Categoria: Comuni Provincia di Frosinone

15 Aprile 2010 0

Giunto alla 21esima edizione il premio “Rocca d’oro” cambia sede

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cambia sede il Premio Internazionale Professionalità “ Rocca D’Oro”, quest’anno si svolgerà nel corso principale della città di Paliano. Il Premio è stato dedicato all’anno internazionale delle Donne ed avrà come presidente di Giuria il dott. Bruno Ferraro, (Presidente del Tribunale di Tivoli già presidente di Cassino e Velletri), direttore artistico per gli spettacoli è Claudio Marini, direttore di scena Alessandro Galiano ( scenografo di Renato Zero) direttore di riprese e regista Alessandro Di Filippo ( regista Sky). Con questa iniziativa, si pensa di coinvolgere tantissimi personaggi come è stato fatto negli anni scorsi, che potranno scoprire la cità di Paliano al fine di creare nuovo turismo per quanti hanno a cuore la città di Paliano, che ha cambiato volto amministrativo e che sta cercando una nuova immagine. Quindi, il prestigioso premio, giunto alla 21 edizione, sicuramente porterà alla città di Paliano, una grande visibilità televisiva, che a Paliano non si era mai vista prima e soprattutto c ‘è da augurarsi che questa novità sia ben accettata dai palianesi e dalle attività del posto. Un premio, che comunque va a trasferirsi nella casa del Principato dei Colonna, che praticamente hanno fatto la storia, non solo di Paliano, ma anche dei paesi vicini. “ Mi costa davvero molto abbandonare la caratteristica” piazzitella” di Serrone, però credo che Fontana bellezza, la piazzetta su cui insiste questo monumento – ha detto il patron del premio Giancarlo Flavi- non sia da meno. Paliano, poi ci consente di avere molto più pubblico. Sembra giusto che il premio esca da Serrone, perché è bene integrare sempre più culture Paliano e Serrone sono praticamente segnate dalla stessa storia, insieme possono, come è stato fatto di recente, creare l’opportunità turistiche necessarie al rilancio dell’economia della zona, di questo noi vorremmo essere un piccolo granellino che possa servire a qualcosa nell’interesse però non solo di Paliano, ma di tutto il comprensorio ed io aggiungerei anche di Piglio, zona che deve essere più amalgamata nel senso turistico enogastronomico, considerato che si hanno gli stessi prodotti che sono di ottima qualità. Insomma- aggiunge Flavi- anche con il premio si vuole contribuire a dare quel piccolo contributo necessario per far evidenziare non solo Paliano, ma tutto il comprensorio a nord della ciociaria”. Le modalità, la composizione della giuria è in corso di definizione, anche perché sono state avanzate domande a diversi enti. IL logo sarà una grande e graditissima sorpresa.

