Categoria: Comuni Provincia di Frosinone

24 Ottobre 2019 0

Convegno sulle cure Palliative, Diritti in movimento Lazio e Cooperativa Domenica insieme per la cura dei malati  

Di Ermanno Amedei
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Si svolgerà domani (25 ottobre 2019) presso la Sala degli Abati in Cassino a partire dalle ore 15:00 il convegno ”Le cure palliative: la comunicazione è tempo di cura”. Del diritto ad entrare in Cure Palliative previsto dalle Leggi 38/10 e 219/17, attraverso una preliminare pianificazione delle cure e dell’aiuto palliativo a non soffrire, se ne parlerà a Cassino grazie a  Diritti in Movimento Lazio (Coord. Regionale Avv. Michela del Vecchio) con il supporto logistico della BCC Terra di Lavoro e della Società Cooperativa Domenica -Settore Servizi Socio Sanitari.

All’apertura dei lavori sarà presente Mons.   Gerardo Antonazzo, Vescovo della Diocesi di Sora – Cassino – Pontecorvo – Aquino che interverrà per sottolineare l’importanza della spiritualità nel fine vita.

Temi di attualità dunque in cui i relatori spazieranno dalla Pianificazione Condivisa delle Cure all’importanza della Terapia del Dolore fino alla stessa presa in carico per l’attivazione del percorso palliativo senza sottacere della rilevanza del consenso informato e dell’amministrazione di sostegno.

“Si ricorda inoltre – dichiara l’organizzazione- che il  25 settembre 2019 la Corte Costituzionale si è pronunciata sul caso di DJ Fabo. Questa sentenza non ha riconosciuto il diritto al suicidio medicalmente assistito. Al contrario ha sottolineato  la solidarietà nei confronti di chi soffre attraverso l’attivazione di un percorso palliativo consente la protezione della persona”.

L’evento è accreditato per la formazione professionale sia dall’Ordine degli Avvocati del Foro di Cassino che dall’Ordine degli Assistenti  Sociali del Lazio.

23 Ottobre 2019 0

Operazione Welcome to Italy a Cassino, quando “l’uomo nero” non è lo straniero

Di Ermanno Amedei

CASSINO – Meglio di come è stato fatto a Cassino non può essere illustrato il fallimentare sistema della gestione dei migranti.

Nell’operazione Welcome to Italy scattata questa mattina nella città Martire le parti offese sono, oltre allo Stato che veniva truffato, soprattutto lo sono i migranti; persone per le quali venivano messe a disposizione somme gestite da chi doveva occuparsi del loro benessere e del loro dignitoso vivere. Invece i “gestori” facevano la “cresta” sui disperati lasciando loro solo le briciole.

Soldi che invece di essere destinati a pulizie per alloggi puliti e dignitosi in cui far vivere gli stranieri; invece di essere spesi per offrire loro cibo adeguato, per provvedere al loro vestiario e alla loro preparazione culturale, fosse anche il solo studio della lingua italiana, venivano utilizzati per ristrutturare ville (proprie e non dei migranti), per comprare auto di grossa cilindrata, per pagare lussuose feste di compleanno. Una truffa allo Stato e una beffa ai migranti realizzata, secondo la Procura della Repubblica di Cassino, con un sistema malavitoso che si avvaleva di fatture false e abuso di potere di amministratori pubblici che allontanavano dallaffare le altre cooperative che tentavano di aprire strutture nel territorio.

Insomma una vicenda nella quale “l’uomo nero” non era certamente il migrante ma i volti svelati dal lavoro investigativo che ha portato la Procura ad iscrivere nel registro degli indagati 25 persone, di cui 18 questa mattina colpite da misure cautelari. Tra loro nomi noti, gli ex sindaci Bruno Scittarelli (di Cassino) e Modesto Della Rosa (di San Giorgio a Liri), ma anche Dino Secondino ex presidente del Consiglio Comunale di Cassino e Francesco Mosillo ex vice presidente del Cosilam.

Ermanno Amedei

23 Ottobre 2019 0

Litiga e minaccia la cognata, sequestrati nove fucili ed una pistola ad un 62enne

Di Ermanno Amedei

ESPERIA – I Carabinieri della Stazione di Esperia hanno denunciato un 62enne della zona per il reato di minaccia aggravata, omessa denuncia e detenzione abusiva di munizioni.

