Omicidio Scazzi, Misseri: “E’ tutta colpa di Sabrina”

6 Novembre 2010 Off Di Comunicato Stampa

“E’ tutta colpa di Sabrina”. Questa sarebbe stata, ieri nel carcere di Taranto, la nuova versione di Michele Misseri, sulla morte di Sara Scazzi, la ragazzina di Avetrana uccisa e gettata in una cisterna d’acqua interrata. Nessuno stupro sul corpo esanime della 15enne, tantomeno fu lui ad uccidere Sara. L’unica sua responsabilità, oggi riconosciuta dall’agricoltore nelle 5 ore di deposizione spontanea, sarebbe stato l’occultamento di un cadavere, quello di Sara, trovato già morto. Una nuova versione i cui contenuti, però, la procura sembra riuscita a mantener blindati dagli assalti dei cronisti. Gli avvocati difensori, forse complice anche la strigliata arrivata dall’ordine degli avvocati, sono rimasti insolitamente abbottonati. Non si è saputo, per esempio, se Misseri, oltre ad addossare tutta la colpa su Sabrina, abbia tirato in ballo altre persone.

Condividi