Categoria: Cassino

7 Agosto 2019 0

Cervaro, scoperta e sequestrata dai carabinieri una discarica abusiva su terreno comunale

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CERVARO – Non conosce sosta il malcostume di depositare rifiuti in modo incontrollato e a cielo aperto. Ieri a Cervaro, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio teso alla tutela ambientale, rinvenivano in un fossato adiacente al parco Vallicelle, su un terreno comunale, una discarica abusiva di rifiuti speciali consistenti in materiale plastico e ferroso (vecchi pneumatici, carcasse di elettrodomestici e rifiuti di vario genere).

L’area interessata di circa 20 mq è stata circoscritta e sottoposta a sequestro nonché segnalata al Comune di Cervaro per la relativa bonifica.

Sono in corso indagini per addivenire all’identificazione degli autori dell’abbandono dei rifiuti. 

7 Agosto 2019 0

Distributori automatici nelle scuole, la Prefettura di Frosinone richiama attenzione agli aspetti nutrizionali

Di admin

FROSINONE – “Nel corso delle visite ai pieni scolastici effettuate durante l’anno scolastico è stato possibile notare che non sempre vengono rispettate le buone regole e le linee guida aggiornate. E ciò è un vero peccato perché evidenzia dispendio di denaro ed arretratezza almeno sul piano culturale”.

Lo si legge in una nota della Prefettura di Frosinone in merito allo stato degli edifici.

“In previsione della preparazione del nuovo anno scolastico è apparso opportuno sinteticamente richiamare l’attenzione degli amministratori locali e del mondo scolastico principalmente su due aspetti.

Il primo attiene alle ristrutturazioni dei locali o alle costruzioni di nuovi immobili In ambedue le ipotesi è corretto tenere presenti le migliori regole ad iniziare, ad esempio, dai servizi igienici che devono possedere caratteristiche diverse in funzione del tipo di scuola e della età degli alunni. La materia è inizialmente normata, tra l’altro, dal d. m 18 dicembre 1975 “Nuove tecniche aggiornate relative all’edilizia scolastica, ivi compresi gli indici di funzionalità didattica, edilizia ed urbanistica da osservarsi nella esecuzione di opere di edilizia scolastica”: esiste, poi, una diffusa letteratura di norme tecniche — quadro, che potrà essere di aiuto nell’indirizzare anche le sole ristrutturazioni, ormai estese pure alla materia dell’efficienza e del risparmio energetico. Né si possono dimenticare le regole sull’abbattimento delle barriere ai portatori di handicap.

Tutti questi indirizzi progettuali aiutano a spendere bene, correttamente e meglio le somme comunque disponibili

Il secondo aspetto attiene ai distributori automatici di d’arie e di bevande negli ambienti scolastici. Dalla constatazione diretta è stato possibile osservare che molti dei prodotti in vendita non sono in linea con le indicazioni di riduzione degli zuccheri, del sale e dei grassi della Organizzazione mondiale della sanità (OMS), delle organizzazioni scientifiche nazionali ed internazionali, del Ministero della salute. Quest’ultimo ha poi diramato istruzioni con particolare attenzione alla popolazione infantile (3 —12 anni).

Nell’assicurare la buona alimentazione e l’educazione alimentare il mondo scolastico non può essere estraneo, per tale ragione sarebbe cin importante risultato se, anche ricorrendo al supporto della autorità sanitaria, venissero eliminate le vivande malsane. Sarebbe un risultato di enorme valore se la nostra provincia potesse migliorare anche su questi aspetti”.

6 Agosto 2019 0

Fine settimana all’insegna del superlavoro per la Polstrada sul tratto Frosinone Cassino

Di admin

CASSINO – Un fine settimana intenso nel traffico autostradale ed anche nelle attività svolte dagli agenti della polizia stradale  di Frosinone, Cassino e Sora.

L’esito dei controlli ha portato gli operatori ad intervenire nelle sole giornate di sabato e domenica per 53 richieste di soccorso di conducenti in difficoltà e per i rilievi di 4 incidenti stradali con solo danni a cose.

Complessivamente, nelle stesse giornate  sono stati fermati e controllati 195 veicoli e 275 persone , rilevate e contestate 98 infrazioni al Codice della Strada e decurtati 401 punti dalle patenti dei conducenti con il ritiro di 4 patenti e 9 carte di circolazione.

A seguito dei controlli mirati disposti, solo nella giornata di sabato, gli operatori del Distaccamento Polizia Stradale di Sora hanno contestato tra le altre infrazioni , 29 articoli 172 del C.d.S. per il mancato utilizzo delle prescritte cinture di sicurezza e diversi articoli 173 per l’uso di telefoni cellulari durante la guida.

