Jones piega la Virtus e la Leonis Roma passa al fotofinish

Jones piega la Virtus e la Leonis Roma passa al fotofinish

18 Marzo 2019 0 Di redazionecassino1

Una partita dai due volti, quella disputata dalla BPC Virtus Cassino. Per tre quarti, un match quasi perfetto, quello disputato dagli uomini di coach Vettese, che, un po’ per carenza di ossigeno, un po’ per la mancanza di lucidità nel momento clou del match, non sono riusciti ad essere costanti anche nell’ultima frazione di gara.

È infatti un ultimo quarto da 25-9 per la Leonis Roma, a condannare nuovamente alle “pene dell’inferno” la BPC, che non riesce proprio a vedere la luce in fondo al tunnel.

Passando alla cronaca del match, le due formazioni si presentano alla gara con due assenze particolarmente importanti: Hollis da una parte e Raucci dall’altra. Coach Nunzi parte con Jones, Fanti, Bonessio, Fall e Loschi, mentre lo ‘starting five’ di coach Vettese è composto da Paolin, Guaccio, Ojo, Castelluccia e Hall.

Fanti e Loschi mettono a segno i primi punti della gara, ma è Ojo a pareggiare immediatamente i conti per la Virtus. Hall e Castelluccia trovano il fondo della retina, e Cassino vede materializzarsi il primo vantaggio di 6 punti. Loschi accorcia; Jones e Fall firmano il pareggio, e Bushati piazza il primo +4 Leonis. Castelluccia chiude il primo quarto sul 24-22 per i padroni di casa.

Riprendono i giochi per la seconda frazione di gara, ed Infante e Loschi alimentano il momento positivo della Leonis, che con la tripla di Fanti arriva al +5. Ojo, però, vive una di quelle serate strepitose (20 punti al 13’, ndc), e con l’ausilio di Ingrosso e Hall, la Virtus si riporta in vantaggio. La tripla di Sorrentino mette a referto il +6 dei viaggianti, ma è il gioco da 3 punti di Fall allo scadere, che manda le squadre all’intervallo lungo sul risultato di 44-48 per la Virtus Cassino.

All’uscita dagli spogliatoi, lo spartito è sempre lo stesso, e le squadre si rispondono colpo su colpo. Ojo porta i suoi sul +7, ma Jones e Fall accorciano sul -2. Hall non ci sta e Paolin, in penetrazione, deposita il nuovo +7. Jones da parte sua, purtroppo per la Virtus, è inarrestabile, e piazza due triple che valgono il -2 Leonis. Sorrentino e Ojo riallungano, ed è la tripla di Hall che sigilla il 61-69 con cui si va all’ultimo mini-intervallo. Al rientro sul parquet, si materializza l’ennesimo incubo rossoblù. L’Eurobasket schiera la zona che blocca la circolazione di palla offensiva di Paolin e soci, e guidata dalla coppia Jones-Fall, mette a referto un parziale mortifero di 11-0, che porta avanti i padroni di casa di 3 lunghezze. Castelluccia, Hall e Sorrentino non ci stanno, e scrivono i punti della parità. Jones, però, decide di produrre lo sforzo decisivo per arrivare alla vittoria: a 1’20’’ dal termine, sono le sue due triple a portare la Leonis sull’81-78. Ojo prova anche lui a fare lo stesso per gli uomini di Vettese, ma apre involontariamente il contropiede del +5. La Virtus in attacco non produce nuovamente punti, ed è una tripla molto fortunosa di Infante a suggellare il definitivo 86-78 per l’EBK Roma. Vince la Leonis. Un match che diverse volte ha visto in vantaggio la Virtus Cassino la quale però, nel finale, non ha avuto la brillantezza per portare a casa i due punti. Per la Leonis sono le giocate e le percentuali di uno stratosferico Jones, invece, a togliere le castagne dal fuoco a coach Nunzi (33 pt e 9 rimbalzi, ndc). Sempre più difficile per la Virtus, dunque, il discorso salvezza.

Il commento nel post-gara di coach Vettese: “Devo fare i complimenti ai ragazzi per come hanno giocato e per come sono stati in grado di seguire le direttive date in settimana. Siamo stati molto concentrati per 3 quarti, contro una squadra che veniva da una grande vittoria in trasferta contro Biella. Per la situazione che stiamo vivendo, a tratti abbiamo fatto una grande partita e devo, ripeto, fare i complimenti ragazzi, se non per un ultimo quarto viziato da qualche distrazione di troppo per la stanchezza e per l’attenzione difensiva di Roma, che si è terribilmente alzata nell’ultima frazione. Sono purtroppo dispiaciuto. Per l’ennesima volta ci portiamo i complimenti a casa senza però aver preso punti sul campo. È una situazione difficile, ed i ragazzi hanno dimostrato nonostante tutto di esserci e di non voler mollare a qualunque prezzo. Adesso dovremo andare a Treviglio con lo stesso spirito e la stessa voglia di far bene che abbiamo avuto stasera”.