15 Aprile 2010 0

“Mediazione Digitale”, all’università il via al Master di primo livello

Di redazione

L’Università degli Studi di Cassino istituisce per l’a.a. 2009/2010 il Corso di Master Universitario di 1° livello in “Mediazione Digitale” promosso dalla facoltà di Lettere e Filosofia. Gli obiettivi che esso si prefigge sono i seguenti: conoscere e saper usare gli strumenti hardware e software resi disponibili dall’IT/ICT, ed in particolare dal Web 2.0, al fine del loro inserimento nella programmazione dell’attività didattica quotidiana; sviluppare le competenze per la progettazione di attività didattiche basate sull’utilizzo dell’IT/ICT e più in particolare di Learning Objects, da utilizzare in concomitanza con una piattaforma di e-learning (Moodle). Per: favorire nei docenti la progettazione e la realizzazione di strumenti e metodi che aiutino e sostengano gli studenti nell’acquisizione di competenze digitali nell’ambito del lifelong learning (Documento Commissione Europea del dicembre 2005); favorire lo sviluppo di e-democracy ed e-governance nelle scuole, mediante l’inserimento dei percorsi didattico-educativi utilizzati nell’insegnamento quotidiano in contesti di knowledge management (la piattaforma TETIS, consentirà a studenti e genitori di conoscere ciò che accade a scuola e di contribuire a costruire nuova conoscenza al suo interno, partecipando attivamente ai processi di gestione dei fenomeni di insegnamento-apprendimento); pianificare e realizzare attività didattiche miranti all’acquisizione di nuove alfabetizzazioni negli studenti e di quelle digitali in particolare (in quanto trasversali ad altre forme di alfabetizzazione); facilitare l’apertura delle scuole di ogni ordine e grado al confronto locale, nazionale ed internazionale sulla valutazione delle competenze digitali raggiunte dai loro studenti e più in particolare facilitare l’adesione alla competizione internazionale “Castoro (Bebras)” (cui aderiscono attualmente 15 nazioni; per l’Italia il laboratorio di tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento del Dipartimento di scienze umane e sociali). Il corso, di durata annuale, viene erogato con il supporto delle tecnologie e-learning ed in forma blended (mista presenza-distanza). Esso comprende attività didattica frontale e online, esercitazioni pratiche, proposta e discussione di casi e attività di laboratorio. All’insieme delle attività suddette corrisponde un volume complessivo di lavoro pari a 1500 ore, equivalenti a 60 Crediti Formativi Universitari di cui all’art. 5 del D.M. 509/99 e D.M. 270/2004. Il corso, avrà inizio nel mese di maggio 2010 e prevede la frequenza obbligatoria per almeno il 75% delle ore di attività didattica (presenza-distanza), rilevate rispettivamente mediante la firma di presenza ed il tracciamento delle attività online all’interno della piattaforma di e-learning Moodle che verrà utilizzata al riguardo. Costituisce requisito di ammissione alla selezione il possesso della Laurea di primo livello (o in alternativa il possesso della Laurea secondo gli ordinamenti didattici previgenti al DM 270/2004 – vecchio mordinamento). La domanda di ammissione al presente Corso di Master va inoltrata all’Università degli Studi di Cassino, utilizzando l’apposito modulo che dovrà essere accompagnato dalla ricevuta del versamento del contributo di € 36,15 (non rimborsabili) per la selezione. Le domande di ammissione al Corso devono pervenire entro il 14 maggio 2010 (per le domande inviate a mezzo posta farà fede la data del timbro postale di spedizione). La graduatoria degli ammessi al Corso sarà pubblicata in data 21 maggio 2010. La tassa di iscrizione è stabilita in un’unica rata da € 800,00 più l’imposta di bollo di € 14,62. Gli ammessi al corso, pena la decadenza, sono tenuti ad iscriversi, entro il 27 maggio 2010. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alle seguenti strutture attivate presso l’Università di Cassino: Coordinamento didattico corso: dott. Antonio Cartelli, via Zamosch 43, 03043 Cassino (FR) – tel 07762993551 e-mail: cartan@unicas.it – Segreteria amministrativa: dr.ssa Anna Angela Grimaldi, Resp. Ufficio Ordinamenti Didattici – Via Marconi, n. 10 – 03043 Cassino (FR) – tel. 0776-2993249-2993298 e-mail: a.grimaldi@unicas.it. Per prendere visione del bando completo: http://www.unicas.it/DIDATTICA/Master/Master-2009-2010 oppure http://hig-ed.let.unicas.it/

15 Aprile 2010 0

Al liceo Scientifico prende il via la XII edizione della “Settimana della cultura”

