 agosto 2009 0

“Sulle tracce dei Briganti”, alla prima edizione

Di redazione

L’11 agosto 2009 nel centro storico di Sant’Apollinare (Fr) si terrà la I edizione della Rievocazione Storica Ottocentesca “… sulle tracce dei Briganti…” . La manifestazione proposta dall’Associazione Storico Culturale “Capo di Lupo” – Storia Cultura Arte Tradizione – Antica Terra di Lavoro di Cassino (Fr) in collaborazione con l’Associazione Storico Culturale “Lo Schioppo” – Briganti Patrioti Soldati di Cassino (Fr), vedrà la partecipazione del gruppo “Maltempo” – Musiche e Canti dal Sud Italia di Formia (Lt) e la partecipazione straordinaria di Benedetto Vecchio il “Brigante Ciociaro” cofondatore degli “MBL Musicisti del Basso Lazio” voce canora della serata. “… sulle tracce dei Briganti…” si inserisce nella ricca e variegata “Estate Santapollinarese 2009”; ha ottenuto il patrocinio del Comune di Sant’Apollinare che tra l’altro si è occupato della parte logistica ed organizzativa. La serata avrà inizio alle ore 21:00, si svolgerà lungo i vicoli medievali che saranno animati dalla presenza di figure brigantesche che, anche se marginalmente, in epoca post-unitaria hanno agito nella Valle dei Santi. La manifestazione vedrà il susseguirsi di azioni, scontri, fucilazioni che vedranno coinvolti i rievocatori delle Associazioni partecipanti. L’evento sarà arricchito dalle musiche tradizionali del Sud Italia eseguite dall’organetto diatonico, dalla zampogna, dalla darabucca, dai tamburi a cornice e dalla chitarra battente che accompagneranno la voce che intonerà canti briganteschi. Le azioni dei rievocatori e l’accompagnamento musicale saranno intercalate da brevi illustrazioni del fenomeno brigantesco post-unitario. Nel corso della serata sarà attivo uno stand gastronomico che proporrà al pubblico presente piatti tipici della tradizione locale. www.capodilupo.eu

6 agosto 2009 0

Sulle tracce di 4 milioni, indagine della Finanza

Di redazione

Nell’ambito di attività di antiriciclaggio disposta dal Comando Provinciale, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone hanno individuato trasferimenti illeciti di denaro per circa 4 milioni di euro. L’operazione, nata dall’approfondimento di alcune segnalazioni di operazioni sospette (un ulteriore strumento di controllo introdotto dalle recenti normative in materia valutaria, tra le ultime la legge nr. 231 del 21 novembre 2007) condotta con mirati accertamenti bancari, nonché, con riscontri contabili nei confronti di diversi soggetti operanti nel territorio sorano, si è conclusa con l’accertamento e relative contestazioni amministrative a carico di 4 società e 5 persone, tutte appartenenti ad uno stesso gruppo societario che hanno trasferito illecitamente denaro senza avvalersi di intermediari abilitati. L’operazione, che ha consentito di ricostruire tutti i passaggi del denaro, nasce dall’ambito di accertamenti info-operativi posti in essere dalle Fiamme Gialle su tutto il territorio della provincia tesi ad individuare urgenti flussi monetari e ricchezze non giustificate.