Autore: Ermanno Amedei

4 Aprile 2009 0

Promuovere la cultura della sicurezza

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

[flashvideo file=http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-content/uploads/2009/04/ingegneria-3-4-2009.flv /]

1 Aprile 2009 0

Ubriaco al volante investe un pedone

Di Ermanno Amedei

Un pedone di 50 anni è rimasto gravemente ferito ieri sera a Sant’Elia dopo essere stato investito in Via Roma. L’uomo stava attraversando la strada quando una Fiat Punto lo ha letteralmente travolto lasciandolo agonizzante sull’asfalto. Un’ambulanza del 118 si è portata sul posto e gli operatori hanno prestato le prime cure al ferito che poi è stato trasportato in ospedale a Cassino. I medici hanno scongiurato emorragie interne ed hanno giudicato le ferite dell’uomo guaribili in trenta giorni. Gli agenti della polizia stradale del distaccamento di Cassino agli ordini del comandante Roberto Donatelli hanno effettuato i rilievi del caso ed hanno sottoposto l’automobilista alla guida dell’utilitaria all’etilometro; l’esito è stato positivo. L’uomo, anch’egli di 50 anni è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza alcolica.

1 Aprile 2009 0

Droga e soldi falsi sullo stesso canale di spaccio

Di Ermanno Amedei

Soldi falsi sullo stesso canale di spaccio della droga. E’ quanto emerso a Cassino in eguito all’arresto di due noti pregiudicati del post. Antonio Spada, 30 anni ed Emiliano Marsiglia 33 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a Capua perchè trovati in possesso di un chilo di haschisch e 2000 euro falsi in banconote di vario taglio. I due avevano fatto “spese” a Secondigliano e stavano tornando a Cassino dove avrebbero poi spacciato sia la droga che la valuta contraffatta. Per questo i due sono stati arrestati ma l’episodio testimonia un particolare fenomeno e cioè che la diffusione della valuta falsa sembra accompagnarsi sempre più spesso con lo spaccio della droga. I carabinieri della compagnia di Cassino agli ordini del capitano Adolfo Grimaldi hanno perquisito a lungo le abitazioni dei due uomini arrestati.

1 Aprile 2009 0

Atterraggio d’emergenza a Fiumicino

Di Ermanno Amedei

E’ bastato sostituire un led, ma la paura è stata tanta. Il boeing 763 decollato alle 11 e 40 da Malpensa e diretto a New York ha chiesto l’atterraggio di emergenza alla torre di controllo dell’aeroporto più vicino, il Leonardo da Vinci, a Fiumicino. A bordo infatti le spie segnalavno avarie all’impianto elettrico e agli aerofreni del velivolo. Sulla pista numero 16 di Fiumicino è stato immediatamente attivato il piano di emergenza, ma,fortunatamente l’aereo con 185 passeggeri e 12 membri dell’equipaggio, è atterrato senza alcun problema. I tecnici hanno accertato che il problema era solo un led bruciato. Il velivolo ha poi proseguito il viaggio per gli Usa.