I militari operanti, intervenuti a seguito di richiesta presso l’abitazione dell’indagato ove era stato segnalato un litigio, accertavano che l’uomo, per futili motivi correlati a pregressi dissidi familiari, aveva minacciava di morte la cognata.

Nel medesimo contesto, procedevano al ritiro cautelativo della armi e delle munizioni legalmente detenute dall’indagato, nonché al sequestro di ulteriori munizioni detenute illegalmente poiché in sovrannumero rispetto a quelle consentite dalla legge

23 Ottobre 2019 1

Accoglienza migranti, 25 indagati a Cassino e sequestri per 3 milioni di euro

Di Ermanno Amedei

CASSINO – “Welcome to Italy” il saluto agli stranieri che arrivano in Italia, ha dato il nome all’indagine che ha portato la Procura di Cassino ad iscrivere nel registro degli indagati 25 persone facendo scattare le misure cautelari per 18 di essi con sequestri per 3 milioni di euro.

Sin dalle prime luci dell’alba, gli uomini della Questura e del Comando Provinciale GdF di Frosinone stanno eseguendo, su disposizione del G.I.P. presso il Tribunale di Cassino, Dott. Domenico di Croce, ordinanze di applicazione di misure cautelari personali e reali in tre diverse Regioni (Lazio, Campania e Molise) e cinque Province (Frosinone, Latina, Rieti, Caserta ed Isernia), nei confronti di appartenenti a due sodalizi criminali attivi nel settore dell’accoglienza ai migranti. Le indagini, coordinate Procuratore Capo Dott. Luciano d’Emmanuele e del Sostituto Procuratore Dott. Alfredo Mattei, hanno acceso i riflettori su un articolato sistema di frode che, anche grazie alla corruzione di pubblici ufficiali preposti ai controlli e Sindaci, ha consentito ai sodali di appropriarsi indebitamente di ingenti somme di denaro.

22 Ottobre 2019 0

Flash-mob a Cassino – Lettura in piazza di passi scelti dall’Iliade e Odissea, Eneide e storie di miti

Di Antonio Nardelli

Flash-mob domani mattina mercoledì 23 ottobre 2019 in piazza Labriola a Cassino alle ore 10.30, dove gli studenti del Liceo Classico Statale “G. Carducci” di Cassino terranno una Lettura di passi scelti dall’Iliade e Odissea, Eneide e storie di miti.

L’evento, organizzato dalla professoressa Silvana Grossi, rientra nell’iniziativa dell’Aie #ioleggoperchè, che coinvolge più di 15200 scuole di ogni ordine e grado, 3 milioni di studenti e 3400 librerie in tutta Italia. #Ioleggoperchè è una campagna di comunicazione della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il ministro Fioramonti ha detto che sono questi i risultati che dimostrano quanto funzioni la sinergia tra istituzione, entri privati e cittadini per diffondere la cultura perchè dove c’è un ragazzo ci deve essere un libro.

21 Ottobre 2019 1

L’Italia alla scoperta della Geoscienza, a Villa Santa Lucia all’insegna della lentezza sui passi di San Benedetto

Di Ermanno Amedei

VILLA SANTA LUCIA – Una società più informata è una società più coinvolta a Sant’Angelo in Fortunula. “Acqua, calcare e territorio. Per Fortuna c’è la lentezza” è stato il geovento organizzato a Villa Santa Lucia, Frosinone, dall’Azienda Agricola Vacca nel complesso architettonico del santuario repubblicano della dea Fortuna che ha portato alla presenza di numerosi appassionati e cittadini in un contesto naturalistico e archeologico di prestigio.

La giornata si è svolta all’insegna della lentezza e del cammino consapevole lungo il Cammino di San Benedetto ed ha avuto il supporto tecnico e scientifico della Cooperativa Domenica Beni Culturali che da anni sta mappando e studiando l’articolato patrimonio archeologico del sito.

