Categoria: Dall’Italia

5 Aprile 2010 0

Mozart Requiem per l’Aquila ad un anno dal terremoto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Per non dimenticare L’Aquila: il Requiem di Mozart, nella basilica dell’Ara Coeli, in Campidoglio, martedì 6 aprile alle ore 21, in ricordo della grande tragedia che proprio un anno fa, il 6 aprile, distrusse la città aquilana. Il Concentus parteciperà con il suo coro polificonico, diretto da Mauro Gizzi. La musica ricorderà le vittime e servirà a dare nuova forza all’opera di ricostruzione. L’iniziativa è stata presa dal Comune di Roma, dal Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo e dalla Cassa di Risparmio della provincia dell’Aquila, sotto l’alto patronato del Sovrano Militare Ordine di Malta , dell’Ambasciata dell’Impero del Giappone e della Repubblica Federale di Germania. Ad eseguire il Requiem del grande compositore austriaco, nella stupenda chiesa dell’Ara Coeli al Campidoglio, sarà appunto il Coro del Concentus Musicus fabraternus Josquin Des Pres, insieme al Coro dell’Arcum di Roma, alla Cappella Musicale Costantina e al Coro Città di Roma, accompagnati dall’Orchestra Barocca Marco Dall’Aquila, voci soliste Lucia Vaccari, Cecilia Alegi, Flaviano Bianchi, Fabrizio Pica Alfieri. la direzione è affidata a Jacopo Sipari di Pescasseroli. Madrina della serata sarà la principessa Maria Pia Ruspoli. Oltre che dal Comune di Roma, l’evento è patrocinato da; Comune dell’Aquila, Comune di Pescasseroli, Provincia di Roma, Provincia dell’Aquila, Regione Lazio, Regione Abruzzo, Arcidiocesi dell’Aquila, Sovrano Militare Ordine di Malta, le ambasciate di Albania, Australia, Austria, Regno di Danimarca, Cile, Finlandia, Grecia, Giappone, Germania, Haiti, Regno di Giordania, Niger, Repubblica del Mozambico, Pakistan, Regno di Svezia, Siria, Svizzera, Ungheria presso lo Stato Italiano, e le ambasciate di Croazia, Francia e d’Italia presso la Santa Sede. Inoltre dall’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro di casa Savoia e dal Circolo Gran Magistrale Giovanile degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, insieme all’Istituto Gurdie d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon. L’ingresso al Concerto è libero

2 Aprile 2010 0

Esodo pasquale, traffico intenso, su strade e autostrade, da ‘bollino rosso’

Di redazionecassino1

Inizierà nelle prossime ore l’esodo degli italiani per le vacanze pasquali. Un ponte pasquale da bollino rosso sulla rete stradale italiana, secondo le previsioni della società Autostrade. Traffico intenso, infatti, viene annunciato sull’intera rete autostradale nel corso dei giorni a cavallo della festività di Pasqua. Il boom del rientro è previsto lunedì 5 aprile, in serata, e martedì 6 e mercoledì 7 nella mattinata. Blocco alla circolazione dei mezzi pesanti da venerdì 2, dalle 16:00 alle 22:00, sabato 3, domenica 4, lunedì 5, dalle 08:00 alle 22:00 e martedì 6 aprile dalle 08:00 alle 14:00.   Le autostrade maggiormente interessate all’esodo saranno la A1 tra Milano e Parma, da Bologna a Firenze sud, con possibili rallentamenti nel tratto appenninico e in uscita da Roma verso Napoli con possibili rallentamenti fino a Valmontone. Ancora, traffico sulla A14 da Bologna a Cattolica con possibili rallentamenti all’altezza di Bologna. Traffico intenso poi in Lombardia sulla A4 e sulla A9 alla dogana con la Svizzera. In  Liguria, invece, sulla A10 e sulla A26 in direzione del Ponente ligure, sulla A12 sino a Rapallo. E infine in Toscana, sulla A11 in direzione di Pisa e della Versilia.

29 Marzo 2010 0

Barbone trova portafoglio con 1.100 euro e lo restituisce

Di redazionecassino1

E’ proprio vero che onesti si nasce e soprattutto non è lo stile di vita che può influenzarlo. Un  esempio di onestà è quello fornito da un clochard che, dopo aver trovato per terra un portafogli zeppo di banconote, ha deciso di consegnarlo alla polizia. E’ accaduto a Ivrea. Giuseppe, questo il suo nome, 60 anni, ha rinunciato a tenere per sé l’allettante somma di 1.100 euro in contanti: ha preferito recarsi al commissariato. Ha chiesto di parlare con gli agenti, a cui ha consegnato il portafogli. Il 60enne non ha ceduto alla tentazione di fuggire alla sua vita tra una panchina e un marciapiede della stazione ferroviaria d’Ivrea, nel torinese. Nel portafogli c’erano infatti 1.100 euro in contanti, soldi che avrebbero potuto fare parecchio comodo ad un homeless come lui. Giuseppe ha invece preferito comportarsi da buon cittadino. Dopo aver consegnato il portafogli alla polizia, ha fatto ritorno alla sua panchina. I poliziotti lo hanno rifocillato e gli hanno promesso che avrebbero rintracciato il proprietario del portafogli. Così è stato e ora per il clochard è in arrivo una bella ricompensa: l’uomo a cui è stato restituito il denaro ha infatti deciso di premiare la sua onestà. I soldi non fanno la felicità…ma l’amicizia e la stima del prossimo sì!