Di redazione

Astronomia, Ovidio, lingua e letteratura inglese, teatro, ginnastica artistica, arrampicata, esercitazioni di laboratorio sulle celle dei pannelli solari, imparare a scrivere internet, il multiverso e Stanley Kubrick, lo sviluppo sostenibile e l’industria petrolifera. Questi i temi della settimana della cultura al liceo di Ceccano. Giunta alla XII edizione, la Settimana, promossa dal Ministero dei beni culturali, ha come scopo quello di offrire ai cittadini occasioni di riflessione e di appriofondmento sui vari aspetti della realtà. Il contributo del Liceo scientifico e linguistico di Ceccano è quest’anno particolarmente dedicato all’astronomia: ci sarà infatti un esperimeneto di costruzione di celle solari, come anbche una lectio magistralis dell’astronomo Gianluca Masi sul multiverso e Stanley Kubrick. Sempre di scienza parlerà Marco Micheli, direttore dello stabilimento Viscolube, sul tema dello sviluppo sostenibile e del suo rapporto con un’industria particolarmente inquinante come quella chimica. Accanto alle scienze, ci saranno opportunità di approfondimento sui nuovi linguaggi di internet con il corso tenuto da Marco Ciotoli, mentre la letteratura latina sarà presente con le Metamorfosi di Ovidio, a Cambridg in Inghilterra. E poi lo sport, con due appuntamenti: la gara nazionale di ginnastica artistica a Senigallia, Gym scuola, e tre arrampicate, ad Atina, a Sperlonga e a Caprile. Insomma, una settimana intensa di scuola che si apre a tutto il territorio. E la cosa più interessante è che si tratta delle attività normali del liceo, a dimostrazione di come una scuola possa essere un grande motore di cultura.

15 Aprile 2010 2

I giovani imprenditori di Confindustria guardano alle energie rinnovabili

Di redazione

Le energie rinnovabili la scommessa per il futuro. Ne sono convinti gli imprenditori, ma anche le autorità, i relatori e i tantissimi ospiti presenti nella gremita sala del Palazzo della Fonte a Fiuggi che ha ospitato il convegno nazionale promosso dai Giovani Imprenditori di Confindustria, Confindustria Lazio e Confindustria Frosinone. A fare gli onori di casa e organizzatore dell’importante convegno il Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Frosinone Giovanni Turriziani, al quale il giorno dopo il successo dell’importante evento, vanno le congratulazioni del Presidente di Confindustria Frosinone Marcello Pigliacelli. “Il successo avuto da questo convegno – dichiara infatti Pigliacelli – dimostra come i Giovani Imprenditori si stiano impegnando per questo territorio. Il tema dell’ambiente, infatti, lanciato nel corso del convegno nazionale dei Giovani Imprenditori che si è tenuto nello scorso mese di ottobre a Capri, è stato riproposto a livello territoriale ed anche a Frosinone i Giovani Imprenditori hanno voluto trattare questo importante argomento, che rappresenta il volano per lo sviluppo economico del futuro. L’energia è uno dei temi sui quali Confindustria Frosinone da tempo ha incentrato la sua attenzione. Per questo motivo ospitare a Fiuggi un convegno nazionale sulle energie rinnovabili è stato sicuramente motivo d’orgoglio per l’Associazione. Riteniamo, infatti – sottolinea Pigliacelli – che la green economy rappresenti una scommessa economica ed ambientale del futuro, sia a livello nazionale, ma tanto più per il nostro territorio. Va verso questa direzione, per esempio, il protocollo d’intesa sottoscritto recentemente da Confindustria Frosinone con l’Amministrazione provinciale di Frosinone per il recupero ambientale della Valle del Sacco e per la promozione e diffusione delle fonti energetiche rinnovabili in Ciociaria. Particolarmente apprezzabile, dunque, l’attenzione che viene dai giovani su questo argomento. Vorrei cogliere l’occasione, inoltre – continua il Presidente di Confindustria Frosinone – per rimarcare un impegno molto più generale da parte del nostro Gruppo Giovani Imprenditori, particolarmente presente ed attivo sulle problematiche più sentite. Nei mesi scorsi, infatti, l’attenzione è stata posta sull’etica d’impresa e sulle problematiche degli effetti, sull’economia sana, della criminalità organizzata. Argomento, quest’ultimo, trattato anche con il Prefetto. Penso sia su questa strada che i giovani debbano continuare perché sono due aspetti fortemente connessi al loro futuro.”