“La presenza necessaria della Cooperativa Domenica Beni Culturali in tale attività– dicono Antonio Leopardi e Dante Sacco che rappresentano tale società – mira alla progettazione di una attenta azione di recupero e studio al fine di permettere una completa fruibilità del sito. La passeggiata, lenta e consapevole, tra i luoghi della romanità porta i presenti a sfogliare come un libro questa porzione di territorio che vede come elemento fondamentale il calcare da almeno cento milioni di anni”.

Di fatti l’escursione di conoscenza ha permesso di comprendere appieno il rapporto mutualistico tra il calcare naturale ed il calcare delle murature in opera incerta che erano a servizio del primigenio santuario romano.

“ Inoltre – continuano a dire i rappresentanti della Cooperativa Domenica Beni Culturali, l’elemento del calcare è rimasto e persiste nelle murature del monastero di San’Angelo de Fortunula che almeno dal XII secolo ha occupato le antiche fabbriche del tempio ed anche nei terrazzamenti a secco delle porzioni di terreno già in antico destinate all’agricoltura”.

La giornata ha avuto anche il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, ente rappresentato dalla presenza del Dott. Carlo Molle della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio alla quale attiene la tutela del sito e che ha riconfermato la collaborazione dell’Ente con la Famiglia Vacca per la messa in opera di progetti di tutela e recupero del sito. L’impegno del signor Vincenzo Vacca, proprietario del sito e geloso custode dei resti archeologici, ha consentito dagli anni novanta del secolo scorso la completa pulizia dell’area dalla vegetazione consentendone la opportuna conoscenza e consentito la libera fruibilità in questa giornata di caratura nazionale.

Gli ospiti hanno inoltre potuto assistere alla installazione del campo militare medioevale ad opera degli Artieri del progetto “la Storia in Campo” che rientra nelle attività dell’Itis E. Majorana di Cassino. Non è mancata la preziosa ospitalità gastronomica, offerta dalla famiglia Vacca, che quest’anno nel nome del “Plastic Free” ha provveduto ad offrire acqua in lattine di alluminio e assaggi di prodotti a chilometro zero in piatti compostabili.

18 Ottobre 2019 0

Valanga di assunzioni per gli ospedali della provincia. La Asl di Frosinone annuncia: “Presto 70 nuovi medici”

Di Ermanno Amedei

FROSINONE – “Prosegue la spinta del Direttore Generale Stefano Lorusso ad accelerare sulle nuove assunzioni, come detto in diverse occasioni anche pubbliche”.

Lo si legge in una nota stampa della Asl di Frosinone.

“Ai primi di novembre prenderanno servizio 3 medici Nefrologi. Si tratta di assunzioni a tempo indeterminato che andranno a potenziare gli organici dei servizi di Dialisi degli Ospedali di Frosinone e Sora. Per fine anno si attendono altri tre medici nefrologi (quelli già chiamati non hanno accettato altrimenti il 1° novembre ne avremmo assunti sei)”.

L’ampliamento del personale medico di Frosinone, stando a quanto riferito nella nota aziendale, non si fermerebbe solamente a questo.

“Sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, n. 79 – Supplemento 1 – del 1 ottobre scorso, sono pubblicati ben tre Avvisi per assumere (per il momento a tempo determinato) complessivamente 20 medici, così individuati: 10 Anestesisti; 5  Cardiologi; 5  Internisti (medici di medicina interna).

Gli Avvisi scadranno il prossimo 31 ottobre 2019, termine perentorio e si può ragionevolmente presumere che per dicembre i 20 medici di cui sopra entreranno in servizio.

Ma non si è fermata qui la forte spinta impressa dal nuovo Manager della ASL.

Con deliberazioni del 7 ottobre scorso sono stati indetti altri 2 Concorsi pubblici per: 20 Anestesisti a tempo indeterminato; 5  Medici di Pronto Soccorso a tempo indeterminato.

Nelle prossime ore sarà indetto il Concorso (in forma aggregata con le ASL di Latina e Viterbo) per 11 medici di Ostetricia e Ginecologia.

Il che fa un totale di altri 36 medici a tempo indeterminato.

Infine,  ma non si fermerà qui la frenetica e complessa attività amministrativa della UOC Amministrazione e Gestione del Personale, sono in attesa di pubblicazione sul Bollettino della Regione Lazio ulteriori n. 3 Avvisi a tempo determinato per: 3  Pediatri; 10 Ginecologi; 1  Maxillofacciale.

