Cicciolina non esiste più, l’ex pornostar denuncia l’ostruzionismo della Rai

20 Settembre 2010 Off Di Comunicato Stampa

Un po’ come una moderna Maria Maddalena, la pornodiva italiana per eccellenza dice di pagare un peso eccessivo per la sua carriera da pornostar. Nella confessione affidata ai microfoni di TgCom, Ilona Staller, che non gira più hard da oltre 20 anni, si sente un personaggio scomodo che non è riuscito a sdoganarsi per proporsi alla televisione italiana che, sostiene, essere troppo politicizzata. Qualcosa ella sua vita probabilmente rifarebbe ma oggi sarebbe vittima di una forma di embargo proprio da parte dei vertici della Rai. Infatti ogni anni, il suo nome verrebbe fatto ogni volta per l’Isola dei Famosi, salvo poi venire scartata sempre dai vertici della Rai. Eppure, ricorda, di essere stata parlamentare e di aver presentato ben 12 leggi ancora in vigore. Riesce a lavorare anche all’estero in programmi e fiction. Oggi dice di essere una mamma modello e che il suo passato è alle spalle. Lei infatti avrebbe rinunciato a molte proposte per tornare a fare film hard ma, ormai, Cicciolina non esiste più e “… resta un mito insuperabile come Madonna”.

Condividi