Giorno: 6 Marzo 2019

6 Marzo 2019 0

Marocchinate, Fdi annuncia: disegno di Legge in Senato per istituzione commissione d’inchiesta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – “Questa mattina il presidente e una delegazione dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate, si sono recati presso il Senato per incontrare i senatori di Fratelli d’Italia Massimo Ruspandini, Isabella Rauti e Luca Ciriani presidente del gruppo FdI in Senato”.

Lo si legge in una nota dell’associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate.

“Durante l’incontro si è discusso molto della triste vicenda delle Marocchinate. Il senatore di Ceccano Ruspandini ha dichiarato che: «Fratelli d’Italia sarà al fianco di Emiliano Ciotti e dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate. Faremo tutto il necessario per portare alla luce gli stupri di massa perpetrati dall’esercito franco-marocchino ai danni delle nostre popolazioni».

Il senatore ceccanese insieme ai suoi colleghi stanno rielaborando il disegno di legge da portare all’attenzione del Senato per l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta. I senatori Ciriani e Ruspandini hanno ribadito che sarà loro impegno e del gruppo FdI al senato con la collaborazione dell’A.N.V.M. presentare al più presto questa proposta. Lo studio legale dell’avvocato Luciano Randazzo, che cura gli interessi dell’associazione, lavorerà a stretto contatto con il gruppo di FdI per la stesura della bozza di legge da portare in senato. Bisogna ricordare che la stessa è stata rivista, già in precedenza presentata da Ruspandini stesso, in quanto il termine “marocchinata” non era corretto in quanto la motivazione ufficiale diceva che i fatti risalgono a troppo tempo fa e sia carnefici che vittime ormai non sono più vivi. Analoga situazione si è verificata col comune di Roma per l’intitolazione di un parco, che ricorda le donne ciociare violentate dalle truppe del C.E.F. Si sta quindi lavorando nel dettaglio per trovare la terminologia più idonea affinché possa arrivare nel più breve tempo possibile in Senato.

Al termine dell’incontro è stato donato una copia del libro “Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa” al Senatore Massimo Ruspandini”.

6 Marzo 2019 0

Fermato in A1 30enne ucraino su una Jaguar con documenti contraffatti, denunciato dalla Polstrada

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella serata di ieri, operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, al chilometro 686,500 sud della A/1, nel  territorio del comune di   Mignano Montelungo, procedevano al controllo di una Jaguar F-Pace con una sola persona  a bordo.

Il conducente, 30enne ucraino, domiciliato ad Aversa, mostrava la richiesta di rinnovo di permesso di soggiorno ed una patente di guida rilasciata dalle autorità ucraine.

Dalla visione della documentazione dell’auto, i poliziotti notavano che il numero meccanografico della carta di circolazione era stato alterato, con modifica della lettera E in F. Inoltre, nelle pagine 3 e 4 della stessa, i numeri di targa erano invertiti; il numero di telaio sulla carta di circolazione era diverso rispetto a quello punzonato sul telaio del veicolo.

Dall’accertamento in banca dati, il veicolo risultava rubato e riciclato attraverso una carta di circolazione facente parte di uno “stock” di carte di circolazione sempre rubate in bianco presso la M.C.T.C. di Enna, con targhe false e telaio contraffatto.

Per il 30enne scatta la denuncia per il reato di ricettazione e uso di atto falso, con contraffazione di sigilli di Stato.

6 Marzo 2019 0

File anagrafe di Velletri, Amministrazione: Grazie al sito internet comunale si stampano certificati da casa

Di admin

VELLETRI – Sfruttare gli strumenti forniti da internet per semplificare il più possibile la vita ai cittadini. E’ stato detto più volte nella conferenza stampa in comune a Velletri con la quale l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pocci ha illustrato le novità sull’anagrafe e firmando una convenzione con il Corecom per l’apertura di uno sportello nel territorio comunale di Velletri per dirimere le controversie tra i gestori telefonici e gli utenti.

I servizi dell’ufficio anagrafe offerti on line sul sito del Comune (www.comune.velletri.rm.it) non sono fruibili già da qualche tempo, ma pare che siano poco conosciuti o utilizzati dalla cittadinanza che, in questi mesi, ha affollato l’ufficio con grosse polemiche per le lunghe code di attesa.