Domenica mattina i controlli effettuati sull’itinerario di servizio sulla Strada Regionale 509 tra Sora e Forca D’Acero hanno impegnato gli operatori nel controllo dei numerosi motociclisti che ormai abitualmente, nei fine settimana, si dirigono in Abruzzo spesso creando situazioni di vero pericolo per manovre azzardate ed eccesso di velocità nella conduzione dei potenti motocicli.

Sono stati fermati e controllati circa 70 motoveicoli e contestate 56 infrazioni con ritiro di 4 patenti di guida e 8 carte di circolazione, decurtati 144 punti dalla patente. Le infrazioni più numerose hanno riguardato la velocità non commisurata in curva e la manomissione dei dispositivi in genere dei motoveicoli condotti. Numerosi sono stati gli automobilisti che si sono fermati per dimostrare il loro apprezzamento agli operatori per il servizio di controllo in atto.

3 Agosto 2019 0

ArtCity 2019, Marina Massironi, con ironia e visione femminile de l’Otello, incanta il pubblico all’Anfiteatro

Di redazionecassino1

CASSINO – Ancora un successo ieri sera all’Anfiteatro romano di Cassino con lo spettacolo di Marina Massironi, “Ma che razza di Otello?”, nell’ambito di ArtCity 2019 e la rassegna Anfiteatro curata da Marina Cogotti.

Una rilettura teatrale sull’Otello Verdiano, la sua genesi e il suo sviluppo, in uno spettacolo leggero, ironico e divertente che ha appassionato il pubblico del suggestivo sito archeologico della Città Martire.

Un’ora e mezza, circa, in cui Marina Massironi, accompagnata al leggio da una tessitura di musiche e immagini curate da Paolo Cananzi, con battute e spunti accattivanti, effettua l’incursione semi-seria in campo shakespeariana e verdiano. I testi di Lia Celi pescano trasversalmente dalla trama dell’Otello e da quel che è dietro l’opera, immaginando i sentimenti dei personaggi, ma anche quelli di Shakespeare e Verdi, nel loro confrontarsi con la vicenda del Moro di Venezia, e provando a costruire tutto questo con umorismo e ironia. “Ma che razza di Otello?” e l’interpretazione della Massironi si inserisce prepotentemente in questo filone di riscritture, avvalendosi di una narrazione che ripercorre in modo ironico la storia di questa impresa verdiana e shakespeariana. C’è nella performance di Marina Massironi, nello spettacolo di ieri, un sottile ed un inedito punto di vista al femminile rispetto alle eroine del melodramma e divertenti cortocircuiti con l’attualità.

In altre parole, Marina Massironi ha proposto al pubblico il triangolo Otello-Iago-Desdemona alternando umorismo sottile e spiazzante a momenti tragicamente appassionati, il vero successo della serata.

F. Pensabene

 

2 Agosto 2019 0

Il cinema torna a Cassino, ogni fine settimana proiezioni in via Sant’Antonio

Di admin

CASSINO – “In attesa che possano finalmente riprendere le attività del Teatro Manzoni che nel corso degli anni è diventato anche una sala cinematografica, la grande novità dell’estate a Cassino è la creazione di un’arena estiva al centro della Città: l’Arena Manzoni.  Un’arena che si creerà magicamente in ogni weekend, in via Sant’Antonio, la via che costeggia il Teatro Manzoni”.

Lo dichiara in una nota il sindaco di Cassino Enzo Salera.

“Ci tenevamo ad offrire fin da subito un cambio di passo sulla fruizione culturale nella città di Cassino –  spiega l’assessore alla Cultura Danilo Grossi – già a partire da questa estate, nonostante il poco tempo a disposizione per la predisposizione di eventi e la totale carenza di risorse. Ma come abbiamo detto dal primo giorno, grazie al lavoro, alla creatività e alla collaborazione con associazioni ed imprenditori si possono proporre proposte nuove e interessanti.

Portare per la prima volta un’arena cinematografica al centro della città è una sfida difficile e voglio ringraziare lo storico organizzatore e tecnico Gino Milone, per aver accettato questa sfida. Stiamo lavorando per portare la cultura al centro, tra la gente, perché tutti possano usufruirne, sia da un punto di vista economico che logistico. Stiamo creando eventi all’interno della città, in modo che anche tutto il settore del commercio possa giovare di queste proposte.