28 Marzo 2010 0

Anche alle 19, confermato il calo di affluenza alle urne, che si attesta intorno al 35,4%

Di redazionecassino1

Confermato il netto calo dell’affluenza nelle elezioni regionali anche alle 19: secondo i primi dati, a metà circa delle rilevazioni (2.534 comuni su 5.068) pervenute al Viminale, la percentuale di affluenza alle urne alle ore 19 per le regionali va attestandosi intorno al 35,4%, in calo di poco meno di 7 punti rispetto alle regionali del 2005. Alle 12,  l’affluenza era stata pari al 9,7% nelle 13 regioni dove si vota per le regionali, con un calo di oltre tre punti rispetto alle regionali del 2005 (12,6%); alle politiche del 2008 alle 12 aveva votato il 16,4%. Nelle nove regioni – Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Umbria, Lazio, Campania e Basilicata – i cui dati elettorali affluiscono al ministero dell’Interno, la percentuali di votanti rilevata dal Viminale alle ore 12 di oggi e’ stata del 10,2% (precedenti omologhe 13,0%). I dati relativi alle altre quattro regioni – Toscana, Marche, Puglia e Calabria – non affluiscono al Ministero dell’Interno. In Toscana il dato si attesta al 9% contro il 12,3% del 2005, nelle Marche ha votato l’8,1% (11,4% nel 2005), in Puglia l’8,7% (11,4% nel 2005), in Calabria il 6,5% (8,9% nel 2005). Oggi si vota fino alle 22. Domani dalle 7 alle 15. Poi le operazioni di spoglio.

28 Marzo 2010 0

Alle 12, ha votato il 10% degli aventi diritto, un calo di circa 3 punti rispetto al 2005

Di redazionecassino1

Aperti i seggi elettorali per il rinnovo dei Consigli regionali e dei Governatori in tredici regioni, ma anche per rinnovare 463 consigli comunali e alcuni Consigli provinciali. Secondo i dati forniti dal Viminale, alle 12, risulterebbe in calo la percentuale dei votanti rispetto alla precedente tornata elettorale. Nei comuni dove si vota per il sindaco e i consigli comunali, alle ore 12 ha votato il 12% degli elettori, un calo di tre punti rispetto alle precedenti omologhe. L’ha reso noto il Viminale. Alle 12 nel Lazio ha votato per le regionali lo 8,6 per cento degli elettori, in calo di quasi tre punti rispetto alle precedenti del 2005. A Roma ha votato l’8,2% degli aventi diritto (10,5% alle regionali 2005; 15,8% alle politiche 2008). In Lombardia, invece, ha votato per le regionali  il 10,7 per cento degli elettori, in calo di tre punti rispetto alle precedenti del 2005. A Milano città ha votato il 9,1% degli aventi diritto. In generale secondo i dati forniti dal Ministero dell’Interno, l’affluenza alle urne risulterebbe in diminuzione: alle 12 ha votato circa il 10% degli aventi diritto, con un calo di circa 3 punti rispetto al 2005.

27 Marzo 2010 0

Lancette in avanti di un’ora dalle 2 di questa notte, torna l’ora legale

Di redazionecassino1

Dalle 2 di questa notte bisognerà spostare le lancette avanti di un’ora. Risparmi per 90 mln: da stanotte torna l’ora legale e i 7 mesi in cui sara’ in vigore comporteranno forti riduzioni dei consumi di energia. Terna, responsabile della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, li ha paragonati alla meta’ circa del consumo medio domestico annuo del Friuli Venezia Giulia. Con l’ora legale, che partira’ nella notte tra il 27 e il 28 marzo, con lo spostamento delle lancette degli orologi un’ora in avanti, ci sara’ anche meno Co2 nell’aria.

26 Marzo 2010 0

La protezione civile denuncia per diffamazione il PD Roma

Di redazione

Il Dipartimento della Protezione Civile ha dato mandato all’Avvocatura dello Stato di procedere con una azione legale per diffamazione nei confronti del PD Roma. Oggetto dell’azione legale un volantino del PD Roma, distribuito nell’ambito della campagna elettorale in favore della candidatura di Emma Bonino alla presidenza della Regione Lazio, contenente una serie di gravi affermazioni esplicitamente riferite alla protezione civile. In particolare, pur consapevoli della campagna elettorale in corso, il Dipartimento ha ritenuto inaccettabili le affermazioni: “…quando succedono le tragedie, i loro amici, a partire da quelli che lavorano con la protezione civile se la ridono!!!” e “questa volta non farli ridere”. “Tali affermazioni – si legge in una nota stampa della protezione civile – oltre ad essere del tutto infondate, costituiscono una offesa al lavoro di decine di migliaia di italiani che “lavorano – davvero – con la protezione civile” e che non dovrebbero in alcun modo essere coinvolte con vicende di carattere squisitamente personale. Si tratta di funzionari dello Stato, militari, membri delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco oltreché di scienziati e volontari che per Legge fanno parte della Protezione Civile e che, da sempre, operano in favore delle popolazioni colpite dalle calamità, così come successo anche dopo il 6 aprile dell’anno scorso all’Aquila”.