“Molte di quelle ore trascorse ad attendere il proprio turno davanti allo sportello, la gente le avrebbe risparmiate se avesse utilizzato il portale comune stampando i certificati richiesti direttamente da casa”. Ha ribadito l’assessore Cavola che spiega come i problemi principali siano nati con l’entrata in vigore della carta di identità elettronica. I tempi per svolgere le procedure per ciascuna richiesta si aggirano intorno ai 15 minuti e comprende la scansione della foto e delle impronte digitali, quindi nel corso delle ore di apertura mattutina si calcola di poter evadere 20 richieste e altre dieci nelle ore in cui è previsto il rientro pomeridiano.

“Le file all’anagrafe per richiederlo dimostra che alla gente il documento elettronico piace – ha detto il sindaco Pocci ricordando l’importanza del front office dell’ufficio anagrafe – Oggi siamo arrivati grazie alla digitalizzazione a fare i certificati direttamente da casa e siamo tra i primi comuni ad averlo fatto”.

Un successo, quello della nuova carta di identità, però, che ha ingolfato il sistema. “Dal primo gennaio sono state rilasciate 1200 carte di identità elettroniche e 2000 certificati per una utenza stimata di circa 4mila persone – aggiunge l’assessore Cavola –  C’è gente che si è accorta solo in questi giorni di massima affluenza all’anagrafe di avere il documento scaduto da 15 anni, tanti altri che lo hanno improvvisamente smarrito, ma stiamo cercando di accelerare al massimo la procedura anche movimentando il personale, impiegando quello maggiormente motivato. Ciò che è necessario fare è sfruttare al meglio la piattaforma on line del comune. Basta registrarsi e i residenti potranno addirittura stampare certificati in marca da bollo e siamo i primi nel Lazio ad offrire questo servizio. Serve far conoscere questo mezzo che permette di fare quasi tutto da casa anche alcuni pagamenti come quello dei canoni di locazione, finanche quello della retta mensile dell’asilo comunale”.

Più internet, quindi, meno code all’ufficio anagrafe dove però ci si dovrà comunque andare per servizi, come la nuova carta di identità e le autentiche delle firme.

Ermanno Amedei

Nella foto da sinistra Giulia Vega Giorgi, consigliere comunale, Francesco Cavola, assessore servizi demografici, Orlando Pocci, sindaco di Velletri, Monica Nigro, responsabile ufficio anagrafe, Fernando Pro, respoanbile ufficio innovazione

6 Marzo 2019 0

Cisterna di Gpl sulla Cassino Sora, strada riaperta dopo il travaso

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Una nottata di lavoro per travasare tutto il Gpl contenuto nella cisterna. I vigili del fuoco di Cassino hanno ultimato questa mattina alle 7 circa le operazioni di messa in sicurezza per poter rimuovere il mezzo che ieri pomeriggio si è intraversato sulla superstrada Cassino Sora all’altezza di Sant’Elia Fiumerapido.

La strada è rimasta chiusa dalle tre circa di ieri fino a quando, stamattina, dopo aver sversato il Gpl in un’altra cisterna, i pompieri ne hanno permesso la riapertura.

Le operazione di travaso sono state svolte dal personale del Comando di Frosinone e dei Comandi di Roma e L’Aquila. L’attività è stata svolta seguendo il protocollo di sicurezza del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Ermanno Amedei

6 Marzo 2019 0

Calcio femminile; con una sconfitta con la capolista, le bianconere confermano l’andamento del campionato

Di redazionecassino1

La capolista era attesa tra le mura amiche per chiudere il campionato con l’ultima partita casalinga di un torneo che non è stato secondo le aspettative di tutta la compagine bianconera.

Per affrontare la capolista Mister Di Poce aveva a diposizione tutta la rosa, tranne le assenze già note assenze che pesano sotto ogni aspetto, in particolar modo quello mentale che, dopo il grave infortunio occorso alla bomber Melania La Vecchia, ha pesato come un macigno su tutto l’ambiente.

Ormai non c’è più nulla da chiedere al campionato, la classifica parla da sola quindi occorreva dimostrare in campo che le bianconere avrebbero meritato qualche cosa in più.

PRIMO TEMPO. L’incontro iniziava con le ospiti del Real Terracina subito in attacco alla conquista di quel punto che avrebbe decretato con una giornata in anticipo la vittoria del campionato.  Al primo affondo al 3° minuto le ospiti passavano in vantaggio con un violento tiro da quasi centro campo che s’insaccava all’incrocio dei pali con il portiere bianconero Elisa Cencia che non aveva visto partire la sfera. Qualche minuto per metabolizzare il gol subìto, che le bianconere con Margherita di Battista approfittando di una punizione dal limite pareggiava i conti con un violento tiro che s’insacca all’incrocio del palo sinistro della porta ospite.

