Gli studenti del liceo classico occupano l’istituto

20 Novembre 2012 Off Di Ermanno Amedei

Ore di contestazione al liceo classico Carducci di Cassino. Ieri, al termine delle lezioni, un gruppo di studenti ha messo in atto una protesta eclatante per denunciare i continui tagli alla scuola pubblica. Dal disegno di legge presentato dal deputato Aprea alla mancata accensione dei termosifoni nell’istituto. Queste le motivazioni che hanno spinto i ragazzi a restare in classe dopo il suono della campanella.
Davanti la scuola sono arrivati le forze dell’ordine per monitorare la situazione. Per circa cinque ore il gruppo di
contestatori è rimasto all’interno dell’istituto mentre altri studenti si sono radunati davanti ai cancelli. Dopo un lungo dialogo con il
dirigente scolastico e gli insegnanti e soprattutto dopo l’arrivo dei genitori dei ragazzi rimasti all’interno del liceo, i giovani
manifestanti hanno interrotto il presidio. Ma per i ragazzi del Classico questo è solo l’inizio. Infatti per opporsi ai tagli alla scuola pubblica hanno annunciato un corteo che venerdì dovrebbe attraversare Cassino coinvolgendo anche gli studenti degli altri istituti.

Condividi