15 Aprile 2010 1

La Tecar terapia, una nuova frontiera nel recupero dei traumi da attività sportiva e non solo

Di redazionecassino1

Si chiama Tecar-terapia, o meglio Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo, è la novità nella riabilitazione degli atleti, ma non solo loro, dopo un infortunio. Un metodo nuovo destinato a diventare una tecnica di uso comune nei prossimi anni e che trova applicazione anche dalle nostre parti. Maggiori spiegazioni ce le fornisce Giuseppe Risi, laurea in masso-fisioterapista, che la applica da tempo nel suo Centro Fisioterapico e Bellezza alle Pastenelle di Cervaro. “La Tecar-terapia – spiega il dott. Risi – è una tecnica di nuova generazione che stimola energia dall’interno dei tessuti biologici. In pratica attiva i naturali processi riparativi ed antinfiammatori. “In sostanza stimola la microcircolazione, aumenta la vasodilatazione e alza la temperatura locale dove avviene l’applicazione. Si avverte, inoltre, un istantaneo sollievo dal dolore, grazie ad un potente effetto antalgico sulle terminazioni nervose della parte trattata attraverso il richiamo delle endorfine, che sono analgesici naturali prodotti dal nostro organismo”. “Il suo campo di applicazione è molto ampio, nello sport costituisce una nuova frontiera nella cura degli infortuni e nella riabilitazione degli atleti, ma può trovare applicazione – prosegue Risi – anche in molte altre patologie, come quelle cervicali, lombari, nelle sciatalgie. Credo che sia destinata a diventare una tecnica sempre più di uso comune”. “Il principale vantaggio, rispetto alle altre metodiche riabilitative è quello di poter interessare, nel trattamento, anche gli strati profondi dei tessuti, che con le altre metodiche non potrebbero essere raggiunti senza causare danni alla cute. Ha, inoltre, un effetto quasi immediato sul dolore, già dalle prime applicazioni. Può, inoltre, trovare applicazione – conclude Risi – con le altre tecniche riabilitative già in uso applicandole in modo integrato fra loro e abbinandole alla Tecar-terapia”.  In conclusione i nostri atleti e  chi fa sport a livello amatoriale, potrà contare su un aiuto in più con questa nuova metodica, ma anche chi soffre delle altre patologie citate e sul dolore che esse provocano. F. Pensabene

14 Aprile 2010 0

Impiegata agenzia, intasca gli anticipi di vendite immobiliari per recuperare stipendi mancanti

Di redazione

Non percepiva lo stipendio da almeno quattro mesi e, così, l’impiegata di una agenzia immobiliare di Cassino, una delle tante nel centro città, ha stabilito in maniera autonoma come finanziarsi. Pare infatti che la donna accettasse le somme lasciate in anticipo da acquirenti di garage e appartamenti e li intascasse per recuperare gli stipendi mancanti. Una situazione di grande imbarazzo per il proprietario dell’attività commerciale che vedeva le trattative portate avanti, e bloccate dall’elargizione di danaro, senza però poter versare, ai clienti che vendevano l’immobile, le somme anticipate dagli inquirenti. Inevitabili le denunce che hanno attivato indagini da parte delòle forze dell’ordine che hanno individuato la donna e ne stamnno vagliando la posizione. Er. Amedei