Il pareggio raggiunto delle bianconere le galvanizza a tal punto che con più occasioni si portavano in attacco sfiorando il vantaggio con la stessa Margherita Di Battista e Francesca Cancelli, mandando la sfera fuori sia pure di pochissimo. Un buon momento per le bianconere che su capovolgimento di fronte, su una bella parata con ribattuta del portiere Elisa Cencia, subiscono la seconda rete.

Sotto di due gol ad uno, le guerriere volsche continuavano ad attaccare con tutto l’organico sfiorando in altre occasioni quel pareggio meritato. I ripetuti attacchi delle bianconere venivano interrotti dal direttore di gara che sanciva la fine della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO. Il secondo tempo iniziava da dove era finito il primo, con le bianconere del Sora in attacco esprimendo un buon calcio e dimostrando al folto pubblico presente che quella posizione in classifica era falsa e certamente non corrispondente alla realtà. In più occasioni il duo Margherita Di Battista e Francesca Cancelli mancano l’occasione del pareggio meritatissimo sino a quel momento.

Bastava però una palla persa a centro campo, con tutte le bianconere in attacco, che le ospiti insaccavano in rete per il doppio vantaggio, incolpevole l’estremo difensore Elisa Cencia che aveva difeso bene la porta con superbi interventi. Subito il gol le bianconere continuavano ad imbastire azioni in attacco alla ricerca di raddrizzare le sorti dell’incontro, ma nel giro di due minuti le ospiti trovano la strada aperta per portarsi nuovamente in rete con due azioni identiche fissando al 14° della seconda frazione di gioco il risultato sul 1 a 5, un risultato che getta a terra il morale dell’ambiente bianconero. Ci pensa però Francesca Cancelli che dopo aver rubato passa s’involava nell’area ospite e da posizione angolata insacca in rete riaprendo le speranze bianconere.

Era solo un’illusione. Poco dopo le colleghe del Terracina, ormai galvanizzate da una vittoria si portavano prepotentemente in area bianconera seminando scompiglio realizzando nel giro di qualche minuto altre reti   portando alla fine dell’incontro il risultato di 2 a 8, sancendo così con una giornata di anticipo la vittoria del campionato e la promozione alla categoria superiore.

Mister Di Poce a fine partita con l’amaro in bocca per aver creduto di poter raddrizzare questo incontro commentava: “Abbiamo giocato una buona partita. Potevamo, con un po’ di fortuna, portare a casa un punto, che non avrebbe detto molto in tema di classifica, ma avrebbe fatto morale a queste ragazze che non hanno risparmiato impegno e sacrifici. A loro va il mio grazie personale e quello di tutta la società. Complimenti al Real Terracina per aver vinto il campionato ed un in bocca al lupo per il futuro. Ora ci aspetta l’ultima giornata in trasferta e poi l’impegno in Coppa Provinciale. Per questo nuovo torneo contiamo di recuperare quelle pedine assenti per infortunio per continuare a divertirci e divertire.”

 

6 Marzo 2019 0

Carnevale a Velletri in foto, Puffi, Batman e Fred Flintstone ballano sulla musica di un Papa Dj

Di admin

VELLETRI – Per l’ultimo giorno Re Carnevale ha impazzato ieri a Velletri. Una sfilata partita ieri sera da piazza Mazzini, con cinque carri allegorici ha raccolto lungo Corso della Repubblica migliaia di persone adulti e bambini, quasi tutti in maschera. La fantasia ha dato sfogo di se e lungo il Corso era possibile incontrare personaggi davvero stravaganti. Mentre un “Papa” metteva i dischi, Fred Flintstone, si cimentava in un tango con Wilma, Un cappellaio matto correva dietro ai suoi bambini mentre un gruppo di Puffi balla all’impazzata musica dance. Joker, del gruppo di Batman, faceva selfie con l’uomo ragno mentre il gruppo dei clown distribuendo caramelle ai bambini e fette di ciambellone ai grandi intonava una scanzonata “La società dei Magnaccioni” immancabile ai Castelli.

Poi tutti a piazza Mazzini per salutare Re Carnevale.