A partire dal 10 agosto, infatti, tutti i weekend fino all’8 settembre vedranno, infatti, protagonista il grande cinema, con le prime visioni che sono state proposte nelle sale cinematografiche durante questa stagione e che purtroppo molti cittadini di Cassino non hanno potuto vedere. Ma grazie a quest’operazione, si riuscirà a colmare, almeno in parte, questo gap. Saranno due gli spettacoli per ogni sera (alle 20.30 e 22.30) ad un costo popolare di 3 euro.

Sarà una proposta interessante dove si alterneranno film d’autore, commedie italiane e film per bambini. Una programmazione varia ma che mette al primo posto la qualità. Si parte il 10 agosto con Marco Giallini e Valerio Mastrandrea con “Domani è un altro giorno”. Una commedia amara, un dialogo a due voci, malinconico e scanzonato. E poi si prosegue domenica 11 con l’ultimo film di Pieraccioni. E poi Pif, le grandi commedie italiane con Favino, Edoardo Leo e Gasmann, “La paranza dei bambini” tratto dal libro di Roberto Saviano, Il Primo Re, il cartone “A spasso con willy” e tanti altri film brillanti.

“Mi piace segnalare il giorno di ferragosto – conclude il sindaco Salera – la proiezione di un documentario storico su Montecassino per ricordare il 75° anno della sua distruzione. Perché è importante ricordare sempre il sacrificio di una città, il sacrificio di popolo e l’orrore della guerra.”

2 Agosto 2019 0

Samanta (di Aquino) e Luca, coniugi scienziati scoprono importanti elementi nella lotta a leucemia e tumori

Di admin

AQUINO – Padre, madre, ma anche scienziati che con le loro scoperte stanno contribuendo alla lotta a malattie come la leucemia e il tumore al seno.

I meriti scientifici di Samanta Mariani di Aquino (Fr) ed il marito Luca Cassetta di Solaro (Mi), sono stati pubblicati su importanti riviste scientifiche.

La scoperta di Samanta si basa sulla interazione cellulare necessaria per la generazione in laboratorio delle cellule staminali ematopoietiche a livello embrionale. Un passo avanti nella lotta alla leucemia per arrivare ad effettuare trapianti di midollo rigenerati dallo stesso paziente azzerando il rischio di rigetto.

Luca, invece, studia come il sistema immunitario reagisce alla presenza del tumore e come fare per renderlo efficace nel contrastare la malattia. La sua ricerca è servita ad individuare nel corpo malato, nuovi e più precisi bersagli da colpire nella fase della cura.

I coniugi, dopo aver studiato in Italia, lavorano, all’estero. Entrambi sono alle dipendenze del centro di ricerca dell’Università di Edimburgo in Scozia.

La sera, quando si sfilano il camice bianco si dedicano al loro figlio Leonardo di 16 mesi.  Le difficoltà nel far conciliare lavoro e famiglia ovviamente esiste ma loro sanno come affrontarle “Alcune volte – dice Samanta – quando abbiamo entrambi esperimenti particolarmente lunghi, lo portiamo in laboratorio e ci alterniamo nell’accudirlo mentre l’altro termina il proprio lavoro”.

Tornare in Italia?

“Nel nostro Paese ci sono tanti gruppi di ricerca di ottima qualità – dichiara Luca Cassetta – Ovviamente ci sono persone che tornano. Quello che manca, però, è la multiculturalità dei ricercatori che permette di avere punti di vista scientifici diversi e arricchimenti di ciascuno con il confronto di bagagli culturali. Ciò si ottiene con la capacità di attrarre ricercatori non solo italiani che al momento sono all’estero, ma anche di stranieri. Tornare? Certo che vorrei ma adesso è presto. Vorrei che mio figlio crescesse in Italia ma con una mente multiculturale”.

Samanta, a tal proposito, conserva e coltiva un sogno. “In Italia – dice – non solo vorrei tornare, ma mi piacerebbe portare anche un progetto di ricerca simile a quello che sto portando avanti in Scozia, magari in un centro di ricerca nostro”.

La loro storia è raccontata su due pagine del settimanale nazionale Cronaca Vera (numero 2448 – 30 agosto 2019). 

Ermanno Amedei

1 Agosto 2019 0

Aquino, Concerto internazionale di cornisti “Guelfo Nalli”

Di redazionecassino1

AQUINO – Anche quest’anno torna il tradizionale incontro internazionale di cornisti “Guelfo Nalli”.

