Rapinatori minorenni sulla tratta ferroviaria Cassino Vairano denunciati dalla Polfer

Rapinatori minorenni sulla tratta ferroviaria Cassino Vairano denunciati dalla Polfer

18 Febbraio 2015 Off Di Ermanno Amedei

Era l’8 febbraio quando due ragazzi minorenni di Cassinati fermi alla stazione ferroviaria di Vairano in attesa del convoglio che li portasse a casa, vennero avvicinata da una coppia di minorenni del posto. Sotto la minaccia di un coltello, i due malviventi in erba pretesero i soldi, pochi euro, che i due avevano in tasca. Sotto la minaccia della stessa arma, inoltre, intimarono di mantenere il silenzio su quanto accaduto loro, poi, per controllare che non si rivolgessero alle forze dell’ordine, salirono sul treno con l’intenzione di “scortarli” fino a Cassino. Sul treno, però, il controllore trovò la coppia di rapinatori senza biglietto e ordinò loro di scendere alla prima stazione utile anche perché si rifiutarono di mostrare i documenti. Quando il controllore si allontanò, uno dei due, per scimmiottarlo, tirò fuori una carta di identità. Gesto che permise ai due rapinati di leggere il suo vero nome e fornirlo, il giorno dopo, agli agenti della Polfer di Cassino comandati dall’ispettore Marisa Di Fruscia. Le indagini avviate, ben presto hanno permesso di individuare la coppia di giovanissimi rapinatori anche grazie all’ausilio delle immagini registrate nella stazione e far scattare la denuncia per rapina in concorso.

Ermanno Amedei