Ciclismo, il Giro d’Italia approda in Ciociaria

28 Maggio 2009 0 Di Comunicato Stampa

Partirà da Napoli e arriverà ad Anagni, città dei Papi, attraversando il cuore della Ciociaria. Il Giro d’Italia ritorna nella nostra provincia con la 20^ tappa, penultima della edizione 2009. Il Giro festeggia quest’anno un secolo di vita, anche se di effettivi ne contiamo 92, escludendo gli otto anni di fermo a causa dei conflitti mondiali. La carovana entrerà nel territorio della provincia di Frosinone toccando il primo paese del sud: San Vittore del Lazio, poi Cassino fino a Frosinone. Tutto questo accadrà nel pomeriggio di sabato 30 maggio. Poi, percorrendo il tratto di Casilina, messa a nuovo in tempo di record per l’occasione dal Settore Tecnico della Provincia, passerà nel centro di Cassino, fino ad arrivare a Frosinone. Proseguirà per Anagni, dove alle 17,30 i corridori taglieranno il traguardo in via Roma. Come accade dal 2003, anno in cui dopo diciassette anni ha fatto ritorno il Giro d’Italia nella nostra provincia, si vive, in questi giorni, un’aria di grande attesa. La tappa n. 20 del Giro d’Italia precede quella conclusiva di domenica a Roma. La penultima tappa sarà, sicuramente, una corsa avvincente che potrà stravolgere la classifica. I primi tre dovranno limare i tempi per la brevità della classifica. Quindi, il traguardo di Anagni sarà decisivo per la cronometro del giorno seguente nella Capitale. La presenza di due corridori del frusinate rende più interessante il passaggio del Giro in terra di Ciociaria. Con il n. 157 corre con “Diquigiovanni-Androni” Francesco De Bonis di Isola del Liri, mentre con il n. 112 con “Liquigas-Domo” corre Valerio Aguali di di Fiuggi.
Dal 2003 ad oggi, escluso il 2006, il Giro d’Italia e la Tirreno Adriatico hanno visto protagonista la nostra provincia. “Ciò significa – sottolinea Mario Guerrieri della Federazione provinciale e organizzatore del Giro – che sono stati ricostruiti rapporti con la Gazzetta dello Sport grazie agli impegni assunti in questi anni dalla Provincia di Frosinone”.
Il passaggio del Giro d’Italia sarà come sempre una vetrina, non solo nazionale ma internazionale, per il territorio. C’è da sottolineare che la CNN segue il corridore americano Amstrong Lance, vincitore di sette Tour de France.