Il commento del DS Leonardo Manzari a fine gara: “Ci portiamo i complimenti a casa per l’ennesima volta anche questa sera, dopo aver disputato ancora, a mio parere, una grande gara per tre quarti. Poi però viene a mancarci sempre qualcosina durante la gara; gran parte dei meriti vanno comunque anche ad Eurobasket, che veniva da un ottimo momento di forma dopo le belle e convincenti vittorie contro Bergamo e Biella. Per arrivare a rispondere sulla situazione che ci vede coinvolti con Siena e nella lotta per non retrocedere, avremmo potuto alla fine del mercato e dopo una serie di sconfitte consecutive, smobilitare. Non l’abbiamo fatto, abbiamo rispettato tutti, anche Eurobasket, perché questa sera siamo venuti al Ponte Grande con le intenzioni di fare una grande partita, una partita vera, e tutti coloro che sono stati qui al palazzetto potranno senza alcun dubbio confermare. Abbiamo disputato il match con il coltello tra i denti e abbiamo l’intenzione di onorare questo campionato fino all’ultima nostra gara. Altri non lo stanno facendo. Io sono fiero di questa società e di questa squadra; anche dei soli quattro punti conquistati in classifica. Mi sono portato a casa spesso dei complimenti, come questa sera, ma non abbiamo fatto nuovamente risultato. Pazienza! Ma nonostante tutto, posso camminare a testa alta e fiero di quello che stiamo facendo. Abbiamo realizzato una squadra secondo le nostre possibilità e dopo la partenza di uno statunitense come Pepper, abbiamo fatto di tutto per sostituirlo in breve tempo con un’atleta che potesse essere di livello, ma soprattutto funzionale per la nostra formazione. Questo sempre in virtù del rispetto della regolarità del campionato. Questo campionato, ahimè, non è regolare! Una nostra concorrente alla salvezza, in un comunicato, ha dichiarato di essere stata danneggiata ai massimi livelli per non aver disputato una gara ed averla vinta per 20-0 a tavolino. Ma scherziamo? Danneggiati ai massimi livelli di cosa? L’unica formazione danneggiata, qui, ai massimi livelli, è la Virtus Cassino. Sarei stato piacevolmente spettatore di una situazione capovolta e le conseguenze che ne sarebbero scaturite, con uno scontro diretto ancora da disputare. Aldilà di tutto, invito le autorità competenti a svolgere in maniera corretta il proprio operato. Questo campionato è stato terribilmente falsato, e la Federazione ha il compito di tutelare non gli scorretti, ma coloro che portano avanti il movimento cestistico in maniera corretta e secondo le regole. Spero davvero nella giustizia, anche se di giusto e di corretto, ripeto, fino ad ora, ho visto ben poco. Detto questo, ci prepariamo alla sfida di Treviglio con la voglia e la determinazione che ha contraddistinto la nostra prestazione anche questa sera”.

Prossima gara per la BPC Virtus Cassino, in trasferta la prossima settimana contro Treviglio.

 

TABELLINO:

Leonis Roma – BPC Virtus Cassino 86-78 (24-22, 20-26, 17-21, 25-9)

Leonis Roma: Andre Jones 33 (5/9, 6/9), Abdel pierre Fall 15 (7/10, 0/2), Federico Loschi 13 (2/3, 2/9), Luca Infante 11 (3/4, 1/2), Eugenio Fanti 7 (2/4, 1/3), Franko Bushati 7 (3/4, 0/2), Daniele Bonessio 0 (0/0, 0/1), Alessandro Piazza 0 (0/0, 0/0), Damian Hollis 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Torresani 0 (0/0, 0/0), Jacopo Ragusa 0 (0/0, 0/0), Simone Rocchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Andre Jones 9) – Assist: 15 (Eugenio Fanti 6)

ALL. Nunzi

BPC Virtus Cassino: Michael Adetokunbo Ojo 25 (9/16, 2/4), Mike Hall 18 (3/4, 4/9), Gennaro Sorrentino 14 (2/4, 3/5), Francesco Paolin 9 (3/6, 0/4), Luca Castelluccia 8 (1/3, 2/5), Tommaso Ingrosso 4 (2/3, 0/2), Angelo Guaccio 0 (0/0, 0/0), Sava Razic 0 (0/0, 0/0), Davide Bianchi 0 (0/0, 0/0), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0), Alessio Punzi 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 24 6 + 18 (Mike Hall 6) – Assist: 10 (Mike Hall 3)

ALL. Vettese