L’ensamble strumentale formato da 27 musicisti provenienti dalle maggiori formazioni lirico-sinfoniche italiane ed europee si esibirà, sotto la direzione del maestro Fabio Agostini, nella suggestiva cornice del centro storico di Aquino, nella piazzetta dei Conti di Aquino, il 4 agosto, alle ore 21.00.

L’appuntamento, oramai divenuto consueto per i cittadini e gli amanti della musica, è stato fortemente voluto ed organizzato dall’Assessore alla Cultura Carlo Risi, coadiuvato dal Consigliere Rossella Di Nardi, delegata alle politiche museali, i quali hanno dichiarato: “Il concerto dei cornisti Guelfo Nalli costituisce uno degli eventi tra i più significativi del nostro programma culturale. Incoraggiati dal successo degli scorsi anni, siamo certi di proporre uno spettacolo di altissimo livello, pertanto invitiamo tutti a partecipare all’incontro internazionale ed a lasciarsi incantare dal suono suggestivo e seducente di questo magico strumento che sarà protagonista della serata del 4 agosto.”

 

1 Agosto 2019 0

ArtCity 2019: all’anfiteatro romano arriva Marina Massironi con “Ma che razza di Otello?”

Di redazionecassino1

CASSINO – Torna l’appuntamento con ArtCity2019 a Cassino nell’ambito della rassegna “Anfiteatro”, curata da Marina Cogotti, domani 2 agosto, alle ore 21.00, Marina Massironi presenta “Ma che razza di Otello” testi di Lia Celi. Si tratta di un reading teatrale sull’Otello Verdiano, la sua genesi e il suo sviluppo, in uno spettacolo leggero, ironico e divertente.

Se a raccontarci l’Otello è Shakespeare è una tragedia, se ce lo racconta Verdi è un melodramma. Ma quando la narrazione della fosca vicenda del Moro è affidata a un’attrice brillante e trasversale come Marina Massironi e ad un’autrice vivace – e appassionata melomane – come Lia Celi, il risultato è una inaspettata rilettura della storia dell’impresa verdiana, delle regole del melodramma e dei temi cari alla tragedia shakesperiana: la gelosia, il razzismo, il plagio, la calunnia.

Il gioco della riscrittura propone un inedito punto di vista al femminile rispetto alle eroine del melodramma e si apre a divertenti e amari cortocircuiti con l’attualità. Marina Massironi restituisce al pubblico il triangolo Otello-Iago-Desdemona con umorismo sottile e spiazzante e momenti tragicamente appassionati, accompagnata al leggio da una tessitura di Musiche e immagini curate da Paolo Cananzi.

La rassegna “Anfiteatro” continua e si conclude lunedì 5 agosto alle ore 21.00 con Laura Morante in “Medea” nell’anfiteatro di Cassino, lo spettacolo era stato precedentemente rinviato causa maltempo.

Ancora due serate di grande spettacolo nella cornice suggestiva dell’anfiteatro romano di Cassino, due serate con artisti e interpreti d’eccezione per far vivere una nuova esperienza del “bello” immerso nella storia.

F. Pensabene

 

Informazioni per il pubblico e modalità di ingresso

Museo Archeologico Nazionale “G. Carettoni” e Area archeologica di Casinum

Via di Montecassino 03043 Cassino FR tel. +39 0776301168

email per prenotazioni: pm-laz.museocassino@beniculturali.it

Biglietto: intero € 4,00, agevolato € 2,00

Nelle serate di spettacolo è attivo l’ingresso e servizio di biglietteria dal parcheggio della clinica San Raffaele

31 Luglio 2019 0

L’autoclave della cocaina nel quartiere San Bartolomeo di Cassino, trovati 43 grammi di droga

Di admin

CASSINO – I nascondigli scelti dai pusher per nascondere la droga si fa sempre più fantasioso. I carabinieri di Cassino, infatti, indagando su un fiorente filone di spaccio hanno trovato nel quartiere San Bartolomeo quattro involucri di cellophane contenenti complessivi grammi 43 di cocaina pura, occultati all’interno di un autoclave che serve il condominio di una palazzina Ater occupata da nove famiglie.

Sono in corso indagini per risalire alla identificazione del pusher proprietario dello stupefacente che sicuramente per paura di eventuali perquisizioni domiciliari da parte delle Forze dell’Ordine, aveva nascosto la sostanza stupefacente nei pressi della sua abitazione, per poi prelevarla all’occorrenza e cederla ai vari assuntori.

La cocaina, del valore quantificato, una volta tagliata, in circa 20mila euro, è stata sottoposta a sequestro.