14 Aprile 2010 0

Archeologia, storia e curiosità sull’ultimo numero del bollettino CDSC

Di redazione

Il nuovo numero di Studi Cassinati, il bollettino di studi storici del Lazio meridionale edito dal CDSC onlus, Centro Documentazione e Studi Cassinati, offre una cospicua raccolta di articoli su argomenti di storia locale con notizie, come al solito, inedite. L’arch. Maurizio Zambardi segnala rinvenimenti archeologici a Mignano Monte Lungo; Chiara Mangiante pubblica una lettera del Cinquecento, pressoché sconosciuta, dove si fa una descrizione minuta dell’uccelliera di M. Terenzio Varrone nella sua villa in Casinum; Fernando Riccardi narra di una rivolta popolare – cafoni e galantuomini in lotta per la terra – ad Esperia nel 1860; sullo stesso periodo Duilio Ruggiero riferisce dell’uccisione del sindaco Pietro Duratorre a Castelforte nel 1866; Ferdinando Corradini ricostruisce la storia dell’edificio Gianvilla di Arce; Costantino Jadecola tratta della contesa tra Colle San Magno e Castrocielo per il mulino della forma di Cairo negli anni Trenta dell’Ottocento. Sulla seconda guerra mondiale il presidente CDSC Giovanni Petrucci ricostruisce le fasi della battaglia del colle S. Martino in territorio di S. Elia Fiumerapido; mentre Piero Ianniello, da Prato, discute sul film algerino “Indigènes”, che definisce un’occasione persa per la ricostruzione veritiera della storia delle truppe di colore francesi sul territorio del Cassinate. Passando a tempi più recenti leggiamo una nota biografica dell’architetto Giuseppe Breccia Fratadocchi, il progettista della ricostruzione di Montecassino e di altri importanti edifici a Cassino e nel Cassinate: è il figlio architetto Tommaso a parlane. Ampio spazio, infine, è dedicato alla mostra “Dal Teatro Manzoni al Cinema Teatro Arcobaleno” tenutasi a Cassino nel mese di marzo a cura del CDSC. Infine troviamo il resoconto del Premio Internazionale di Saggistica “San Benedetto” organizzato a Cassino dall’Associazione culturale poetica Art-Opera DEUS DAY, presieduta dal geom. Sebastiano Midolo e che ha visto l’affermazione del benedettino Réginald Grégoire o.s.b, personaggio di spicco negli studi su San Benedetto. Questi ed altri interessanti argomenti ancora nella rivista trimestrale “Studi Cassinati” che ormai si è affermata autorevolmente nel mondo degli studiosi a livello nazionale, con buona risonanza anche all’estero, grazie alla sua presenza in rete sul sito www.studicassinati.it.

14 Aprile 2010 0

Sospettati d’essere topi d’appartamento, fermati e allontanati tre rumeni

Di redazione

Si stavano preparando a razziare qualche casa ma, per loro sfortuna, si sono imbattuti in una volante della polizia di Cassino. Nel corso dei servizi di controllo del territorio disposti dal vice questore aggiunto Gianfranco Simeone, il commissariato di Cassino ha allontanato con F.V.O. quattro cittadini rumeni, M.T. 21 anni, M.Z. 38 anni, G.N 19 anni e C.D. 18 anni, rintracciati nella serata di ieri a Cassino. I tre sono stati notati in centro a bordo di una BMW nera e fermati dal personale della Volante. All’esito del controllo sono risultati gravati da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. All’interno del veicolo sono stati rinvenuti una forbice taglialamiere in ferro ed un taglierino, arnesi il cui porto senza giustificato motivo non è consentito, per cui lo M.Z., proprietario dell’autovettura, è stato segnalato all’A.G. per il porto di oggetti atti ad offendere.

14 Aprile 2010 0

“L’efficacia della relazione educativa in situazioni di disagio”, via al corso di formazione