Insomma un totale di circa 70 nuovi medici che a breve potranno far funzionare molto meglio Reparti e branche specialistiche molto delicati”.

“Mi auguro che i nostri Bandi ed i nostri Avvisi  – spiega nella nota il Direttore Generale Stefano Lorusso – abbiano ampio risalto e trovino l’adesione di tanti medici anche su questo territorio ciociaro.  Ciò, oltre a rendere più efficienti i nostri servizi e ad accogliere più velocemente i cittadini per le prestazioni richieste, potrà costituire anche un forte impulso occupazionale”.

 

18 Ottobre 2019 0

Si scaglia contro il padre e la madre prendendoli a pugni, arrestato 22enne

Di Ermanno Amedei

VEROLI – Pesta i genitori fino a costringerli alle cure ospedaliere. E’ accaduto ieri pomeriggio a Veroli dove sono dovuti intervenire i carabinieri della locale Stazione. I militari hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, minaccia e restistenza a P.U. un 22enne del luogo, già censito per uso personale di sostanze stupefacenti.

In particolare, grazie all’immediato intervento dei Carabinieri, sono state evitate conseguenze ben più gravi a seguito di una lite in famiglia avvenuta tra i genitori ed il figlio che, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ha minacciato di morte la madre ed il padre aggredendo quest’ultimo con dei pugni al volto, con una furia tale da costringerlo a rinchiudersi in casa fino all’arrivo della pattuglia.

Il giovane anche alla presenza dei militari, prontamente giunti presso l’abitazione teatro dell’episodio di violenza, ha continuato a minacciare di morte i propri genitori, inveendo poi anche all’indirizzo dei Carabinieri apostrofandoli in malo modo ed opponendo resistenza al loro invito di seguirli in caserma.

Il padre del giovane per i colpi ricevuti è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale Civile di Alatri, mentre l’arrestato, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Alatri, in attesa del rito direttissimo previsto mattinata odierna.

18 Ottobre 2019 0

Gestione illecita di rifiuti a Cassino, sequestrata area di 1000 metri quadrati

Di Ermanno Amedei

CASSINO – La Stazione Carabinieri Forestale di Cassino, coadiuvati dal Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Frosinone, hanno accertato una gestione illecita di rifiuti all’interno di uno stabilimento nel cassinate.

I militari hanno riscontrato su un piazzale la presenza di una ingente quantità di rifiuti, in particolare circa 1.000 metri cubi di rifiuti di varia tipologia (fibre tessili di materiale plastico, circa 80 fusti di metallo, un centinaio di pneumatici da mezzi d’opera, apparecchiature elettriche e macchinari) mischiati tra loro in maniera incontrollata.

L’area di stoccaggio delle dimensioni di circa 1.000 mq è risultata inoltre priva della prevista rete per la raccolta delle acque di prima pioggia e del relativo impianto di depurazione ed il muro di recinzione presentava aperture che consentivano il drenaggio dell’acqua verso l’esterno dell’impianto.

I militari hanno proceduto a deferire alla A.G. l’Amministratore Unico della Società proprietaria dello stabilimento e a sequestrare l’area destinata allo stoccaggio dei rifiuti. Continua è l’azione dei Carabinieri Forestali finalizzata al controllo della corretta gestione dei rifiuti da parte delle attività produttive nella provincia.

18 Ottobre 2019 0

Incidente sul lavoro a Fiuggi, operaio travolto da un albero

Di Ermanno Amedei

FIUGGI – Un operaio rumeno di 62 anni è rimasto gravemente ferito nella tarda mattinata di oggi mentre lavorava al taglio di alcuni alberi a Fiuggi.

L’incidente sul lavoro è avvenuto in via vecchia Fiuggi poco dopo le 12. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che l’uomo fosse alla base di un grosso albero è che sia stato travolto dalla caduta di un ramo tagliato da un collega.

il pesante ramo lo avrebbe colpito alla testa ferendolo gravemente. sul posto Sono arrivati i carabinieri della stazione di Fiuggi e la polizia locale oltre ad un elicottero del 118 che ha trasportato il ferito all’Umberto I di Roma.

Gli uomini del maresciallo De Somma stanno ricostruendo le dasi dell’incidente.