Riforma lavoro, A.S.La Cobas: “E’ scontro sociale”

9 Gennaio 2012 Off Di Ermanno Amedei

Dall’A.S.La COBAS riceviamo e pubblichiamo:
Oggi l’incontro tra il Ministro del Lavoro Elsa Fornero e i Sindacati “collaborazionisti”. Il governo ha escluso da ogni trattativa e consultazione i sindacati di Base, compreso A.S.La COBAS, e ha chiamato solo i sindacati “collaborazionisti”, per individuare obiettivi e strumenti per la riforma del lavoro che intende attuare. E’ chiara la volontà delle parti di tornare alla concertazione modello anni ’90. L’A.S.La COBAS pretende un confronto serio e onesto con tutte le organizzazioni sindacali presenti sul territorio nazionale, sopratutto quando sindacati come il nostro rappresentano migliaia di lavoratori e di lavoratrici.

Il modello proposta dall’esponente del Pd Pietro Ichino non cancella la precarietà di oggi , anzi ne aggiungerà nuova domani.

Serve un piano del lavoro serio per i giovani con una maggiore formazione che porti alla stabilità nel tempo.

Sull’articolo 18 la nostra piena contrarietà, perchè non si crea lavoro eliminado i diritti.

Quello che indendono attuare è una forma arcaica del padrone che decide e usa il lavoratore come una scorta di magazzino.

Condividi