Di redazione

L’Associazione nuovi sorrisi continua il suo percorso e offre la possibilità di conoscere e approfondire il mondo della disabilità. Il 17 e 18 aprile 2010 dalle ore 9:00 alle ore 19:00 si terrà presso la sala convegni dell Hotel Rocca di Cassino, il Corso di formazione “L’efficacia della relazione educativa in situazioni di disagio” . Il corso di formazione è rivolto a laureati e studenti universitari in Psicologia, Sociologia, Scienze dell’educazione, Interfacoltà in servizio sociale, Scienze motorie, Terapia della neuro e psicomotricità dell’ età evolutiva. Inoltre, è rivolto a tutti coloro che sono interessati ad approfondire tematiche inerenti al mondo della disabilità, alla relazione educativa in situazioni di disagio e ad apprendere le principali tecniche di primo soccorso. Il corso si articola in tre parti: in una prima parte verrà approfondita, dal dott. Paolo Zinicola, l’importanza dell’ educazione psicomotoria in acqua per i diversamente abili. L’ acqua entra in scena non solo con attività finalizzate al lavoro psicomotorio, ma anche e soprattutto ad attività volte ad un’ abilitazione- riabilitazione emotivo- cognitivo- relazionale, creando una fusione tra disciplina motoria e armonizzazione della persona nella sua unica complessità. Una seconda parte verterà sulla presentazione del metodo “BRosGaMe” , nato presso l’Ospedale Pediatrico di Gornja Bistra in Croazia ad opera della Fondazione internazionale “ Il Giardino delle rose blu” fondata da Don Ermanno D’Onofrio, ed utilizzato nelle diverse strutture residenziali per minori in situazioni di disagio. Infine il corso consente di conseguire il brevetto di “ Esecutore BLS” (Basic Life Support), con il quale si acquisiranno competenze ed elementi fondamentali per il primo soccorso. Per chiunque fosse interessato a partecipare al corso di formazione è possibile iscriversi entro e non oltre le ore 20:00 di giovedì 15 aprile 2010. Per info e iscrizione contattare il numero della segreteria organizzativa 327.2288162

14 Aprile 2010 0

La coldiretti partecipa alla Fiera di Ceprano

Di redazione

Anche quest’anno la Coldiretti di Frosinone sarà presente alla Fiera di Ceprano. “Dopo il grande successo della scorse edizioni – ha detto il direttore provinciale dell’organizzazione agricola, Gianni Lisi – continueremo ad essere presenti e a farlo anche in modo più strutturato. Infatti, grazie alla collaudata sinergia con gli amici organizzatori dell’associazione Amici per la Terra di Ceprano, nella giornata di domenica 18 aprile, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, organizzeremo una dimostrazione di raccolta tartufi con cavatore e cane di Campoli Appennino, mentre, nella due giorni della rassegna che prenderà il via sabato 17 aprile, grazie alla disponibilità del centro ippico La Staffa di Equino sarà possibile ammirare i pony di Esperia nello stand che Gino Iadecola, titolare del centro ippico, organizzerà. La rassegna – ha detto Gianni Lisi, direttore provinciale Coldiretti Frosinone – ogni anno propone dei miglioramenti concreti che innalzano il livello di qualità di una manifestazione davvero unica nel suo genere. Anche quest’anno come Coldiretti con i nostri imprenditori agricoli del circuito di Campagna Amica organizzeremo degli stand con il meglio delle produzioni. “Sono rimasto davvero colpito – ha aggiunto Lisi – dalla affluenza davvero notevole che si è registrata durante le manifestazioni dello scorso anno. Essere tra gli enti e le associazioni vicino agli organizzatori rappresenta un motivo di orgoglio e di grande soddisfazione per la nostra organizzazione. La specificità del gruppo di imprese di “Campagna Amica”, che da anni abbiamo concretizzato, porta avanti, attraverso diverse iniziative, anche la valorizzazione e la promozione delle produzioni del nostro territorio e quindi ben si coniuga quindi con gli obiettivi della manifestazione degli amici per la terra Francesco De Angelis e Antonio Delle Fratte. “Gli Amici per la Terra di Ceprano – ha concluso Lisi – non solo vanno ringraziati per l’opportunità che ogni anno offrono ma, se possibile, andrebbero anche imitati in altre zone del territorio dove sarebbe certamente utile e significativo organizzare manifestazioni con le caratteristiche e gli obiettivi della Fiera dell’agricoltura di Ceprano”.